Caricamento eventi

« Tutti gli eventi

Ultima replica de “Una foresta a soqquadro” domenica 19 settembre

19 Settembre ore 15:00 - 16:30

Ultima replica di quest’anno dello spettacolo – progetto “Una foresta a soqquadro”, domenica 19 settembre nella Pineta di Monte Bagnolo. Sono previsti due spettacoli, il primo alle ore 15 e la replica alle ore 16.30 (per prenotazioni: Pierangela Melli, tel. 338 3426239).

“Una foresta a soqquadro” è uno spettacolo itinerante che ha animato diversi tra i luoghi naturalistici più interessanti del territorio Appenninico: l’obiettivo del progetto infatti è coniugare la bellezza dell’ambiente montana, l’arte e la solidarietà. Non solo un semplice spettacolo infatti, ma un articolato progetto nato da diverse Associazioni di volontariato sociale della montagna: Gaom, Unitalsi, Fa.Ce e Croce Verde di Castelnovo e Vetto, EffettoNotte di Casina, l’Associazione per la valorizzazione della Val Tassobbio, l’associazione toanese Fra la Secchia e il Dolo. L’iniziativa è patrocinata dai Comuni di Castelnovo Monti, Toano e Casina, ed ha ricevuto il sostegno anche da parte della Regione Emilia-Romagna.

L’ideazione del progetto è di Pierangela Melli, i costumi di scena a cura di Margherita Manzini, il testo e la regia sono dell’attrice Francesca Bianchi, mentre l’allestimento delle scenografie è stato curato dall’artista Roberto Mercati, con la collaborazione dei ragazzi del CTO Labor. “Una foresta a soqquadro” è una rappresentazione comica ed insieme poetica, rivolta a tutti, in particolare a famiglie con bambini, alla scoperta di boschi e pinete dell’Appennino Reggiano. A interpretarla sono i bambini del laboratorio di teatro organizzato da Effetto Notte, dal gruppo di allievi attori della scuola di teatro Spazio EffeBi 19, dai ragazzi Coccodé (Fa.Ce), e che vedrà anche la partecipazione del coro PiccoloSistina e del coro Bismantova.

Una produzione che quindi si avvale di molteplici collaborazioni, unendo parti recitate, musicate, cantate.

Ma di cosa parla “Una foresta a soqquadro”? C’era una volta… no, anzi, è meglio dire che ci sono ogni giorno, in qualche parte del mondo industrializzato, menti umane, estremamente potenti, determinate ad abbattere un bosco. Dalle sue “ceneri” potrebbe sorgere un nuovo e lussuoso complesso residenziale. Il Dio denaro sta tentando di spegnere i lamenti che risuonano così forti nell’aria: voci vive di chi risiede in quella selva… Mettere in scena uno spettacolo itinerante in mezzo alla Natura e che parla di Natura è un’occasione preziosa, affinché il linguaggio dell’arte contribuisca a rafforzare la sensibilizzazione al rispetto per la Madre Terra. Perché, come diceva Einstein, “Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata”.

Prenotazioni entro il 18 settembre, telefonando a Pierangela Melli al numero 338 3426239. Ingresso 10 euro biglietto intero, 7 euro ragazzi da 8 a 12 anni, gratuito da 0 a 7 anni.

Powered by WordPress | Officina48