Dall’Appennino allo spazio, attorno al Sole orbita l’asteroide “Carpineti”

Carpineti è ufficialmente nello spazio.

Lo scorso 27 luglio l'International Astronomical Union ha confermato il nome "Carpineti" per l'asteroide scoperto da Michal Zolnowski e Michal Kusiak.

"Carpineti espande i suoi confini e si proietta nella volta celeste, grazie all'iniziativa di Michal Zolnowski, nostro cittadino 'adottivo'  e del suo collega Michal Kusiak. - ci racconta il sindaco di Carpineti Tiziano Borghi - Grazie al loro spirito scientifico e mossi da una volontà di svelare i segreti dell'universo, Michal e Michal hanno dedicato tempo ed energie a scrutare il cielo fino alla scoperta di un nuovo asteroide che hanno voluto battezzare "Carpineti", in onore del nostro comune. È per noi un grande orgoglio e un apprezzatissimo regalo che non fa che dare lustro al nostro territorio e darà a tutti noi un motivo in più per lanciare di tanto in tanto uno sguardo al cielo stellato. Purtroppo non sarà facile individuare a occhio nudo il corpo celeste che vanta 3-7 km quadrati di superficie con un orbita solare di c. 4 anni, transitando tra Marte e Giove. Ma sicuramente sapere che un pezzo di Carpineti appartiene alle orbite siderali ci renderà un po' più sognatori e ci farà riflettere sulla nostra dimensione terreste rispetto all'infinità dell'universo."

L'asteroide non è pericoloso per la Terra e l'orbita è stabile. Non si è a conoscenza del suo materiale di composizione ma c'è la probabilità che sia di un metallo raro come il platino o l'oro. Carpineti orbiterà attorno al Sole per centinaia di milioni di anni, indisturbato da nessuno.

"La scoperta è stata possibile grazie alla dedizione di Michal Zolnowski, - conclude Borghi - il quale spinto da una personale passione ha  allestito un piccolo osservatorio proprio nel nostro comune, nella frazione di Tincana dove ha una residenza estiva. Ma questo non è stata l'unica scoperta per il Rantiga Observatory di Michal, che ormai vanta di diversi asteroidi e corpi celesti dedicati a personaggi celebri come Sting, Hans Zimmer, Roger Waters ed altri ancora. Ringraziamo Michal per l'iniziativa e lo incoraggiamo a continuare a scrutare il cielo dalle nostre montagne, accrescendo la nostra conoscenza collettiva dell'universo e fregiando il nostro territorio di un importante strumento scientifico."

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48