Prima gara di scialpinismo della stagione: circa 100 atleti a Cerreto Laghi per la Skialp Race

Una gara inusuale per l'Appennino reggiano quella che si è disputata sabato 15 gennaio a Cerreto Laghi. Lo scialpinismo a livello agonistico è poco diffuso sui nostri monti, come afferma Nicolò Provettini, carabiniere della stazione di Collagna e parte dello staff che ha organizzato l'evento. "Siamo una nicchia ristretta, il 99% delle volte siamo costretti ad andare sulle Alpi per disputare una gara. Essere riusciti a organizzare un evento di questo tipo a Cerreto Laghi è un traguardo che speriamo di ripetere ogni anno".

La manifestazione di scialpinismo competitivo e non competitivo è stata organizzata dal Team Skiapp in memoria di Andrea Diobelli, atleta scomparso lo scorso anno mentre praticava scialpinismo in Appennino reggiano. Hanno partecipato circa 100 atleti provenienti prevalentemente dalle vicine Toscana e Lombardia, ma anche un numero sufficiente di emiliano romagnoli: di cui cinque da Reggio Emilia, dieci da Modena e altri cinque da Parma.

Sono stati proprio due reggiani, Simone Corsini e Nicola Rossi ad aggiudicarsi il secondo e terzo podio, mentre il primo premio va al toscano Filippo Ciccarelli. Alla manifestazione competitiva e non hanno partecipato atleti di età che andavano dai 18 ai 60 anni. "Abbiamo avuto anche due atleti paralimpici - continua Provettini -, come il 46enne Moreno Pesce la cui storia è d'ispirazione per molti altri del settore". Moreno ha infatti perso la gamba sinistra in un grave incidente motociclistico, ma continua a praticare sport di montagna come il trail running e la scalata.

Ha dato il via alla gara il sindaco di Ventasso, Enrico Ferretti. Alle 17 tutti sulle piste per la prima risalita su tre con pelli di foca. "La difficoltà in più era che la gara si disputava di notte - conclude Nicolò -, e quindi gli atleti dovevano indossare una luce frontale montata sul casco per poter vedere. Fortunatamente una fonte di illuminazione in più l'ha data la luna, che sabato sera era piena".

E nel ringraziare la disponibilità data dalla stazione sciistica di Cerreto Laghi, oltre agli operatori della Croce Rossa, i carabinieri e il Soccorso Alpino che hanno vigilato sugli atleti, lo staff del Team Skiapp lascia le piste con la promessa di tornare ogni anno con la Skialp Race e chissà, forse un altro evento prima che si concluda la stagione invernale.

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48