Aumentano gli stipendi dei sindaci. Cosa cambia nei comuni dell’Appennino reggiano

Sarà capitato, almeno una volta, di chiedersi “quanto guadagna un sindaco”? Una domanda non troppo scontata, sebbene si tratti di indennità "pubbliche".

La prima cosa da sapere è che il compenso dei primi cittadini varia in base alla popolosità del Comune: più abitanti ci sono più alto è lo stipendio. La seconda cosa è che dal 2022 i sindaci guadagneranno di più.

Il DDL di Bilancio 2022 prevede, infatti, l’aumento degli stipendi per sindaci metropolitani e sindaci dei comuni delle regioni a statuto ordinario: l’incremento comprende i vice, gli assessori e i presidenti dei consigli comunali. Questo aumento dell’indennità prevista verrà poi incrementata ulteriormente in altre due tappe: nel 2023 e nel 2024.

Le cifre più consistenti riguardano i sindaci delle arre metropolitane i cui stipendi saranno equiparati a quelli dei presidenti di Regione (13.800 euro a regime nel 2024); poi, a seconda delle dimensioni dei comuni e del loro essere capoluoghi di provincia vengono adeguate anche le altre indennità.

E in Appennino?

Rientra nella fascia fra i 10mila e i 30mila abitanti il comune di Castelnovo Monti: lo stipendio passerà dagli attuali 2.789 euro mensili lordi ai 4.140 euro nel 2024, (nel 2022, 3.403 euro; nel 2022,3.710 euro).

Tutti gli altri comuni rientrano nella fascia fra i 3mila e i 5mila abitanti: i sindaci di Casina, Toano, Ventasso, Vezzano, Carpineti, Canossa, Villa Minozzo, Viano e Baiso nel 2024 percepiranno 3.036 euro lordi al mese contro i 1.952 euro previsti attualmente.

Per quanto riguarda Vetto, il comune  più piccolo della montagna, attualmente l’indennità mensile lorda che spetta al sindaco è di 1.659 euro: passerà a 1.909 euro del prossimo anno fino ai 2.033 euro del 2023 e ai definitivi 2.208 euro lordi al mese del 2024.

Ma cosa succede a chi ha un altro lavoro?

"Nel caso in cui il sindaco appena eletto decida di non mettersi in aspettativa per il precedente lavoro (come spesso accade nei comuni più piccoli), questi allora si vedrà ridurre l’indennità da primo cittadino. In sostanza, se il sindaco è lavoratore dipendente (oppure se è in pensione), lo stipendio previsto dalla legge Bassanini viene dimezzato. Per  le partite Iva, ossia se il sindaco è titolare di un’impresa o di un’attività, lo stipendio non viene ritoccato: questo perché i lavoratori autonomi pagano più tasse e subiscono maggiori oneri previdenziali".

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

11 Commenti

  1. Ah, ecco perché la Tari ( a Castelnovo Monti ) nel secondo semestre 2021 è cresciuta del 30%

    Giovanni

    Rispondi
  2. Perché ai sindaci viene aumentato lo stipendio? A noi operai non succede mai. Penso che sarebbe stato meglio lasciarli invariati e non aumentare la tassa sui rifiuti vero sindaco Bini? Ho molta rabbia smetterò immediatamente di fare la differenziata!

    Giovanni

    Rispondi
    • Il Comune chiede ai cittadini la TARI per coprire il costo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, non può chiedere un Euro in più. Costo che dipende dai costi del gestore del servizio, che è IREN ambiente spa. La Tari non può coprire altre spese del Comune (per legge).
      Quindi Sig. Giovanni eventualmente si lamenti per l’IMU, ma se è residente ed ha solo la casa di proprietà non deve niente.
      Fare la differenziata è un gesto di civiltà, ad di là delle sanzioni che vengono elevate a chi non la fa.

      FC

      Rispondi
  3. Che dire? Mi ero ripromesso di tacere per sempre, anche incalzato molte volte da tutte quei commenti firmati da sigle automobilistiche (a cui avevo più volte contestato di non avere neppure gli attributi per metterci la firma), ma poi mi viene l’ispirazione e mi fremono le mani se non scrivo qualcosa. Che dire? E’ uno Stato bizzarro il nostro in cui dopo quasi due anni di COVID, lockdown, chiusure, restrizioni, morti anche nella sanità (Dottori ed Infermieri che non verranno mai rimpiazzati vista la scarsità di personale sanitario), un aumento vertiginoso delle categorie più disagiate (pensionati minimi, disabili, coppie separate, cassaintegrati, ecc.) si viene a sapere la notizia di questi aumenti ecc. Ormai non mi stupisco più di nulla. C’è stato un referendum per l’abolizione di certi privilegi dei politici, poi mi pare che sia in corso oppure è già stato risolto un mega ricorso al TAR per il ripristino dei vitalizi. Mi risulta che anche parlamentari condannati abbiano avuto la restituzione dei vitalizi (hai truffato la Stato e lo stesso Stato ti premia con il vitalizio). Che Stato bizzarro il nostro!. Uno Stato in cui con l’alibi del Covid hanno fatto ujn’ammucchiata governativa che ha saputo smussare anche i Mattei più “spigolosi” (mi chiedo cosa possono aver promesso loro per giustificare una simile metamorfosi!!) Che Stato bizzarro! Un Stato in cui la maggioranza (anche se ormai è tutta una maggioranza; una specie di “orgia” in cui comunque chiunque “becca” qualcosa, o almeno spera di “beccare” qualcosa….sì perchè di questi tempi è valido il proverbio che in dialetto rende meglio: “Piuttosto che niente…è meglio piuttosto”), dicevo la maggioranza è di sinistra (PD, M5S e tutti gli altri i piccoli satelliti, per arrivare alla Lega che per colpa, o merito, del Covid è dovuta montare sul carro) una maggioranza di sinistra che riesce a fa muovere sindacati e scioperi. Cari Signori, il bello deve ancora venire. Di solito ci ho azzeccato spesso nelle mie previsioni: vedi i proclami sull’apertura del punto nascite a Castelnovo Monti; l’andamento sempre più verso la riduzione della sanità locale; il sospetto che certe forze come le cicogne poi non avrebbero volato a lungo (forse sono migrate verso i Paesi caldi, perchè obiettivamente non le sento più); la delusione per quanto operato dal M5S che mi ha indotto ad eliminare fin la maglia (non l’ho bruciata, la usa a pulire i vetri dell’automobile così mi ricordo tutti i giorni che a certe personaggi devo dare credito solo quando fanno i comici, niente di più). Orbene se ne vedranno delle belle perchè se davvero uno Stato premia (alzando lo stipendio) politici, burocrati, fruitori del reddito di cittadinanza (spesso senza averne diritto oppure alimentando la delinquenza locale perchè senza controllo) ecc. mentre penalizza con rialzi esagerati dei costi della vita di tutti i giorni tutta quella popolazione che davvero produce il cosiddetto PIL, uno Stato che permette tutto questo ha in se il cancro della bancarotta….alla faccia della meritocrazia.
    Vi saluti cari concittadini e auguro a Voi ed alle Vostre famiglie
    “Buone Festività”
    Dott.Cavana…..stavolta da Cavalese(TN)

    Dott.Cavana

    Rispondi
  4. Dottore se nella summa cosmica delle disgrazie ha sentito la necessità di annoverare anche le Cicogne deve avere avuto qualche problema irrisolto con loro. Comunque loro ci sono ancora e non più tardi del giorno dell’Immacolata hanno fatto una iniziativa di cui hanno scritto anche il Carlino e la Gazzetta.
    Gianni Marconi

    Rispondi
    • Certo che veder scrivere con disprezzo di sindaci, politici e burocrati, uno che si è candidato per fare il sindaco, è allucinante…quasi quanto sentir definire quello in carica un governo di sinistra!
      Un po’ ci mancava il suo consueto frullato di ovvietà, luoghi comuni e chiacchiere da bar, però devo darle ragione quando scrive “a certe personaggi devo dare credito solo quando fanno i comici, niente di più” …ma attenzione all’effetto boomerang!!!

      Andrea

      Rispondi
  5. Credo che l’aumento rapportato alle responsabilità che ha un sindaco sia ancora troppo basso, negli anni a venire sarà sempre più difficile trovare persone di valore e competenti dispose a portare “la croce”.

    Roberto

    Rispondi
    • Lei probabilmente è un sindaco o ha intenzione di diventarlo, la vera croce la portano i padri di famiglia che a fatica arrivano a fine mese e oltretutto si vedono aumentare le tasse perché chi sta in alto amministra male oppure è insaziabile. Lo sa che facendo la differenziata c’è chi ci guadagna? la plastica il vetro e il cartone vengono rigenerati e rivenduti e come ringraziamento ci aumentato il costo del servizio. Bella presa per i fondelli, e poi sento che ai sindaci viene anche aumentato lo stipendio ma il mio quando lo aumentano?
      No io non ci sto e sarebbe ora che un po’ tutti protestassero per questo vizio nazionale di aumentare i premi ai politici che oltretutto spesso sono degli incapaci e dei corrotti.

      Giovanni

      Rispondi
      • il suo stipendio aumenterà quando il suo servizio sarà migliore! se pensa di essere troppo poco pagato cambi azienda o settore!

        Roberto

        Rispondi
        • Il mio stipendio non aumenta perché a differenza dei politici non ho il potere di deciderlo in autonomia. La sua arroganza è fuori luogo in quanto non mi conosce e non conosce la qualità del servizio che svolgo mentre io conosco bene quello di molti politici quindi non si permetta di fare questi commenti. Dato che politici e amministratori pubblici sono pagati con il mio denaro invece io ho tutto il diritto di fare critiche sul loro operato. Mi auguro vivamente che lei non sia uno di questi o non lo diventi perché di personaggi come lei nelle cariche che che contano ne abbiamo anche troppi. Saluti.

          Giovanni

          Rispondi
  6. I Sindaci hanno un ruolo fondamentale nel far rispettare i Decreti da cui assistiamo a 2 anni a questa parte, quindi….

    commento firmato

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy





Powered by WordPress | Officina48