Unità pastorale di Carpineti: le tre parabole dette della “misericordia” insistono sul binomio perdersi-ritrovarsi

 

   UNITÀ PASTORALE DI CARPINETI (335/8257036)

 San Prospero, San Biagio, San Donnino, San Pietro, Onfiano, Pantano, Pianzano, Poiago e Pontone

Vita parrocchiale dal 11 al 18 settembre 2022

DOMENICA

11 settembre

S. Messe. Carpineti ore 8.30 (libera intenzione) ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00 (def. Saccaggi Dazio e Sandro) Pontone  ore 10.00  Pantano ore 10.00

LUNEDI’

12 settembre

Oggi il Vangelo ci offre un ritratto meraviglioso del volto di Dio-amore. Richiamare gli uomini del nostro tempo al senso del male e del peccato, significa invitarli alla gioia di Dio per ogni peccatore pentito.

Memoria del Nome Santissimo di Maria

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione)

MARTEDI’

13 settembre

S. Messa: ore18.00 (libera intenzione)

ore 20.30  Santuario Pietra di Bismantova

MERCOLEDI’

14 settembre

Festa dell’Esaltazione della S. Croce

S. Messa: ore 10.30 (libera intenzione)                                                                                                                                                                

GIOVEDI

15 settembre

Memoria della B. V. Maria Addolorata.

S. Messe: ore  18.00 (libera intenzione)

ore  19.00 chiesa di San Biagio

VENERDI’

16 settembre

S. Messa: ore 18.00 (def. Famiglie Grappi Nicoli e Marcella)
SABATO

17 settembre

S. Messe prefestive: ore 18.00 S. Donnino    Velluciana ore 20.00
DOMENICA

18 settembre

S. Messe. Carpineti ore 8.30 (pro populo) ore 11.15 (def. Mercati Corrado)

ore 18.00 (def. Aldemiro e Ines. ) Pontone  ore 10.00  Pantano ore 10.00

 

MEDITAZIONE DOMENICALE. Destinatari della cura amorevole di Dio. Ira e compassione due aspetti del volto di Dio. L’infedeltà del popolo suscita la collera del Signore, ma la sua sollecitudine e il suo affetto placano lo sdegno e offrono al peccatore la possibilità di riscatto e redenzione. Le tre parabole dette della “misericordia” insistono sul binomio perdersi-ritrovarsi: la pecora smarrita e ritrovata; la donna rientra in possesso della moneta perduta; il figlio che aveva abbandonato la casa paterna vi fa ritorno. Il ritrovamento suscita gioia: Gesù propone ai suoi detrattori di passare dalla logica dell’esclusione a quella dell’inclusione; Dio attende la conversione dei peccatori e ne gioisce (vangelo). La colpa del popolo consiste nell’aver attribuito a un idolo i prodigi che Dio ha compiuto nel liberarlo dalla schiavitù; si è allontanato dal Signore adorando il vitello d’oro. Quando l’ira divina sta per scagliarsi contro il popolo infedele, Mosè intercede convincendo Dio a desistere dal male, in ricordo dell’alleanza stabilita con i Padri (prima lettura) Paolo ha sperimentato in prima persona la misericordia divina e il suo potere trasformante: egli era un accanito persecutore; l’incontro con Cristo rovescia le sue convinzioni. È scelto come banditore del Vangelo e testimone della grazia che fa nuove tutte le cose (seconda lettura).

 LA GIOIA DI DUE BATTESIMI

 Oggi,11 Settembre, nella chiesa di Maria Ausiliatrice, alle ore 16:00, i coniugi Bassi Davis e Lugarini Cristina presentano alla Comunità il loro secondogenito Alex e chiedono per lui la grazia del Battesimo. Abitano al Cigarello dove Davis è responsabile della locale latteria. Come Unità Pastorale siamo felici di esaudire la loro richiesta: è un nuovo piccolo cristiano che arricchisce con la sua vita la famiglia dei Figli di Dio. Carissimi Cristina e Davis, incontrandovi ho avuto come parroco l’occasione di approfondire la vostra conoscenza, e percepire le sincere motivazioni che vi hanno portati a scegliere per il vostro bimbo il percorso cristiano, che come sapete non finisce ma inizia col Sacramento del Battesimo. Avete scelto di chiamarlo Alex che deriva dal greco bizantino e che significa “colui che protegge e salva”. Per ora dovrete essere voi, con l’aiuto del Signore, a proteggerlo e salvarlo dai pericoli, dandogli come guide amorevoli e sicure una testimonianza di vita buona. Quando crescerà sarà lui capace di esservi di aiuto, ricambiando il bene ricevuto. La Vergine Maria, alla cui protezione lo affidiamo, gli conceda di comprendere che nella vita la difesa dei piccoli e dei poveri è la scelta più bella. Benvenuto ad Alex e felicitazioni ai genitori!

Sabato prossimo, 17 Settembre, nella chiesa di Maria Ausiliatrice, Barozzi Daniele e Ovi Valentina porteranno al fonte battesimale il loro secondogenito Samuele perché riceva il Sacramento del Battesimo. Carissimi Valentina e Daniele, sei anni fa avete battezzato la vostra primogenita Sofia, e ora chiedete lo stesso dono anche per Samuele. Sono contento di accogliere la vostra richiesta. Nell’incontro avuto con Voi, ho ribadito l’importanza e la serietà di questa scelta che non deve essere fatta su base tradizionale e convenzionale, ma motivata dalla volontà di far conoscere Gesù Cristo ai piccoli, cosa che spero stiate già facendo con la vostra primogenita, che è già in grado di capire e comprendere una cosa importante, Dio è Padre, e ci ama infinitamente, chiedendo ad ognuno di corrisponderlo verso il prossimo. Sono certo che siete genitori amorosi e felici, e che manterrete fede alle promosse che a nome dei Vostri figli, nel giorno del Battesimo, avete fatto e farete davanti al Signore e alla Comunità. Avete scelto per il vostro secondogenito il nome “Samuele” che deriva dall’ebraico “dono di Dio”. Ogni nuova vita è un dono prezioso che ci fa capire che “Dio non si è ancora stancato dell’uomo”. Certamente per voi Samuele è un dono, come voi lo siete e lo sarete sempre più per lui. La storia del profeta Samuele vi invito a conoscerla, perché interessante: è una storia di vocazione. Il vostro bimbo si è appena affacciato alla vita: possa ascoltare la voce di Dio e, aiutato da chi vuole a lui bene, possa comprendere qual è la sua chiamata. Benvenuto Samuele e felicitazioni ai genitori!

 

 RICORDIAMO I NOSTRI MORTI

 Vittoria Palladini (ved. Lugon) di anni 86 deceduta in Svizzera il 10 Aprile.

Il motivo per cui solo ora ne diamo notizia è perché le sue cenere, accompagnate dai molti familiari, sono state portate a Pantano sabato 3 Settembre. Nella chiesa di Pantano abbiamo celebrato la sua messa esequiale dove figli e numerosi nipoti l’hanno ricordata con commoventi attestati di stima e di amore. Vittoria era partita da Casa Poldo in Pantano a venti anni per andare a lavorare in Svizzera dove si è sposata e ha formato la sua famiglia restando sempre legata alle radici e tutte le estati tornava nella sua amata terra. Persona allegra, amante del ballo e della canzone italiana, non disdegnava la compagnia e pur vivendo in Svizzera, ha conservato le tradizioni emiliane. Donna di preghiera, partecipava alla vita parrocchiale dando testimonianza con l’esempio della sua fede e della carità cristiana che aveva ereditato dalla sua famiglia d’origine. Le sue ceneri sono state deposte in un loculo del cimitero di Pantano accanto ai suoi cari, accompagnate dalla preghiera e anche, come suo desiderio, dal canto “Romagna mia” a sottolineare l’affezione alla nostra Regione. La corona del Rosario, deposta sulla sua urna cineraria, esprime la sua devozione alla Vergine Maria, alla quale l’affidiamo perché La introduca nell’eterna pace. Condoglianze ai familiari.

 Leuratti Giorgio di anni 88 deceduto a Castelnovo ne’ Monti il 03 Settembre. La notizia della sua morte, per espressa sua volontà è stata comunicata a funerali avvenuti, ma questo non ha impedito che, sia la domenica sera alla preghiera del Santo Rosario in suo suffragio e il lunedì pomeriggio per la Santa Messa esequiale, la chiesa di Pantano fosse gremita, a riprova della stima e considerazione per la sua persona e la famiglia. Giorgio per quanti lo conoscevano era “l’avvocato”, professione che ha esercitato con competenza e scrupolo, ricoprendo diversi incarichi anche come Pretore. Persona colta, amante della natura e dei monti, i cui sentieri come alpino, tante volte ha percorso in compagnia di amici che condividevano la sua passione. Di carattere riservato poteva apparire distaccato, ma entrando con lui in dialogo rivelava partecipazione e attenzione e spaziava su vari argomenti. Non si era formato una sua famiglia, ma amava e seguiva le famiglie di fratelli e sorelle e in particolare i numerosi nipoti e pronipoti. Educato cristianamente ha sempre vissuto con fedeltà l’impegno battesimale. Amava la sua terra e Pantano è stato il luogo dove ha vissuto serenamente. Partecipe della vita parrocchiale ha collaborato con i parroci don Panini, don Ruozzi, don Bottazzi e ultimamente con me, aiutandomi nella conoscenza storica, civica e religiosa di Pantano. Amava fare nell’anonimato offerte per la carità aiutando varie associazioni in particolare la missione del compaesano Mons. Pietro Ganapini e del nipote Padre Filippo. Nel retro della sua foto è stato scritto: “Eccomi Signore Lascia che il tuo servo vada in pace secondo la tua parola”. Accompagnato dai canti e dalle testimonianze di famigliari e amici, il suo corpo è stato sepolto nella tomba di famiglia dove riposa accanto ai suoi cari in attesa della risurrezione. Condoglianze ai famigliari.

 AUGURI PER IL NUOVO ANNO SCOLASTICO Giovedì 15 Settembre riapriranno le nostre scuole di ogni ordine e grado, finalmente senza restrizioni, pur facendo attenzione in quanto il virus circola ancora. I mesi di vacanza sono trascorsi velocemente e insegnanti, studenti e collaboratori scolastici riprenderanno le loro attività. Speriamo che il corpo docente sia al completo, in modo da garantire agli alunni e alle famiglie un buon inizio. È importante che ci sia collaborazione tra scuola e famiglia ed è altresì auspicabile che ci siano genitori disposti ad occupare il ruolo di rappresentanti, non solo di “facciata”, ma perché desiderosi di proporre iniziative che volgano al bene di tutta la comunità educante, preoccupandosi non solo dei loro figli, ma di tutta la sezione/classe. Come comunità cristiana crediamo nel valore insostituibile dell’educazione, tant’è che il nostro missionario Mons. Don Pietro Ganapini si è speso perché tutti, in Madagascar dove lui ha operato, potessero avere una scuola e un’istruzione. È stato apprezzabile il progetto realizzato dalla scuola secondaria di primo grado di Carpineti sulla figura e l’opera di questo nostro benemerito compaesano. Auguriamo agli studenti e ai docenti un anno scolastico 2022-2023 ricco di soddisfazioni e di crescita umana e culturale.

 PELLEGRINAGGIO ALLA SANTUARIO DI MONTALLEGRO RAPALLO. Organizzato dalle parrocchie di Pantano, Carpineti e Casina si svolgerà Sabato 24 settembre. Costo del viaggio € 70,00. Per informazioni rivolgersi a Cristina 3336611662, Roberto 3280029310 o Teresa 3337505666.

  Offerte ricevute: In memoria di Tronconi Celio e Pasquina, la figlia Monica per l’asilo. Carbognani Armida per l’asilo. Tamburini Elisa per l’asilo. Sbrozzi Marisa  per la parrocchia. In memoria di Palladini Vittoria i famigliari per la chiesa di Pantano. A tutti Grazie!

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48