Ci ha lasciato il dottor Paolo Olmi medico di base a Ligonchio

Aveva solo 70 anni ed un male incurabile se lo è portato via. Il dottor Paolo Olmi era spezzino di nascita, ma aveva trovato casa e lavoro di qua dal crinale dopo la laurea in medicina.

Dal servizio di guardia medica del crinale iniziato nel 1988 era passato al ruolo di medico di base a Ligonchio dove era anche politicamente e socialmente impegnato.

Assessore del comune di Ligonchio e volontario della Croce Verde Alto Appennino, aveva svolto anche il compito di direttore sanitario di questa ANPAS.

Il sindaco del comune di Ventasso Antonio Manari ha espresso il cordoglio della comunità per la perdita di un professionista "al servizio della gente".

L'AUSL lo ricorda in una nota di seguito

In ricordo del Dr. Paolo Olmi

Il Dr. Paolo Olmi è stato per molti anni medico del Servizio di Continuità Assistenziale del Distretto di Castelnovo ne' Monti.

Dal 1° giugno 2019, alle soglie della pensione, consapevole della difficoltà a reperire medici, si era reso disponibile a ricoprire un incarico in qualità di medico di medicina generale a Ligonchio.

Ha mantenuto questo impegno con determinazione, anche  nei momenti più difficili della pandemia , rinnovandolo nel marzo scorso, una volta compiuti i 70 anni. Lo stato di emergenza legato al Covid consentiva di permanere in servizio e lui fu disponibile a fermarsi ancora.  La sua professione gli dava motivazione, voleva essere d´aiuto e dare un contributo alla comunità a cui era legato.

Nonostante si fosse aggravata la malattia da cui era affetto, è sempre andato avanti con coraggio e speranza.

Nelle ultime settimane, costretto ad assentarsi dal lavoro per sottoporsi alle cure, aveva espresso più volte la preoccupazione di arrecare un disagio ai suoi assistiti.

Ci ha lasciato un collega e un amico, all´apparenza  burbero e di poche parole, che aveva molto a cuore le persone e il suo territorio.

Grazie Paolo, non ti dimenticheremo.

La direzione, le colleghe  e i colleghi del Distretto e del Dipartimento Cure Primarie si uniscono al dolore dei suoi cari ed esprimono loro la propria vicinanza

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

12 Commenti

  1. Che la terra di sia lieve amico, ci manchi gia’.
    Ale e Anna

    Alessandro

    Rispondi
  2. Voglio ricordare Paolo come un professionista esemplare, vicino ai bisogni delle persone e nonostante la malattia sempre disponibile e collaborativo.
    Ti ricordo con tanto affetto,
    Claudio Romei

    Claudio Romei

    Rispondi
  3. Grazie per l’impegno l’abnegazionfe che hai profuso nella tua professione/missione. Grazie anche per la stima e l’amicizia che mi hai concessa, e che da parte mia vi è stata nei tuoi confronti, R. I. P. e come molti tuoi pazienti ti ricorderò un abbraccio.

    Gianni

    Rispondi
  4. Avevamo un pranzo in sospeso…
    Grandissimo uomo.

    Ciao Paolo

    Unmontanaro

    Rispondi
  5. Ciao Paolo,
    hai sempre nascosto il tuo carattere timido e solitario dietro ad un comportamento scontroso, ma non sei riuscito a nascondermi il tuo animo buono e generoso.
    Riposa in pace.
    Micaela

    Micaela

    Rispondi
  6. Ciao Dott!
    Grazie di tutto!
    Riposa in pace.

    Manuela

    Rispondi
  7. Ciao Paolo, uomo burbero, ma onesto e generoso, sempre pronto ad aiutare “gli ultimi”. Sapevo che eri ammalato ma che col tuo forte carattere avresti sopraffatto la malattia; purtroppo non e’ andata cosi … RIP amico di “tutti i montanari”, tu che venivi dal mare …

    Enrico Ferretti 1960

    Rispondi
  8. Dal tuo carattere spinoso traspariva una grande generosità!
    Erano interessanti le conversazioni perché era un continuo confronto su quanto accadeva.
    Ora riposa

    Agostino

    Rispondi
  9. Ciao Paolo ! Quanti ricordi ! Sei stato il primo ad accogliermi nel mese di settembre 2007 dalla signora Nadia per il mio primo incarico di guardia fresco di abilitazione e di iscrizione alla scuola di specializzazione ! Non posso dimenticare tutti i tuoi consigli ! Peccato non essere riuscito a salutarti !
    Sentite condoglianze alla famiglia !
    Fabrizio Cristiano

    Fabrizio Cristiano

    Rispondi
  10. Ciao Paolo,
    è stato piacevole aver condiviso una parte del nostro lavoro.
    Grazie

    Silvia Dallaporta

    Rispondi
  11. I colleghi della continuità assistenziale del distretto di Castelnovo né Monti, si unisco al dolore della famiglia per la perdita del caro Paolo.

    MCA Castelnovo né Monti

    Rispondi
  12. Ciao, Paolo, Riposa in pace,
    da me e dai colleghi e colleghe (anche in pensione del centralino Ospedale Sant’Anna) di Castelnovo ne’ Monti, in questo triste momento, noi abbiamo diversi bellissimi e divertenti ricordi in tua piacevole compagnia.
    Riposa in pace.

    Paolo Ferretti

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48