Home Cronaca Carpineti, Il sindaco Ruggi: “Valutiamo la richiesta dello Stato di calamità”

Carpineti, Il sindaco Ruggi: “Valutiamo la richiesta dello Stato di calamità”

1539
0

Il territorio carpinetano, devastato dalla copiosità della pioggia caduta in queste ore, è tra i più colpiti da questa alluvione. Sono caduti in 24 ore più del doppio della piovosità che, mediamente, cade in un mese piovoso quale ottobre: ben 172 mm di pioggia. In un comprensorio argilloso, come l’Appennino, questa pioggia record ha causato numerosi danni.

“Una situazione gravissima con moltissime strade chiuse che stiamo provando a riaprire. Il Comune di Carpineti è devastato. Valutiamo la richiesta dello Stato di calamità”, afferma Giuseppe Ruggi, neosindaco di Carpineti.

“Interessate sia la Vallata di Tresinaro che quella del Secchia – afferma Ruggi - (a Costalta sono oltre 50 i metri di smottamento, a Valestra distrutta la via Verabolense e una abitazione isolata) e qui in queste ore si sta lavorando per liberare un’abitazione. Allagamenti a Colombaia. Un ponte saltato a Velluciana, criticità a Ceriola, Savognatica, Santa Caterina. Interrotta la provincial per Castello così come a Dorgola. Colpite Carbonia, S. Donnino, Romagnano con altri smottamenti. Al momento la situazione è in miglioramento grazie all'intervento dei volontari di Protezione Civile, dei Tecnici comunali, di tanti cittadini che con mezzi propri hanno contribuito ad attenuare i disagi delle piogge copiose. Tra gli altri al lavoro l’ex sindaco Tiziano Borghi, volontario, e l’ex assessore Gianfranco Campani. Con gli altri sindaci ci sentiremo e valuteremo la richiesta di stato di calamità censendo da subito i numerosi danni”.

A Velestra di Carpineti è franata la via panoramica Verabolense. Isolata l’abitazione di Andrea Bonini: nella videointervista la sua testimonianza.