Ciano, niente acqua la prossima notte

Iren acqua gas informa che nella notte tra martedì 5 maggio, domani, dalle ore 23, e mercoledì 6 maggio prossimo, fino alle ore 2, sarà effettuato un intervento di manutenzione sulla rete idrica al servizio del centro urbano di Ciano […]

In balia dei “colossi”

Robertino Ugolotti: “Abbiamo di fresco appreso che Enel non rifonderà chi ha subito danni dalla interrotta erogazione di luce durante l’ultima nevicata”

Enrico Bini ad Iren: “Abbassa le tasse”

Ieri mattina, all’assemblea annuale degli azionisti Iren che si è svolta a Reggio Emilia, ha partecipato ed è intervenuto anche il sindaco di Castelnovo ne’ Monti Enrico Bini, che ha voluto essere presente per porre alcune importanti questioni all’attenzione dei vertici della multiutility, ed in particolare del presidente Francesco Profumo. Oltre alle tasse sui rifiuti, anche la questione delle gare al massimo ribasso

I consumi d’acqua (e i costi) a Reggio Emilia

Nota di Iren

I sindaci incontrano il presidente di Iren, Profumo, ma i Comitati… “vigilano”

Foto e slogan (anche provocatori) per la presenza dei vertici della multitutility, all’incontro coi sindaci all’Unione dei comuni. Bini replica: “Noi rappresentiamo gente onesta”. Iren si impegna a investire nel “miniidroelettrico”, biomasse, illuminazione pubblica a risparmio energetico e progetti scolastici e culturali con gli istituti del territorio appenninico

“Davvero una multiutility da invidiare…”

“Iren: aumenti stratosferici della bolletta acqua – Depurazione liquidazione da nababbi ai manager – Qualità dell’informazione all’utenza ridicola e finale presa per i fondelli”. Questo “titola” un lettore che ci scrive. “Ad Iren l’Oscar dell’opacità delle informazioni e dell’aumento record tariffario del servizio”

Pubblicato, fatto

Quando le dichiarazioni pubbliche hanno l’effetto di far viaggiare le pratiche burocratiche più rapidamente

“Il latte versato”

“Le ultime vicende legate a Iren, partendo dal compenso di liquidazione per l’amministratore delegato fino alle tariffe messe a carico in questi mesi dei cittadini utenti, cui si aggiungono le incognite sui futuri costi del servizio, hanno prodotto nuove reazioni di generale insofferenza verso la ‘nostra’ multiutility, cioè l’Iren, che però nostra non è”. Interviene Robertino Ugolotti, capogruppo della lista civica “Progetto per Castelnovo ne’ Monti”, in merito al tema rilanciato dal sindaco Enrico Bini dopo l’ultima seduta consiliare di quattro giorni fa

“Iren? Abbiamo creato un mostro”

Ieri sera, nella sede del Consiglio comunale, il sindaco Enrico Bini ha usato la clava e senza giri di parole ha ipotizzato che, con l’andazzo attuale, si possa uscire dalla “multiutility”, una spa interregionale che sempre più viene sentita come lontana e poco attenta ai bisogni quotidiani dei territori di competenza. “Aumenti in vista? Ci dicano il perchè. Non intendo fare l’esattore per conto terzi”. “Noi piccoli comuni non contiamo nulla, le nostre quote sono insignificanti”

“Fermiamo il mostro”, chiede Il M5S di Castelnovo ne’ Monti

“A molti è sfuggito anche il fatto che gli stessi comuni sono soci di Iren chi con più chi con meno quote e che per meglio contrattare tariffe e servizi sarebbe forse opportuno svincolarsi in primis da legami societari con la stessa”, dice Massimiliano Genitoni

La storia da Agac – “un’azienda che svolgeva la propria funzione in termini di reale prossimità con il territorio provinciale” – all’odierna Iren

Il proprio pensiero in merito il sindaco di Casina Gianfranco Rinaldi lo affida alla stampa. Una “mutazione genetica”, quella di Agac – un consorzio che ha svolto un ruolo fondamentale per la metanizzazione della provincia e nella razionalizzazione del sistema idrico provinciale -, che non si più fermata

Caso De Sanctis: “Sindaci, su quanto sta accadendo in Iren siate giusti interpreti dei bisogni dei vostri cittadini”

Sulla maxi buonuscita all’amministratore di Iren, le Cisl delle cinque province decidono di scrivere a tutti i sindaci del comprensorio

Lavori sulla rete acquedottistica nella notte fra martedì 30 settembre e mercoledì 1 ottobre 2014.

Tutte le indicazioni. Servizio sospeso in alcune zone di La Vecchia, nel Centro di Vezzano Sul Crostolo a Sedrio e nella area sud di Puianello (Quattro Castella)

Lavori nella notte tra giovedì e venerdì sulla rete idrica di La Vecchia di Vezzano sul Crostolo

Per informazioni è possibile contattare il numero verde 800038038

“L’inflazione è quasi a 0, ma le bollette aumentano del 6%”

Quante sorprese estive da Iren: la denuncia dei 5 Stelle di Reggio

Discarica di Poiatica / L’ultimo sopralluogo di Arpa raccontato da altra angolazione rispetto al comunicato ufficiale emesso

Si è svolto martedì 15 luglio scorso, dalle 11,05, il secondo sopralluogo di Arpa, presenti ben sei tecnici, tra i quali anche il direttore dell’Arpa di Piacenza, dott. Giuseppe Biasini, il direttore CTRra Roberto Sogni, il sovrintendente Angelo Verdolotti con […]

“Iren senza strategia: a un passo dal baratro: prepariamoci a bollette più care”

LA LETTERA / Iren gestirà direttamente il teleriscaldamento nel Comune di Torino, mentre Aes erediterà la distribuzione del gas naturale. Perchè si è investito sul rigassificatore OLT di Livorno, con un costo pari a più del doppio del previsto, probabili perdite permanenti di valore dell’impianto e il socio EoN in uscita?

“A chi spetta?”

“I condomini della zona Giardini di Bismantova vengono invasi dall’immondizia gettata nei cassonetti loro destinati”

“Ma come è bello il nostro Appennino!”

“Vorrei informare chi di dovere che in piccolo paese nel comune di Villa Minozzo, Costabona, dove per anni si è cercato presso il proprio comune di avere la possibilità della raccolta differenziata, da mesi non avviene quella del vetro”

“Una persona anziana viene raggirata facilmente”

“Oggi ho ricevuto la visita di un incaricato Iren (si é definito Iren ma sono esterni), al quale, da sprovveduta, ho aperto, avendo ricevuto nei giorni scorsi una lettera sulla nuova raccolta dei rifiuti con il porta a porta e letta in modo frugale; colpa mia avendo pensato fosse quello il motivo”. Una lettrice ci scrive

C’è radioattività a Poiatica

Lettera e immagini di Alessandro Raniero Davoli: “A mio personale parere, anche solamente con questi ‘indizi’, vi è la ragionevole probabilità che rifiuti radioattivi “speciali”, possano essere stati interrati nella discarica, dato che la differenza dal fondo naturale, 0,008-0,009 millirem, arriva nei punti di sepoltura dei rifiuti a 0,023 (0,029) millirem”

Felina, assemblea sindacale all’ufficio Iren

L’orario di venerdì 31 gennaio p.v.

Offerte incomplete

“Sabato scorso vengo contattato telefonicamente (terza volta in pochi mesi) da una operatrice di Iren che mi propone la nuova e, a suo dire, conveniente offerta per il servizio gas del mercato libero…”. Ci scrive un lettore

Rifiuti radioattivi nei cassonetti

Lettera di un lettore dopo l’episodio di Parma: “Iren faccia chiarezza sui criteri di scelta degli appalti, sui controlli, sulle sue intenzioni” “Un cassonetto apparteneva alla San Germano oggetto di processo a Sassari”. “A Poiatica di Carpineti quali sono davvero i criteri di controllo dei rifiuti? Una decisione calerà dall’alto?”

Felina, possibili disagi alla sede Iren martedì 29 ottobre

Avviso dell’azienda

“In questi giorni molti cittadini si sono visti recapitare le bollette di Iren gas, con aumenti e conguagli davvero inediti…”

Il punto di vista di Robertino Ugolotti, responsabile enti locali Udc Reggio Emilia

Poiatica non è stabile: Pagliani interroga la Provincia

“Nel comparto di escavazione di Carpineti Est le frane si ripetono da sempre: ma la legge impedisce alle discariche di sorgere in luoghi franosi. Come è possibile?” Le domande del capogruppo provinciale Pdl alla presidente della Provincia Sonia Masini

Poiatica non chiuderà a breve. Ma non sarà allargata

A Carpineti il consiglio comunale più affollato nella storia democratica d’Appennino: 500 persone. Ne scaturisce un dibattito vivace. E Iren apprende in diretta le decisioni del Comune che saranno sancite da una mozione. Emerse mancanze sui registri della discarica dopo l’ispezione del Corpo forestale di ottobre. Tutti chiedono più controlli sanitari. “Perplessi i comitati”. Il resoconto

“C’è del marcio in Iren o dintorni?”

I piccoli azionisti Iren non possono dimenticare la “storia costosa ed infinita di Enia-Iren”, quando sottoscrissero azioni Enia a 10,10 euro, in itinere ne ebbero una ogni dieci, nell’errore strategico della fusione con Iride subirono il concambio 1-4,2 ed ora si trovano con un “patrimonio depauperato”. “Verrà bene il giorno in cui, oltre alle responsabilità civili e penali di competenza della magistratura, si farà chiarezza a livello politico ed amministrativo delle responsabilità derivanti da scelte errate, da omissioni e da mancata vigilanza su quanto sta accadendo?”

Casina / Nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 ottobre manutenzione sulle rete idrica

Comunicato di Irene acqua gas

Powered by WordPress | Officina48