Caricamento eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Villa Minozzo: il 2 settembre in casa protetta 30 candeline e 40 abiti da sposa

2 Settembre 2018 15:30 ore 15:30 - 17:00

locandina sfilata abiti da sposa

La Coopselios, in collaborazione con la Croce Verde e il Comune di Villa Minozzo, invitano a partecipare alla sfilata di abiti da sposa che si terrà presso la Casa Protetta di Villa Minozzo, domenica 2 settembre dalle ore 15.30.

La sfilata si colloca all’interno del progetto “essere comunità” per festeggiare il trentesimo anniversario di attività della struttura villaminozzese.
L’ingresso è libero.

Presentati dalla speaker radiofonica Silvia Ferretti e accompagnati dalla voce narrante della scrittrice Normanna Albertini, che si alterna al canto di Vania Tronconi, modelle e modelli “nostrani” calcheranno la passerella con abiti da sposa di un tempo.

Abiti che hanno accompagnato i sogni di intere generazioni, da quando l’Italia ancora straziata dagli strascichi della guerra guardava al futuro partendo proprio dalla volontà di ricominciare costruendo una famiglia, segno di qualcosa di buono che ripartiva anche in mezzo alla povertà e alla miseria.

Il capo più prezioso risale al 1949, quando una giovane sposa cucì da sola il proprio abito e confezionò quelli per gli invitati, per poi passare agli anni ’50 con i tailleur e camicette, e così via fino ai giorni nostri, senza tralasciare i pizzi e lustrini degli anni ’80 e le sete e taffetà degli anni ’90.

Sfileranno circa 40 abiti da sposa, e qualche modello anche da sposo, prestati dai famigliari dei residenti, dagli operatori, e da persone della zona. Le acconciature saranno curate da Irene Bottazzi e Angela Ilariucci dal negozio “New Free Style” di Ramiseto.

Modelle e modelli sono ragazze e ragazzi della zona, ma anche madri, mogli, operatrici della casa protetta. Per l’occasione qualcuno metterà il proprio abito, qualcun altro indosserà quello di un amico o un parente, altri favoleggeranno su abiti di persone sconosciute chiedendosi chi l’avesse indossato e cos’avesse provato. Vivere un’altra vita per la durata di alcuni passi, e gioire insieme nell’essere comunità e festeggiare le trenta candeline della struttura per anziani.

 

 

Powered by WordPress | Officina48