Home Cronaca Contro la violenza di genere, a Casina “Educazione emotiva” con la psicologa...

Contro la violenza di genere, a Casina “Educazione emotiva” con la psicologa clinico sociale Phd Canovi

6
0
Ilaria Cilloni

Il Comune di Casina dimostra di essere attento verso il contrasto alla violenza di genere, un tema troppo attuale che va affrontato costantemente.

Più volte viene ribadito che le basi di violenza di genere affondano in una cultura e in una società ancora patriarcali e maschiliste; è necessario intervenire sulle nuove generazioni. La conoscenza del fenomeno è fondamentale per imparare a riconoscerlo e a contrastarlo.

Per questo l’amministrazione comunale ha organizzato, presso la Casa della cultura, la rassegna “Educazione emotiva”: nei prossimi mesi la psicologa clinico sociale phd Ameya Gabriella Canovi terrà una serie di incontri, dedicati ai temi di genere ed al contrasto alla violenza e alla discriminazione. Un dialogo con professioniste provenienti da diversi ambiti, dallo scientifico all’artistico, e accomunate dall’indagine su questi temi.

“Il 25 novembre 2021 durante un incontro alla Casa della Cultura in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, ci siamo ripromessi di continuare a parlare di questi temi tutto l’anno", così l’assessora Ilaria Cilloni annuncia l’avvio di questi incontri e aggiunge: "Con questa iniziativa intendiamo tenere accesi i riflettori su una problematica e che va, appunto, oltre la giornata dedicata a questo tema, del 25 novembre. È fondamentale – afferma - porre in campo azioni di sensibilizzazione tra la popolazione sui temi della violenza di genere. Con l’avvio di questa rassegna riprendiamo una iniziativa, interrotta per la pandemia che abbiamo avviato appena si è insediata questa amministrazione. La psicologa Canovi terrà un incontro al mese, fino a giugno”.

Il primo appuntamento è mercoledì 6 aprile nella sala civica alle 20:30, dove la dottoressa Canovi dialogherà con l’artista Elena Mazzi per un incontro dal titolo “Le parole della violenza”.

La sala civica ospita per altro l’opera permanente “Parole parole parole” realizzata dall’artista Elena Mazzi, che ha lavorato insieme a un gruppo di donne per realizzare, attraverso tre workshop, un’installazione diffusa per il contrasto della violenza di genere.

 

Articolo precedenteDopo il grande cordoglio, la famiglia di Franco Correggi attraverso il nostro giornale ringrazia
Articolo successivoCastelnovo, serio incidente alla Croce, coinvolte due auto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.