“19 piccoli disegni per fare casa”, il nuovo libro di Emanuele Ferrari nato dal dialogo di un padre e una figlia rimasti soli

“Disegnare con mia figlia è sempre stato il nostro modo di stare insieme – racconta Emanuele. A Jara piaceva guardarci, era il nostro piccolo rituale per sentirci a casa anche quando eravamo altrove”. L’idea di raccogliere disegni e pensieri di una vita in un libro che ognuno possa portare con sé, nelle proprie case

Dilva Attolini ci scrive sull’importanza di indossare le protezioni: “Per lavorare occorre essere ben protetti, come astronauti leggeri”

Un’attenta riflessione sull’importanza di indossare le protezioni individuali, ancora sottostimate dalla maggior parte, ma soprattutto l’importanza di metterle a disposizione per chi ne ha più bisogno, i lavoratori

Un pezzo di storia: brano tratto da un racconto di Dilva Attolini

Riflessioni su questo momento difficile: “Vediamo i nostri cari morire in solitudine, vediamo portarli via su camion militari”

Verso la S. Pasqua (15) / Gesù risorge

Il male era sembrato vincere. Questo non accadrà più. Ora si aspetta e si lavora per il grande ritorno. Crescere e far crescere in noi e attorno a noi, il Regno: è il mandato che ci resta; finchè poi Lui verrà: lo rivedremo, ci ricongiungeremo: il Regno sarà compiuto

Verso la S. Pasqua (14) / Gesù è deposto nel sepolcro

Come spesso accade a noi giuristi, esperti di sottili “distinguo”, anche Giuseppe di Arimatea, uomo ricco e stimato, membro del Sinedrio, tribunale locale, pur essendo discepolo di Gesù, se ne stava “occulto – dice Giovanni – per la paura dei Giudei”

Verso la S. Pasqua (13) / Gesù è deposto dalla croce

“Sono chiamato, da medico proteso alla difesa della vita, a constatare la morte di questo Crocefisso, prima che il Potere conceda l’autorizzazione ai familiari di riprendersi la salma. Dovranno far presto perchè il tramonto si avvicina e la legge del sabato non consente neppure di seppellire i morti…”

Verso la S. Pasqua (12) – Gesù muore in croce

Nell’ultimo grido lanciato al cielo che anneriva, prima che anche la terra tremasse, Tu hai chiesto perdono soprattutto per me

Verso la S. Pasqua (10) – Gesù viene spogliato

Ma chi erano quei soldati che si divisero la veste? Forse era gente che – come me – veniva dai campi, o vi aveva lavorato, o vi avevano lavorato i loro genitori, in qualche remoto angolo dell’impero; gente che aveva ambito entrare nella stimata milizia romana, gente che non aveva potuto farne a meno per la pessima vita, per l’abbandono e la fame delle campagne…

Verso la S. Pasqua (9) – Gesù, annientato dalla sofferenza, cade per la terza volta

“O Gesù caduto, incapace di rialzarti da solo, e a fare dolore, mi assomigli! Io sono uno di quelli che gli uomini chiamano handicappato fisico…”

Verso la S. Pasqua (8) – Le donne di Gerusalemme

Non troviamo una donna in tutto il Vangelo che abbia offeso o insultato o, comunque, mostrato men che amore a Gesù. Anche questo doloroso viaggio di morte è lì a testimoniare l’assidua presenza di gruppi di donne…

Verso la S. Pasqua (7) – Gesù cade per la seconda volta

Un giovane: “Occorre riguardare alle grandi idee della fondazione di quel Regno di cui Egli non dette i termini politici assegnando a ciascun di noi il compito di ricercarli nel cambiamento”

Verso la S. Pasqua (6) / La Veronica asciuga il volto di Gesù

“Quel volto poi le è rimasto in cuore, e forse impresso nel velo, come la pia leggenda dice…”

Verso la S. Pasqua (5) / Il Cireneo aiuta Gesù

“Tornando indietro duemila anni, vorrei esser lì a dare la mia spalla a quel corpo di sconosciuto operaio mio simile che invoca con gli occhi…”

Verso la S. Pasqua (4) / Gesù incontra la Madre

“Forse non v’è stata generazione – dopo quella del tempo di guerra – in cui il sentimento materno sia stato fatto così oggetto di violenza…”

Verso la S. Pasqua (3) / Gesù cade la prima volta

“Gesù aveva subito il flagello, ‘orribile’, come lo chiama Orazio, delle verghe: il collo, il dorso, i fianchi, le braccia, le gambe si squarciavano, i vasi sanguigni scoppiavano; dappertutto, il flagellato versava il sangue; un ammasso di povere carni sanguinolente, sfigurato…”

Verso la S. Pasqua (2) / Gesù prende la croce

“I sofferenti per violenza, gli uccisi, i prigionieri, i sequestrati in attesa di liberazione, gli orfani, gli aspettanti in pianto, trovano in Gesù vittima il loro compagno”

Verso la S. Pasqua (1) / Gesù condannato a morte

Una serie di brevi testi per riflettere sulla più importante festa cristiana. “Gesù è processato e condannato a morte da una società che aspettava il suo liberatore, il Messia, e non ha saputo riconoscerlo, e, peggio, lo ha maledetto e ucciso. Saprebbe la società d’oggi riconoscere e accogliere il Cristo?”

Powered by WordPress | Officina48