I cacciatori nel bosco (in zona protetta). E a Vetto vicino alle case

La Polizia provinciale ha individuato a Ligonchio due cacciatori toscani intenti a cacciare fauna migratoria con il metodo dell’appostamento temporaneo in una zona di protezione speciale, dove questo tipo di attività è vietata. Ma a Cola i cacciatori calpestano una coltura di frumento e si appostano vicino alle abitazioni. La protesta di una lettrice che ci invia due foto

Powered by WordPress | Officina48