Home Cultura Toano caput mundi: negli scavi alla Pieve tracce europee

Toano caput mundi: negli scavi alla Pieve tracce europee

31
0
Credits Pro Loco Toano

Grande partecipazione per la visita guidata dello scorso 11 agosto agli scavi archeologici della Pieve di Toano organizzata dall’ex assessore comunale Vittorina Canovi.

Il progetto di studio e valorizzazione della Pieve di Santa Maria in Castello da parte dall’Università di Verona è iniziato nel 2017 e anche quest’anno, seppur in forma ridotta rispetto agli scorsi anni, ha portato alla luce nuovi tasselli della storia locale.

“È stata una bellissima giornata, sono venute circa una cinquantina di persone per la visita guidata organizzata da Vittorina Canovi, è stata molto brava. – ci racconta Alessia Giorgini, assessora alla cultura e al turismo del comune di Toano – Gli scavi sono partiti proprio grazie a lei quando era assessora al mio posto e negli anni abbiamo voluto riproporli perché sono venute fuori scoperte molto interessanti.”

Credits Pro Loco Toano

“Principalmente si è iniziato a cercare la storia della Pieve perché la Pieve appunto si chiama Santa Maria in Castello quindi si pensava che fosse accerchiata da mura e che quindi fosse un castello. – continua l’assessora Giorgini - Più andiamo avanti negli anni con le ricerche si sono allargate, si stanno studiando infatti le varie ere della Pieve, sono stati scoperti 2 diversi strati murali fatti in periodi diversi e si è scoperto un cimitero. Sono stati trovati reperti di defunti, anche in questi ultimi scavi, che confermano la presenza di un cimitero oltre a vari medaglioni, monete antiche, un pugnale che stanno esaminando perché potrebbero collegarci addirittura alla storia europea.”

Una riscoperta delle proprie radici e della propria storia che diventa patrimonio di tutti costruendo quello che sarà un vero e proprio museo a cielo aperto.

“Grazie al Parco Nazionale il restauro della torre ritrovata nei precedenti scavi è quasi concluso quindi e dopo diventerà un bel museo al cielo aperto. Stiamo pensando alla data di inaugurazione, probabilmente verso la metà di settembre.” - conclude l’assessora.

Articolo precedenteNatura allo specchio… lago Pranda all’alba (foto di Giulia Ovi)
Articolo successivoUnità pastorale di Carpineti: “L’assunzione di Maria è la festa dell’incontro tra cielo e terra”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.