Home Homepage L’Unione Tresinaro Secchia: più agenti e sistemi di videosorveglianza

L’Unione Tresinaro Secchia: più agenti e sistemi di videosorveglianza

4
0

Ulteriori impianti di videosorveglianza e sei unità in più per la polizia locale “E' davvero importante lo sforzo che i

Fabrizio Corti

Comuni dell'Unione Tresinaro Secchia stanno compiendo a favore della sicurezza del territorio e delle nostre comunità – spiega Fabrizio Corti, sindaco di Baiso e assessore dell'Unione con delega a polizia locale e sicurezza – Oltre al nuovo Comando che verrà realizzato a Casalgrande, destinato ad ospitare anche la centrale operativa e una nuova autorimessa, il corpo di Polizia è stato infatti appena potenziato con due nuovi ispettori, ai quali si aggiungeranno altri quattro operatori, che saranno reclutati attraverso il bando regionale”.

Salirà così a 49 unità l'organico di polizia locale, guidato dal comandante Italo Rosati, “ma il potenziamento non sarà solo quantitativo ma anche qualitativo”, sottolinea l'assessore dell'Unione, Fabrizio Corti. “Dei 13 Comuni reggiani che, a metà dicembre, hanno sottoscritto in Prefettura i patti per l’attuazione della sicurezza urbana e l’installazione di sistemi di videosorveglianza finalizzati ad accedere ai fondi stanziati dal Governo per il 2021 – aggiunge Corti - ben 4 appartengono infatti alla nostra Unione: Baiso, Castellarano, Rubiera e Scandiano”.

Ben 27 i milioni complessivamente stanziati con il decreto interministeriale (Ministro dell’Interno e MEF) del 9 ottobre 2021, sulla base del Decreto legge 14/2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” che indica, tra gli strumenti privilegiati per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, l’installazione di sistemi di videosorveglianza. Superato il vaglio del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, le richieste di finanziamento saranno valutate da un’apposita commissione istituita presso il Dipartimento della Pubblica sicurezza che provvederà all’approvazione della graduatoria dei progetti di videosorveglianza, ai fini della successiva erogazione delle risorse.

“Puntiamo a poter disporre, oltre alle telecamere installate in diversi comuni un paio d'anni fa, su ulteriori strumenti all'avanguardia per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità, migliorare la sicurezza dei cittadini e garantire il rispetto del decoro urbano, dando risposte a tutto il territorio dell'Unione - spiega il sindaco di Scandiano e presidente dell'Unione, Matteo Nasciuti – Un aiuto prezioso per il lavoro di tutte le forze dell'ordine ed anche della nostra Polizia locale, che potrà presto contare anche su una nuova sede”.

Articolo precedenteCovid, aggiornamento: 793 nuovi contagi a Reggio Emilia e provincia
Articolo successivoCarpineti: la Protezione civile all’opera per interventi post-nevicata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.