Il 7 febbraio parte il nuovo corso per i volontari della Croce Rossa di Casina

Dopo un anno di stop dovuto alla pandemia, quest'anno riparte il corso per aspiranti volontari del soccorso della Croce Rossa di Casina.

Il corso inizierà lunedì 7 febbraio e si può fare richiesta di iscrizione entro il 6 febbraio, contattando il numero 331 1109075 oppure scaricando i moduli attraverso il sito www.cricasina.it.

Il 39° corso per aspiranti volontari del soccorso arriva in un momento complesso per l’associazione: a causa della pandemia lo scorso anno non è stato possibile organizzare la formazione per immettere nuovi volontari, e con la crescita della richiesta di servizi, anch’essa legata all’emergenza Covid, la situazione ha portato ad alcune criticità.

“Mai come quest’anno – spiega il presidente della Croce Rossa di Casina, Andrea Soncini – abbiamo bisogno di volontari: gli ultimi anni hanno messo a dura prova la nostra associazione, che è sempre stata solida, presente e attiva sul territorio. La CRI ricopre un ruolo di servizio fondamentale per la comunità: 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 per 365 giorni all’anno, a partire ovviamente dall’emergenza - urgenza, fondamentale per arrivare tempestivi a soccorrere chi ha bisogno. Non possiamo però tralasciare tutti gli altri fondamentali servizi che portiamo avanti: la Croce Rossa presta anche assistenza sportiva, organizza distribuzione di medicinali a domicilio, e ovviamente trasporti sanitari. Negli ultimi mesi - continua il presidente - le visite programmate sono aumentate in maniera esponenziale e per poter continuare a fornire tutti i servizi ed essere d’aiuto alla comunità abbiamo bisogno di persone. Nuovi volontari che, anche solo per qualche ora a settimana, si possano rendere disponibili a salire su un mezzo CRI e accompagnare persone che non riuscirebbero altrimenti ad accedere a controlli o terapie”.

Il corso base sarà costituito da poche serate, e già alla sua conclusione sarà possibile diventare volontari. Poi in base al tempo, le attitudini, inclinazioni o capacità ciascuno potrà decidere se proseguire il percorso per arrivare ad essere operativi anche nelle emergenze - urgenze.

“Siamo felici – conclude Soncini – perché alla serata di presentazione del corso hanno partecipato anche 15 ragazzi non ancora maggiorenni. Purtroppo non potranno a breve salire in ambulanza, ma  saranno sicuramente solide basi per il futuro di questa associazione. Abbiamo riscoperto giovani che sono disponibili ad aiutare: spesso si parla dei ragazzi esprimendo una loro supposta mancanza di valori, ma in realtà non è così, anzi al momento quello che ci manca è qualche adulto in più disposto a arricchire la sua giornata con una esperienza in croce rossa. Un’attività che, a chi la sceglie, dà molto di più di quanto viene richiesto, in termini di soddisfazioni, amicizia, gratitudine da parte delle persone assistite”.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48