Giallo di Toano, il riesame dispone la custodia cautelare in carcere per la figlia e il genero

Il tribunale della Libertà di Bologna, a cui si era rivolta la procura reggiana che coordina le indagini dei carabinieri, impugnando l’ordinanza del gip, ha disposto la custodia cautelare in carcere per la figlia e per il genero di Giuseppe Pedrazzini, il 77enne trovato morto lo scorso mese di maggio nel pozzo ubicato vicino alla sua abitazione a Cerrè Marabino. L' uomo era scomparso da qualche tempo ma i familiari non ne avevano denunciato l'allontanamento.

La figlie e il genero di Pedrazzini hanno l'obbligo di firma e di dimora. Per i giudici bolognesi, la misura più afflittiva deve applicarsi non solo sui reati di truffa e soppressione di cadavere, ma anche per sequestro di persona.

Nei confronti della vedova rimane l’obbligo di firma e di dimora, ma anche per lei si estende al sequestro di persona.

Le misure cautelari sono sospese e non esecutive fino a quando non diventano definitive, cioè fino a una decisione della Cassazione su un eventuale ricorso delle difese.

La vedova tempo fa ha dichiarato che l'anziano è deceduto per cause naturali e che poi la figlia e il genero avrebbero gettato il corpo nel pozzo, chiudendolo con una lastra pesante. Qualunque sia la causa del decesso l’unica certezza sembra essere che i familiari abbiano taciuto per un interesse economico, come sottolineato dal Gip nell’ordinanza dello scorso 16 maggio.

(fonte stampa locale)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Che tristezza infinita…vicinanza ai famigliari che volevano davvero bene a Giuseppe

    Giordano

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48