Domenica 9 gennaio, con la solennità del battesimo di Gesù si conclude il tempo di Natale

Riceviamo e pubblichiamo

 

Foglio d’informazione e vita cristiana della Unità Pastorale di Vetto
(Parrocchie di Cola, Crovara, Gottano, Piagnolo e Vetto)
Vetto: tel. 0522 815556 – mail: [email protected]
Parroco: don Bogumil Krankowski tel. 3395657978 mail: [email protected]


Domenica 09 gennaio 2022
Battesimo di Gesù (anno C)


 

Riflessioni sul Vangelo

Nelle riflessioni di alcuni padri della Chiesa la solennità del battesimo di Gesù, con cui concludiamo il tempo di Natale, era la vera e propria manifestazione (epifania) della sua identità divina. Scopriamo perché.

Nella prima lettura il profeta Isaia porta un grande annuncio («Consolate, consolate il mio popolo»), secondo cui Dio avrebbe condotto Israele dall’esilio al ritorno nella Terra promessa. Non solo: il Signore promette anche di concedere il perdono dei peccati, tramite una grazia doppia rispetto alle colpe compiute dal popolo («la sua colpa è scontata, perché ha ricevuto dalla mano del Signore il doppio per tutti i suoi peccati»). La guida sicura del Signore permetterà al popolo di attraversare in sicurezza la lunga e pericolosa strada che divideva Babilonia da Gerusalemme («Come un pastore egli fa pascolare il gregge e con il suo braccio lo raduna; porta gli agnellini sul petto e conduce dolcemente le pecore madri»). In questa consolazione immensa sarà manifestata la potenza del Signore davanti a tutte le genti e ogni uomo o donna sentirà la sua voce («Allora si rivelerà la gloria del Signore e tutti gli uomini insieme la vedranno, perché la bocca del Signore ha parlato»).

Come Israele era in attesa della salvezza del Signore dalla schiavitù babilonese, il vangelo ci presenta il popolo in attesa del Messia al tempo della predicazione di Giovanni Battista, il cui esempio straordinario faceva pensare a qualcuno che fosse lui stesso il Cristo. Ma il Battista è molto netto nel sottolineare la differenza tra il suo battesimo e quello del salvatore: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». La simbologia è forte: mentre l’acqua è in grado di purificare solo l’esterno delle cose, il fuoco può incidere anche in profondità ed eliminare tutte le impurità; in senso teologico, il fuoco dello Spirito purifica il cuore dell’uomo dal peccato originale, per renderlo santo agli occhi di Dio.
Il momento cruciale del brano avviene però «mentre tutto il popolo veniva battezzato» e Gesù in esso, a significare la vicinanza di Dio alla storia e alla sete di salvezza degli uomini; Gesù è in tutto e per tutto “uno di noi”, il buon pastore che, pur non avendo peccato, si mescola alle pecore del suo gregge per ricevere il segno della loro conversione. L’evangelista sottolinea però che egli «stava in preghiera»: non era cioè solo, ma era continuamente in relazione con Dio per poter vivere appeno la sua missione di salvezza inaugurata con il gesto appena ricevuto.
Ma ecco che la profezia della manifestazione della gloria di Dio, annunciata dal profeta nella prima lettura, si realizza: «il cielo si aprì», avvenimento che sottolinea la rivelazione del progetto di Dio, «e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba», simbolo che ricorda la colomba mandata da Noè fuori dall’arca e che tornò con la foglia d’ulivo nel becco ad annunciare la pace di Dio dopo il diluvio. La scena grandiosa si chiude con una voce possente, che rivela la vera identità di questa persona: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».
Ora Cristo viene chiamato in modo inequivocabile Figlio di Dio, colui che assomiglia al Padre e ne rivela il vero volto misericordioso. Ma non solo: Gesù diviene anche il primogenito del nuovo popolo eletto. Infatti, attraverso il battesimo che abbiamo ricevuto, anche noi credenti siamo stati riempiti di Spirito Santo e in Cristo possiamo rivolgerci a Dio chiamandolo “Padre” (cfr. Gal 4, 4-7).
Meditiamo a fondo questi versetti e coltiviamo la nostra preghiera con Dio; manteniamo il cielo aperto sopra di noi e teniamo lo sguardo fisso verso l’alto, per capire il progetto che Dio ha preparato davanti a noi per la nostra santificazione.
-------------------------------------

 

 

Settimana in Parrocchia

Incontri di catechismo in parrocchia.
La Comunità intera accompagni il nostro cammino con la preghiera:

• 2^ elementare: VENERDI’ dalle 15,15 alle 16,15 – catechista Lina Guazzetti
• 3^ elementare: MERCOLEDI’ dalle 14,45 alle 15,45 – catechista Marta Maroni
•  4^ elementare: LUNEDI’ dalle ore 14,30 alle 15,30 – catechista Silvia
• 5^ elementare: SABATO dalle ore 15,00 alle 16,00 – catechista Claudia
• 1^ e 2^ media: DOMENICA alle ore 9,30 – catechista Matteo Genitoni
Al più presto inizierà anche il percorso del “dopo-cresima” con Maurizio e Nazzareno.
Buon lavoro a tutti e grazie a chi ha dato il proprio contributo prezioso per rendere il nostro “vecchio oratorio” una “Nuova e accogliente stanza per il catechismo dei bambini e dei ragazzi”.
-------------------------------------

 

 

Parrocchia di Vetto – Cooperativa Maria Spaggiari Boni
La Parrocchia di Vetto, tramite la Cooperativa Maria Spaggiari Boni, nell’intento di andare incontro ai bisogni delle persone, specialmente quelle anziane, istituisce un servizio di collaborazione per commissioni e visite domiciliari di sostegno.
Il servizio sarà svolto da Claudia Beretti dipendente della cooperativa stessa.
Per informazioni contattare:
Don Bogumil tel. 0522-815556 cell. 339-5657978
Lidia Nobili tel. 0522-815376 cell. 333-8661510
-------------------------------------

 

 

 

“Lectio divina sulle letture delle domeniche dell’anno A”
E’ ancora in vendita il secondo volume delle riflessioni di don Paul sulle letture domenicali (1°- 2° lettura e Vangelo). E’ uno strumento, sempre valido, che permette al fedele di rileggere e meditare con tranquillità e serenità i brani che la Chiesa ha proposto nell’anno liturgico A.
Il libro, che ha un prezzo di acquisto di 10 €, è reperibile presso contattando telefonicamente i numeri:
3286999879 (Erio); 3349832188 (Ivano) e 3388784354 (Matteo).

-------------------------------------

 

 


 

Sante Messe e celebrazioni dell’Unità Pastorale di Vetto con intenzioni

Durante le ss. Messe (18-24 dicembre) sarà recitata la novena di Natale

VETTO

Sabato 08 gennaio: ore 17,00 S. Messa Def. Czeslaw e Wieslaw e defunti fam. Krankowski

• Domenica 09 gennaio Battesimo del Signore: ore 10,30 S. Messa

• Martedì 11 gennaio: ore 16,00 S. Messa Def. Ferri Paolo

• Mercoledì 12 gennaio: ore 17,00 S. Messa secondo intenzione persona devota

• Giovedì 13 gennaio: ore 10,30 S. Messa Def. Nicolosi Sonia

• Venerdì 14 gennaio: ore 16,00 S. Messa per le Anime del Purgatorio

• Sabato 15 gennaio: ore 17,00 S. Messa

• Domenica 16 gennaio II Tempo Ordinario: ore 10,30 S. Messa Def. Don Gianni Bigi
---------------------------------------------------------ore 15,30-17 Adorazione Eucaristica


COLA
• Domenica 09 gennaio
Battesimo del Signore: ore 9,00 S. Messa Def. Azzolini Pietro e Benedetta

• Domenica 16 gennaio II Tempo Ordinario: ore 9,00 S. Messa Def. Bertei Anna e Grimelli Mino

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48