Nel giorno di Pasqua la Santa Messa anche a Gombio alle 9.30

Riceviamo e pubblichiamo

 


Zona Pastorale di Felina
10.04.2022 - Domenica delle Palme  - Anno C


Introduzione alle letture

Prima Lettura Is 50,4-7:
Isaia profetizza la passione di Cristo.

Salmo Responsoriale Sal 21,8-9; 17-18a; 19-20; 23-24:
Anche il salmista profetizza la Passione di Cristo.

Seconda Lettura Fil 2,6-11:
L’apostolo mette in evidenza l’umiliazione di Cristo
quale via per la sua glorificazione.

Vangelo Lc 22,14-23,56:
L’evangelista ci narra dal suo punto di vista la Passione di Gesù.


 

Calendario settimanale

 

Con il passaggio all’ora legale (27 marzo) le sante messe vespertine, da lunedì 28, sono celebrate alle ore 16.30 e alle ore 18.30.

 

Domenica 10 Aprile - Domenica delle PALME

  • Ore 15,30 16,30 A Gatta sarà presente un confessore.
  • Dalle ore 16,00 in poi in oratorio a Castelnovo
    momento di fraternità con le famiglie ucraine giunte in montagna.

 

Giovedì 14 Aprile Giovedì Santo
Ore 20,30 Santa Messa nella CENA del SIGNORE.

 

Tutte le celebrazioni del triduo pasquale saranno a Felina in chiesa parrocchiale

Venerdì 15 Aprile Venerdì Santo

  • Ore 8,00 Preghiera delle lodi (chiesa parrocchiale Felina)
  • Ore 15,30 Via Crucis poi fino alle ore 18,30 spazio per le confessioni).
  • Ore 20,30 Celebrazione della Passione del Signore

Sabato 16 Aprile Sabato Santo

  • Ore 8,00 Preghiera delle lodi (chiesa parrocchiale Felina)
  • Dalle ore 15,30 alle 16,30 confessioni (chiesa Villaberza)
  • Dalle ore 15,30 alle 18,30 confessioni (chiesa parrocchiale Felina)
  • Ore 21,00 “Solenne Veglia Pasquale” (chiesa parrocchiale Felina)

Domenica 17 Aprile PASQUA di RISURREZIONE

  • Ore 8,00 Santa Messa a Felina (chiesa Parrocchiale).
  • Ore 9,30 Santa Messa a Gatta e Gombio (chiesa Parrocchiale).
  • Ore 11,00 Santa Messa a Felina e Villaberza

 

 

Caritas Castelnovo ne' Monti - Felina

La diocesi tramite la Caritas sta sostenendo l’attività delle Caritas ucraina, moldava, polacca, rumena, nel mantenere in attività tutta la rete dei centri polivalenti che sono stati attrezzati per aiutare i tanti sfollati, distribuendo generi alimentari, prodotti per l’igiene, acqua potabile, prodotti per il riscaldamento e fornendo assistenza sanitaria e supporto psicologico per tanti anziani rimasti soli.
Per ora non raccoglie materiale, ma solo eventuale disponibilità di materiali o strutture per l’accoglienza.
Per sostenere l’attività Caritas si può fare un bonifico sull’Iban: IT54 C07072 12805 000000127543 intestato a Compagnia del SS. Sacramento – Caritas Reggiana – Missioni diocesane Ramo Onlus


 

Enciclica Laudato sii del Santo Padre Francesco
Capitolo sesto - “Educazione e spiritualità ecologica”

V. Amore civile e politico
228. La cura per la natura è parte di uno stile di vita che implica capacità di vivere insieme e di comunione. Gesù ci ha ricordato che abbiamo Dio come nostro Padre comune e che questo ci rende fratelli. L’amore fraterno può solo essere gratuito, non può mai essere un compenso per ciò che un altro realizza, né un anticipo per quanto speriamo che faccia. Per questo è possibile amare i nemici.
Questa stessa gratuità ci porta ad amare e accettare il vento, il sole o le nubi, benché non si sottomettano al nostro controllo. Per questo possiamo parlare di una fraternità universale.


 

Per pregare con il Vangelo della prossima Domenica


Domenica di Pasqua (Anno C)
17 Aprile 2022
Vangelo secondo Luca (Lc 22,14-23,56)

ll primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario — che era stato sul suo capo — non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. lnfatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

 


 

 

 

Zona pastorale di Felina: parrocchie di Felina - Gatta - Villaberza - Gombio - Montecastagneto

Agenzia Redacon ©
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48