Emil Banca contro lo spreco alimentare: ecco come

LOsservatorio Waste Watcher International di Andrea Segrè, partner scientifico della campagna Spreco Zero, ha calcolato che ogni famiglia dei 700 collaboratori della Bcc emiliana butta via circa 360 grammi di cibo alla settimana,  lobiettivo è di ridurlo del 10 per cento entro 12 mesi 

 

Passare dagli attuali 360 grammi di cibo buttato, ogni settimana per ogni famiglia dei propri collaboratori, a poco più di 330 grammi entro i prossimi 12 mesi. Un obiettivo chiaro e preciso che Emil Banca ha fissato nel proprio Piano triennale per la Sostenibilità, in coerenza con quelli che sono gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 che, al punto 12.3, chiede ai Paesi che vi hanno aderito di muoversi per ridurre lo spreco alimentare del 50 per cento entro i prossimi 8 anni.

Secondo i dati dell’Osservatorio Waste Watcher International (partner scientifico della campagna Spreco Zero) presieduto dal Professor Andrea Segrè, che da anni ha il supporto della Bcc presente in tutta l’Emilia, in Italia si spreca cibo per 10 miliardi di euro all’anno, buttando tra i rifiuti, se si considera anche lo spreco della filiera, più di 3,5 milioni di tonnellate di alimenti ogni 12 mesi. 

Lo scorso dicembre ben 340 collaboratori (il 47% del totale dei dipendenti della Banca, alcuni dei quali del nostro Appennino) hanno risposto ad un questionario per verificare le proprie abitudini alimentari ed i principali comportamenti legati allo spreco alimentare.

I risultati dello studio, gestito dagli esperti dell’Osservatorio del Professor Segrè, hanno evidenziato che lo spreco alimentare medio settimanale delle famiglie dei collaboratori di Emil Banca che hanno risposto al questionario è pari a 367 grammi, contro i 529 della media nazionale.

Alla luce di questi numeri, Emil Banca si è posta lobiettivo di ridurre lo spreco alimentare delle famiglie dei propri collaboratori di almeno il 10% entro i prossimi 12 mesi.

Per farlo ha puntato prima di tutto sulla formazione: nei prossimi mesi renderà disponibili ai propri Collaboratori dei video dialoghi in cui esperti del settore affronteranno con focus specifici i principali aspetti del problema, questo al fine di consentire ed accrescere la sensibilità sullo spreco alimentare e migliorare i comportamenti che stanno alla base dello stesso.

Nei webinar, che partiranno ad aprile, si parlerà dei vari metodi per sprecare meno, partendo da una maggior programmazione e da una lista della spesa ponderata, che eviti di cedere alle lusinghe del marketing

Tra un anno si ripeterà la rilevazione per monitorare i progressi e per misurare il raggiungimento dell’obiettivo finale. Ma il progetto sullo spreco alimentare ha già prodotto i primi risultati positivi: su proposta del proprio Comitato Endoconsiliare per la Sostenibilità, Emil Banca per ogni questionario compilato ha donato 10 euro al Cefa, per un totale di 3.400 euro che serviranno per installare cinque impianti di irrigazione a goccia in Etiopia, a beneficio di 500 agricoltori, permettendo un netto miglioramento della produzione agricola e della sicurezza alimentare della popolazione coinvolta.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48