Home Diocesi ne' Monti Le celebrazioni e le iniziative parrocchiali della settimana nell’u.p. di Vetto

Le celebrazioni e le iniziative parrocchiali della settimana nell’u.p. di Vetto

4
0
Riceviamo e pubblichiamo

 

Foglio d’informazione e vita cristiana della Unità Pastorale di Vetto
(Parrocchie di Cola, Crovara, Gottano, Piagnolo e Vetto)
Vetto: tel. 0522 815556 – mail: parrocchiavetto@gmail.com
Parroco: don Bogumil Krankowski tel. 3395657978 mail: bogu.k2@gmail.com


Domenica 28 agosto 2022
Domenica XXII del Tempo Ordinario (Anno C)


Riflessioni sul Vangelo

Il banchetto è un vero protagonista del Vangelo di Luca. Gesù era un rabbi che amava i banchetti, che li prendeva a immagine felice e collaudo del Regno: a tavola, con farisei o peccatori, amici o pubblicani, ha vissuto e trasmesso alcuni tra i suoi insegnamenti più belli. Gesù, uomo armonioso e realizzato, non separava mai vita reale e vita spirituale, le leggi fondamentali sono sempre le stesse. A noi invece, quello che facciamo in chiesa alla domenica o in una cena con gli amici sembrano mondi che non comunicano, parallele che non si incontrano.

Torniamo allora alla sorgente: per i profeti il culto autentico non è al tempio ma nella vita; per Gesù tutto è sillaba della Parola di Dio: il pane e il fiore del campo, il passero e il bambino, un banchetto festoso e una preghiera nella notte.
Sedendo a tavola, con Levi, Zaccheo, Simone il fariseo, i cinquemila sulla riva del lago, i dodici nell'ultima sera, faceva del pane condiviso lo specchio e la frontiera avanzata del suo programma messianico.
Per questo invitare Gesù a pranzo era correre un bel rischio, come hanno imparato a loro spese i farisei. Ogni volta che l'hanno fatto, Gesù gli ha messo sottosopra la cena, mandandoli in crisi, insieme con i loro ospiti.
Lo fa anche in questo Vangelo, creando un paradosso e una vertigine. Il paradosso: vai a metterti all'ultimo posto, ma non per umiltà o modestia, non per spirito di sacrificio, ma perché è il posto di Dio, che «comincia sempre dagli ultimi della fila» (don Orione) e non dai cacciatori di poltrone.

Il paradosso dell'ultimo posto, quello del Dio “capovolto”, venuto non per essere servito, ma per servire. Il linguaggio dei gesti lo capiscono tutti, bambini e adulti, teologi e illetterati, perché parlano al cuore. E gesti così generano un capovolgimento della nostra scala di valori, del modo di abitare la terra. Creano una vertigine: Quando offri una cena invita poveri, storpi, zoppi, ciechi.
Riempiti la casa di quelli che nessuno accoglie, dona generosamente a quelli che non ti possono restituire niente. La vertigine di una tavolata piena di ospiti male in arnese mi parla di un Dio che ama in perdita, ama senza condizioni, senza nulla calcolare, se non una offerta di sole in quelle vite al buio, una fessura che si apre su di un modo più umano di abitare la terra insieme.

E sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Che strano: poveri storpi ciechi zoppi sembrano quattro categorie di persone infelici, che possono solo contagiare tristezza; invece sarai beato, troverai la gioia, la trovi nel volto degli altri, la trovi ogni volta che fai le cose non per interesse, ma per generosità. Sarai beato: perché Dio regala gioia a chi produce amore.


Settimana in Parrocchia

Il “Gruppo Gnocco” assieme al Parroco Don Bogumil, ringrazia di cuore tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita della stagione in ogni loro sforzo, offrendo preziose ore di lavoro, regalando torte e acquistando il nostro apprezzato gnocco.
Ringrazia inoltre:
il Bar Europa di Bice Romagnani
il Forno di Clarice Mabilli
i supermercati Conad e Sigma

 

Nuovi orari del circolo parrocchiale
Pomeriggio: dalle 14,30 alle 18,30
Sera: dalle 20,30 alle 24,00

 

Tutti i lunedì, alla Maestà del Ferro, alle ore 20,45 prosegue la recita del s. Rosario

 

“Lectio divina sulle letture delle domeniche dell’anno B”
E’ uscito il terzo volume delle riflessioni di don Paul sulle letture domenicali (1°- 2° lettura e Vangelo).
Il libro è uno strumento, sempre valido, che permette di rileggere e meditare con tranquillità e serenità i brani che la Chiesa ha proposto nell’anno liturgico B e di comprenderne meglio i significati.
Il libro, che mantiene il prezzo di acquisto di 10 €, ed è reperibile contattando telefonicamente i numeri:
3286999879 (Erio); 3349832188 (Ivano); 3388267054 (Luigi) e 3388784354 (Matteo).


 

Sante Messe e celebrazioni dell’Unità Pastorale di Vetto con intenzioni

Settimana 29 agosto - 4 settembre 2022

• sabato 27 agosto S. Monica, M.
ore 17 (Vetto): Santa Messa Def. Iolanda e Gino Montecchi

• domenica 28 agosto XXII del Tempo Ordinario
ore 09.00(Cola) : S. Messa Def. Genitoni Nando e Ada
ore 10.30(Vetto): S. Messa Def. Placido, Grazia, Berenice, Piero

martedì 30 agosto
ore 17,00 (Vetto): Santa Messa

mercoledì 31 agosto
ore 17,00 (Vetto): Santa Messa per gli Ammalati dell’Unità Pastorale di Vetto

giovedì 01 settembre
ore 17,00 (Vetto): Santa Messa presso la Casa Protetta

venerdì 02 settembre
ore 17,00 (Vetto): Santa Messa per i Ragazzi e giovani di Vetto

sabato 03 settembre S. Gregorio Magno, M.
ore 17 (Vetto): Santa Messa

domenica 04 settembre XXIII del Tempo Ordinario
ore 09.00(Cola) : S. Messa Def. Remo e Clara Azzolini – Francesco e Piera Lodi
ore 10.30(Vetto): S. Messa

 

Articolo precedenteInaugurata la Fiera di San Vitale a Carpineti
Articolo successivo2-3-4 settembre: al centro Don Bosco ritorna la Tirol Fest

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.