Home Cronaca Accusa un malore al ristorante: 83enne rianimato da una volontaria Cri a...

Accusa un malore al ristorante: 83enne rianimato da una volontaria Cri a pranzo

3
1

Un signore di Milano, ma originario di Carpineti dove torna ogni estate per trascorrere le vacanze, si trovava a pranzo con la moglie al ristorante Vezzosi di Colombaia sul Secchia, quando è stato colto da un malore. Poco dopo finito di mangiare, l'uomo di 83 anni si è accasciato sul pavimento, con un battito cardiaco quasi impercettibile. Fortunatamente, nello stesso ristorante per un pranzo con i colleghi di lavoro si trovava una volontaria della Croce Rossa di Toano. "Stavo mangiando in una saletta attigua - racconta Eleonora Prandi, 23 anni, volontaria della Cri di Toano - quando in sala è entrato un uomo che cercava l'aiuto di un medico o di una persona in grado di intervenire, per un anziano che si era sentita male". Intervenuta prontamente una volta constate le serie condizioni in cui riversava l'uomo, Eleonora ha iniziato il massaggio cardiaco mentre altri allertavano l'ambulanza e l'elisoccorso partito da Pavullo.

L'anziano era privo di conoscenza e con le funzioni vitali al minimo. "Abbiamo praticato il messaggio cardiaco per molto tempo e ringrazio il mio capo che per alcuni minuti mi ha sostituto perché si tratta di una pratica molto faticosa e che provoca un grande stress" - continua Eleonora. Nonostante gli sforzi la situazione sembrava non migliorare fino a quando la volontaria è corsa a prendere il defibrillatore. Dopo un solo utilizzo il ritmo cardiaco ha ripreso regolarmente e l'uomo si è svegliato. "Quando l'ho sentito parlare mentre il personale dell'elisoccorso lo portava con la barella verso l'elicottero mi sono sentita rinascere - conclude la giovane-. Un'emozione così forte raramente l'ho provata".

L'83enne è stato quindi caricato sull'elicottero e stato trasferito d'urgenza all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia dove è stato ricoverato. Probabilmente si è trattato di un attacco cardiaco.

Articolo precedenteVezzano, schianto frontale con sette feriti: 25enne denunciata dai carabinieri
Articolo successivoRifiuti: collaborazione Comune e volontari per la pulizia del suolo pubblico

1 commento

  1. Bravissima Ele!! Oltre ad avere messo in campo ottime competenze, hai dimostrato soprattutto ai giovani che non è una perdita tempo occuparsi di volontariato, anzi, a volte capita di vivere situazioni che lasciano un segno nelle proprie esperienze personali. Grande, continua così!!

    Mari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.