Home Cronaca Ennesimo incidente, quattro giovani feriti alla rotonda del Bocco sulla ss 63

Ennesimo incidente, quattro giovani feriti alla rotonda del Bocco sulla ss 63

12
8

Ennesimo incidente a Casina, alla prima rotonda del Bocco, salendo lungo la ss 63, famosa per questo tipo di incidenti.

L'auto, una Nissan Micra con 4 occupanti a bordo, scendeva da Castelnovo ne' Monti in direzione Reggio Emilia. I passeggeri, giovanissimi della Bassa, pur in presenza della segnaletica e dei limiti non si aspettavano il repentino cambio di direzione e abbassamento della velocità finendo contro il guard rail.

I feriti, non gravi, sono stati soccorsi dalla vettura che era dietro di loro occupata da due coniugi che hanno allertato subito i soccorsi lanciando l'allarme alla centrale del 118.

Sul posto sono intervenute le ambulanze della Croce rossa di Casina e della Croce verde di Villa Minozzo che hanno trasferito al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia i 4 giovani.

 

Articolo precedenteAcqua dell’orso (foto di Enrica Ragazzi)
Articolo successivoCastelnovo, mercoledì 20 senso unico alternato sul ponte della Sp 9 sul rio Spirola a Gnana

8 Commenti

  1. Auguri di pronta guarigione ai 4 ragazzi feriti. Anticipo le polemiche, ho fatto quella rotonda centinaia di volte e la si puo’ fare guidando tranquilli con una mano, se si va nei limiti di velocita’ previsti (50 kl).

    Gian

  2. L’articolo lo dice bene, pur in presenza della segnaletica… Limite di velocità, serie di cartelli di pericolo, tre semafori lampeggianti e bande rumorose! Impreparazione superficialità arroganza e distrazione alla guida sono le cause e non la pericolosità della rotatoria che come insisto è ben segnalata ma tra poco leggeremo commenti che dicono: bisogna togliere la rotonda…

    Giovanni

  3. Quella rotonda, come già è stato segnalato da un eltro lettore, è fuori legge in quanto la normativa vignete vieta la costruzione di rotonde immediatamente prima o dopo le gallerie.

    Solstizio

  4. Alle volte mi domando come mai il mio, vostro appennino sia così bistrattato a paragone degli adiacenti modenese e parmense. Poi mi ricordo di quella rotonda, e mi ricordo che c’è persino gente che la difende. La colpa, dicono, è di chi non fa i trenta all’ora come indicato. In verità, in verità vi dico, che quando propongo glo esercizi sulla accelerazione centripeta, il valore ottenuto anche ai trenta all’ora risulta eccessivo. Va benissimo così. Ah, poi la pendenza è verso l’esterno, ma va benissimo, ripeto. Io faccio i venticinque.

    Roberto

  5. Rotonda folle. Immediatamente all’uscita della galleria. Mentre la si percorre anche ai 30 km all’ora è in contropendenza e non si vede davanti al cofano. Si fa con i riferimenti visivi attorno. Solo un incapace poteva pensarla così. Non è il primo, non sarà l’ultimo.

    paolo

  6. tutto vero e tutto corretto , ma in realtà al Bocco le rotonde sono 2 . Il dubbio è se si potesse servire i residenti e le attività con una sola rotatoria, magari studiata con attenzione e nel contempo impiegare le risorse finanziarie della seconda rotatoria per correggere il tracciato della SS 63 al ponte di Rio Torbido ed a quelllo della Bettola…..

  7. Ancora c’è gente convinta che la colpa sia sempre e solo degli automobilisti.. ma se così fosse, perché in quella rotonda avviene almeno un incidente al mese e nelle altre nessuno? si distraggono tutti solo in quel tratto di strada? o forse accelerano tutti proprio li nell’ultima galleria per qualche motivo a me ignoto?
    quella rotonda andrebbe eliminata per una serie infinita di motivi, ma primo fra tutti il fatto che sia oggettivamente pericolosa. e chi ha approvato i lavori andrebbe immediatamente rimosso dal suo incarico, almeno non può più fare altri danni alla comunità!

    Andrea

  8. Tutti parlano di limiti di velocità non rispettati ed è vero…. Però questo investimento di soldi pubblici suppongo sia stato fatto per diminuire i tempi di percorrenza ed aumentare la sicurezza!!!!!! Ennesimo spreco di soldi pubblici!!!!

    Luigi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.