Casina, vandali braccati dalle telecamere

Danneggiare beni ad uso pubblico e lasciare rifiuti in giro, sembra sia diventato un genere di ‘divertimento’ per qualcuno, o per qualche gruppo di persone. E questa volta l’inciviltà, la cattiveria e la mancanza di senso civico sono andate in scena al Lago dei Pini, dove i vandali hanno devastato la casa in uso dai volontari dell'associazione Botel del Tassobbio. Per il solo cattivo 'gusto' di danneggiare.

Dura la condanna del sindaco e tutta la comunità di Casina.

Sui social lo sfogo del primo cittadino Stefano Costi: “Se è gente di Casina sono molto dispiaciuto e ancora di più preoccupato. Se è gente che viene da fuori, sono dispiaciuto ugualmente e preoccupato per le comunità in cui vivono. Ma ditemi, come si può essere? Danneggiare una proprietà pubblica, affidata ad una associazione che si fa in quattro per mantenere in ordine e fruibile a tutti un'oasi a due passi dal centro del Capoluogo, risistemata meno di un anno fa con soldi pubblici, da dovunque provengano gli autori sono davvero amareggiato al pensiero che abbiamo a che fare con certa gente anche a Casina”.

“I Botel del Tassobbio che hanno in gestione il lago e la struttura – continua - come sempre non si sono persi d'animo e hanno già sistemato tutto, a loro va tutta la nostra solidarietà e il nostro ringraziamento per l'impegno volontario che mettono a disposizione di tutti. Ad ogni buon conto speriamo che le immagini registrate dalle telecamere installate ci possano permettere, non per tanto, ma solo per vedere chi è capace di tali imprese, di individuare i responsabili”.

E conclude: “Peccato per i personaggi che hanno compiuto questi inutili atti di vandalismo, e fortuna che ci sono persone, la maggioranza, che hanno ben presente cos'è il bene comune, come i 'Botel del Tassobbio' che ancora ringrazio. Speriamo non si verifichino più certe cose”.

 

 

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Non c è più rispetto x bene pubblico ed altro.
    Purtroppo manca l ‘Educazione.!!!
    Cg.

    C G

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48