“Un bypass per attraversare l’estate” (racconto di Alberto Bottazzi)

180 metri di baratro terrificante, quasi il dislivello della condotta forzata di Tarlanda verso le turbine della centrale idroelettrica di Ligonchio.

180 metri di buio profondo e sconsolante che inghiotte non solo la strada sovrastante, ma ingurgita gli umori e gli amori delle poche anime che abitano i borghi di Casenove e Vaglie, i più diretti interessati dal dissesto franoso.

Due infarti in quattro anni, qualsiasi organismo umano sentirebbe la paura di non farcela a sopravvivere, due fitte terribili che necessitano un intervento chirurgico accurato e tempestivo che possa permettere nuovamente la libera circolazione del sangue attraverso il cuore. La frana è come l’infarto, ostacola la libera circolazione dei veicoli ed opprime il libero pensiero di andare dove si vuole nel minor tempo possibile, senza restrizioni di sorta. La parola risolutiva per l’uno e per l’altro caso è bypass! Per onore del vero si era già intervenuti in passato con un bypass al fine di operare il primo infarto sulla SP91, ma il secondo smottamento ha reso praticamente nullo quell’intervento.

Al carattere brontolone ed impetuoso delle acque del torrente Rossendola e alla sua “fame” di spazio, vanno attribuite le cause naturali del disastro dal momento che, rosicando continuamente la terra dei suoi argini, provoca l’estremo indebolimento del territorio già di per se stesso fragile.

Ora, per far sì che il turismo ricominci a sorridere alla natura rigogliosa dei nostri monti portando con se il risveglio dei danari, serve un secondo bypass per operare il secondo infarto. Progettare i lavori ora, questo è il momento d’intervenire, iniziare i lavori e consolidarli ora, per riportare i villeggianti domani o dopodomani al nostro paese… un bypass urgentissimo e tempestivo a monte della frana per salvare la vita di Vaglie agonizzante, per non essere ancora una volta bastonati dal destino… un bypass che permetta alle persone di attraversare serenamente l’estate.

Alberto Bottazzi

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48