Ferretti, sindaco di Ventasso: “Al palaghiaccio un centro federale per lo sport”

Sono tanti gli eventi sportivi, e non solo, che hanno animato l’Appennino questa estate, lo ha ribadito  di recente alla Fiera di san Vitale ai microfoni di Radionova, il primo cittadino di Ventasso, Enrico Ferretti.

“Come già detto anche degli altri sindaci della montagna – afferma - l’Appennino è vivo. Nel vasto Comune che amministro si sono susseguite tante iniziative ed è stato un successo. Tanti gli eventi organizzati, dalla cultura al sociale, allo sport. In particolare in questo ultimo caso abbiamo avuto tante società di calcio in ritiro (ad esempio la Reggiana, il Sassuolo, il Genoa calcio giovanile): a Cervareza, a Ligonchio, a Cerreto Alpi. Ma non solo calcio. Il basket e l’atletica a Castelnovo. Il ruzzolone a Toano”.

Il sindaco sottolinea la presenza di strutture di primo livello: "Un territorio che si presta ai ritiri non solo per la qualità di queste strutture ma dove la popolazione si mostra ospitale, e questo rappresenta una marcia in più”.

E conclude: “Da noi sta prendendo vita il palazzetto del ghiaccio. Il mio obiettivo è farlo diventare un centro federale della federazione italiana sport ghiaccio: questo andrebbe a valorizzare l’intero Appennino e farebbe conoscere il territorio in un contesto diverso. E su questo c’è una visione comune con tutti i sindaci della montagna”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Egr. Sindaco Enrico Ferretti, Ti ho sostenuto in quanto fermamente convinto delle tue capacità e della tua onestà, serietà e del tuo attaccamento a questo territorio, svincolato da altri interessi di qualsiasi tipo che preferisco non elencare. Sono convinto che il tuo impegno, profuso giorno e notte, sostenuto dalle energie della Tua età, porteranno buoni frutti. Per quanto concerne il Palaghiaccio, penso che un Comune non abbia le potenzialità economiche per mantenere e gestire questo immenso fabbricato, spesso lo considero un “pozzo di San Patrizio”, che richiede milioni di Euro ogni anno. Pertanto la tua idea e forse anche quella dell’amministrazione che Ti ha preceduto, di destinare questo fabbricato in un Centro Federale dello Sport potrebbe portarti quei finanziamenti che servono ogni anno, impensabili da trovare a livello comunale. Ma ora la situazione è tragicamente peggiorata, l’aumento vertiginoso dei costi dell’energia elettrica inciderà molto su un fabbricato altamente energivoro come il Palaghiaccio; energia elettrica che il nostro Appennino avrebbe potuto avere in abbondanza se qualche partito, che comanda, avesse consentito di realizzare almeno le opere già avviate, opere che avrebbero prodotto tanta energia pulita, forse oggi saremo messi meglio e non si vivrebbe con il pensiero di tornare alle candele.

    Rispondi
  2. Ne approfitto per ricordare per correttezza al Sindaco Enrico Ferretti (fino all’anno scorso esponente di spicco della Lega Nord in montagna .. partito che costantemente criticava lo stato della montagna e il costante abbandono paragonandola a una riserva indiana) che anche gli scorsi anni (con altri al suo posto) l’atletica, il basket e il calcio venivano in montagna e si svolgevano altrettanti eventi di livello nazionale.
    In particolare a Ventasso:
    1)forse avrebbe fatto un gesto cordiale a ringraziare la tanto attaccata precedente amministrazione che ha investito parecchie risorse negli impianti sportivi (sopratutto a Ligonchio) con appunto l’obbiettivo di portare squadre in ritiro a beneficio del turismo sportivo di cui si parla!
    2)in relazione al palaghiaccio invece dovrebbe magari pensare prima ad aprirlo (come promesso in campagna elettorale.. è già in ritardo) e ringraziare anche qui la precedente amministrazione per gli adeguamenti normativi messi in atto in quella struttura che se fosse invece stata come nelle condizioni in cui l’aveva lasciata l’amministrazione precedente di cui il sindaco faceva parte non avrebbe neanche potuto sognare di candidarla a centro federale!!
    Sono nello stesso tempo felice che anche gli esponenti della Lega si siano accorti che in montagna si sta bene e ci sono tante realtà che svolgono in modo ottimale il loro lavoro rendendo l’appennino DA ANNI un luogo abitato e appetibile dall’esterno!!!

    Rispondi
  3. Solo un promemoria per chi non ricorda.
    Il palaghiaccio fu l’opera fortemente voluta dagli amministratori dell’epoca (anni 80) che pensavano in grande, così in grande che ha portato al dissesto finanziario l’ex comune di Collagna. Oggettivamente non ha mai funzionato come palazzetto per il pattinaggio sportivo (se non per feste, concerti e rassegne).
    Visto il costo dell’energia elettrica di oggi, sarebbe meglio non pensare in grande come facevano i lungimiranti politici e amministratori dell’epoca e pensare a qualcosa di più sensato.

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48