Home Cronaca Campo estivo a Castelnovo ne’ Monti per i ragazzi con diabete

Campo estivo a Castelnovo ne’ Monti per i ragazzi con diabete

517
0

Il team della diabetologia pediatrica del Santa Maria Nuova anche quest’anno ha scelto Castelnovo ne’ Monti per il tradizionale campo estivo residenziale di 6 giorni per i bambini affetti da diabete mellito tipo 1.

L’iniziativa, realizzata grazie a un progetto che continua a essere sostenuto da un finanziamento dalla Regione Emilia - Romagna, è un’importante occasione nella quale i ragazzi hanno l’opportunità di divertirsi con attività ricreative e sportive e, al contempo, sono coinvolti in brevi lezioni sui temi che più li riguardano.

Divisi in piccoli gruppi, i ragazzi, hanno avuto la possibilità di parlare con i vari componenti del team diabetologico pediatrico. Con un’infermiera esperta, una dietista e una psicologa hanno dialogato sulla corretta alimentazione, sulla gestione dei piccoli problemi quotidiani che affronta chi, come loro, convive con un tipo di diabete che richiede un monitoraggio glicemico continuo e almeno quattro iniezioni al giorno di insulina.

In particolare si è lavorato sull’alimentazione sia come strumento di gestione del diabete utilizzando il CHOCounting (metodo di conteggio dei carboidrati per decidere la dose di insulina), sia cercando di invogliare i ragazzi a implementare il consumo di verdure. All’edizione di quest’anno hanno partecipato 18 ragazzi di età compresa tra i 9 e i 14 anni accompagnati dall’Equipe della Diabetologia pediatrica guidato dalla dottoressa Anna Lasagni . “Uno dei principali obiettivi di questa esperienza è rendere i bambini, sempre più consapevoli e protagonisti nella gestione della propria malattia – ha spiegato la dottoressa Lasagni - promuovendone l’autonomia. Il campo estivo rappresenta un’esperienza unica di crescita sia per i ragazzi, i quali sperimentano forse per la prima volta un soggiorno lontano dalla famiglia, che per noi del team di cura”.

Rimane inoltre salda la scelta da parte del team, che a oggi segue circa 130 bambini/ragazzi dai 0-18 anni,  di tenere il campo sull’Appennino che, oltre a diventare promozione del territorio locale montano, mette a disposizione per i ragazzi tante e variegate attività ricreative.