La Notte rosa 2014 è stata così…

Affollata. Esagerata. Poco rosa. Irripetibile. Alcolica. Gioiosa. Ricca. Buffa. Con troppi decibel. Musicale. Artistica. Con abbigliamenti improbabili. Come avete visto la Notte rosa 2014 andata in scena ieri tra sabato 2 e domenica 3 agosto? Scrivetelo (ma solo nello spazio di un sms!) nei commenti a questo Appunto.

E, se volete, inviateci le vostre foto, o i vostri selfie (redazione@redacon.it): li pubblicheremo qui in galleria e, lunedì sera, il più bello sarà foto del giorno.

 

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

29 Commenti

  1. Poco agricola. Non c’era bestiame e nemmeno il Parmigiano del mio casello

    (Merensio da Bebbio)

    Rispondi
  2. Ma anche piena di incivili che hanno urinato, vomitato e lordato ogni angolo del paese. Gli abitanti del centro pagano un tributo caro!

    (S.)

    Rispondi
    • Le feste sono serate per divertirsi ed è ovvio che ci possa essere qualcuno che esageri.

      (Alex)

      Rispondi
      • Ci si dovrebbe divertire ascoltando buona musica, parlando con gli amici, ballando, facendo tardi in compagnia. Vomitare, urinare ovunque, fare risse, ragazzini che hanno trovato chissà dove alcolici per ubriacarsi, altri che sballano con cose anche peggiori non è divertirsi è essere molto, molto piccoli.

        (mc)

        Rispondi
        • Per me è ingiusto generalizzare. Se c’erano 5mila persone che si sono divertite e hanno passato una bella serata e di queste 10 hanno combinato qualcosa di male non è colpa della festa o degli organizzatori o dei baristi. Bisognerebbe individuarli e tramutargli la pena in lavoro per pulire le prossime feste.

          (Cris)

          Rispondi
  3. Viste entrambe, molto meglio Casina sia per i contenuti che per l’organizzazione. Voto 4, a mio parere, a quel “buridone” commerciale rosa.

    (Serb)

    Rispondi
  4. Giusto, le feste servono per divertirsi. Imparo ora che urinare, vomitare e quant’altro significa maleducatamente “divertimento”. Nulla di ovvio. Preciso infine che non sono un’abitante del centro.

    (Paola Bizzarri)

    Rispondi
  5. La festa è stata molto bella ed organizzata davvero bene. Complimenti a tutti quelli che vi si sono dedicati con sforzo: eventi del genere rendono veramente orgogliosi di abitare a Castelnovo. Per quanto riguarda la sporcizia, occorre fare tesoro degli errori. Io propongo 2 cose per il prossimo anno:
    1) bagni chimici nei punti più strategici: Direzionale, Grattacielo, piazza Peretti e piazza Martiri della Libertà. Diciamo una quindicina in tutto. Esattamente come si fa nei concerti. Se vengono venduti 5.000 litri di alcool, come minimo ci saranno in giro 5.000 litri di urina… Teniamo presente che i bagni dei locali pubblici (bar o ristoranti) sono completamente insufficienti per un’orda di gente del genere.
    2) Che dalle ore 5 della domenica mattina (cioè a festa appena conclusa) venga pulito completamente il centro del paese e che venga lavato, ovvero “tirato a lustro”. Anche qui, si tratta di chiedere gli “straordinari” agli operatori ecologici e di un costo aggiuntivo per la collettività. Giustificato però dal fatto che l’evento è eccezionale di per sé; i residenti (così come i turisti) al mattino avranno le strade perfette, meglio che la mattina precedente.
    Sono le due cose che nelle città in giro per l’Europa vengono fatte sempre, quando vengono organizzati eventi analoghi alla Notte Rosa, nei quali l’alcool è consumato in quantità: andare a vedere qualsiasi festa o sagra in Spagna, per avere un esempio.

    (Giuliano Rossi)

    Rispondi
    • Visto che il guadagno è dei commercianti siano loro a tassarsi per la pulizia straordinaria. Perchè mai dovrebbero accollarsela i cittadini tutti? Forse la mattina dopo si distribuiscono i dividendi alla comunità?

      (Pinello)

      Rispondi
    • Signor Alex, se lascia il suo indirizzo in redazione mi premurerò di venire con 200 amici a casa sua una volta l’anno, lasciandola come il centro di Castelnovo. Vedremo se sarà ancora così tollerante.

      (S.)

      Rispondi
  6. La Notte Rosa 2014 è andata in archivio. Una serata che grazie anche alla clemenza del tempo ha visto le strade di Castelnovo riempirsi di tanti giovani, giovanissimi e famiglie. Belli gli stand con proposte dolci e salate di qualità e per tutti i gusti. Per quanto riguarda il paese e le piazze lasciate sporche, con tanti vetri in terra, concordo pienamente ma questo avviene tutti sabato sera. Bata fare un giro la domenica mattina. E’ vero, c’erano ragazzini molto giovani con un livello alcolico molto alto. Ma non credo sia un problema solo della sera della Notte Rosa e attribuirlo solo a una serata, a chi organizza, non mi pare corretto. Ha purtroppo radici antiche.

    (Cinzia Formentini)

    Rispondi
    • Chi organizza deve prevedere un certo numero di “poco intelligenti” in giro e prendere adeguate contromisure; le ricordo che anche a Sologno hanno avuto qualche problemino con gli stupidotti.

      (MC)

      Rispondi
  7. Castelnovo vecchio ancora stamattina è uno schifo, fate un giro e annusate… Facciamo tanto i civili con la raccolta differenziata e non siamo capaci di fare uscite un camioncino a lavare gli angoli del paese. Uno schifo. Notte rosa bocciata, almeno per la sicurezza e per la pulizia.

    (S.)

    Rispondi
  8. Onesto sarebbe chiamare le cose col loro nome: questa manifestazione non è una festa del paese, è una “festa” (un casino pro bevitori) per chi ci investe e spera in lauti ritorni economici. Quelli non interessati a questa equazione, che non credo siano pochi, semplicemente non c’entrano e la subiscono (e i cocci sono loro). E’ la storia di sempre ed eterna: dove gira il denaro i diritti di terzi possono attendere…

    (Tranne)

    Rispondi
  9. E’ l’unica grande festa di Castelnovo per numero di partecipanti, è un evento per cui si può sopportare anche un po’ di sporcizia e rumore. Sono certo che provvederanno a pulire quanto prima. Lasciamo che gli organizzatori, che non sono tutti interessati economicamente, s’impegnino per organizzare questa e le altre feste della birra estive, perchè senza Castelnovo diventerebbe un vero mortorio anche d’estate. Non credo che in Romagna i ragazzi che vanno alla Notte Rosa bevano tutti acqua, eppure è un evento che l’amministrazione pubblicizza in tutto il mondo.

    (Alex)

    Rispondi
    • Io sono andato a quella di Riccione, ho chiesto una birra in bottiglia e mi hanno detto no per due motivi: sicurezza e poi perché pagando anche loro la pulizia (lo fanno anche i commercianti di Castelnovo?), peraltro continua nel corso della serata, risulta più agevole avere solo roba in plastica. Forse é meglio lasciare la Notte rosa a chi davvero sa gestirla; quella appena passata é stata la notte del conato di vomito (da eccessive libagioni alcoliche).

      (Serb)

      Rispondi
      • Se il grande problema è il costo delle pulizie si potrebbe chiedere ai commercianti di caricarsi del costo, ma credo che il vero problema sia che a qualcuno dà fastidio che si organizzi qualcosa di rumoroso e numeroso. Ovviamente vado anche io in Romagna per la Notte Rosa e, malgrado ci sia più sicurezza, non mancano anche lì coloro che vomitano e fanno a botte, purtroppo.

        (Alex)
        Ps: Anche lì la mattina dopo è decisamente sporco.

        Rispondi
  10. Mi voglio lamentare per l’organizzazione, in tanti anni ho visto che tutti gli spettacoli iniziano alla stessa ora, verso mezzanotte, la gente va via perché tutti chiudono, pure gli spettacoli; si può semplicemente non far iniziare gli spettacoli alla stessa ora e fare come una vera Notte rosa?

    (Cittadino)

    Rispondi
  11. Bravo Alex, quanto pessimismo serpeggia in tanti commenti, è una festa e meno male che ogni tanto si festeggia un po’ almeno d’estate e si prova a stare insieme. Non è vero che i guadagni sono solo dei commercianti, i “guadagni” non sono solo quelli materiali ma anche altro. Il benessere di una comunità che si incontra felice in una notte d’estate, senza dover per forza scendere in pianura. Io personalmente ho trascorso una piacevole serata ascoltando musica e incontrando tante persone che non vedevo da tempo e sicuramente presto tutto tornerà in ordine.

    (Simona)

    Rispondi
  12. Alcune proposte della Notte Rosa sono vincenti, ad esempio i concerti e la possibilità di poter ballare in piazza. Infatti per i giovanissimi non credo ci siano locali all’aperto in Appennino dove poter ballare. Come festa estiva trovo molto bella quella delle Aie di Costa de’ Grassi, spero che anche quest’anno la ripetano.

    (Ic)

    Rispondi
  13. Voglio dissentire da quanti criticano la Notte Rosa facendo leva sul consumo di alcool durante la sera. In questo modo si fa passare in secondo piano l’importanza che un’iniziativa come questa ha per una comunità come quella dell’Appennino reggiano. Ormai tradizionalmente, in occasione di questa serata, Castelnovo diventa meta per ragazzi più o meno giovani (come me, ormai, purtroppo) di tutta la provincia. Ormai ogni anno partecipo, salendo da Boretto, con la mia famiglia al gran completo e tutti, da me al mio figlio minore ormai quindicenne, troviamo sempre molto gradevole Castelnovo e le iniziative organizzate! Poi ad una certa ora noi (meno giovani) rincasiamo, ma è giusto che almeno una volta all’anno la notte possa continuare per il paese per chi ha voglia di festeggiare.

    (Giovanni Codeluppi)

    Rispondi
  14. Personalmente credo che la Notte Rosa sia una bella serata in sè, ma penso anche che le vecchie Frescaspesa di alcuni anni fa non avessero niente da invidiare e in un’estate se ne contavano almeno 6 o 7. Certo che ormai per muovere un po’ di gente a Castelnovo ci vuole solo la Notte Rosa perchè se si chiamasse in qualsiasi altro modo radunerebbe un decimo della gente di sabato sera (vedere le ultime edizioni della Frescaspesa). Una sola notte all’anno…

    (Mario Marescalchi)

    Rispondi
  15. Bellissima serata! Vorrei ringraziare pubblicamente Giovanni Codeluppi di Boretto per l’organizzazione e mandare un caro saluto a Giorgio Passione, un caro amico che sta attraversando un momento difficile. Un saluto da Guastalla.

    (Alfredo Ligabue Siniscalchi)

    Rispondi
  16. Se proprio vogliamo fare una critica alla serata è quella che si dovrebbe impedire che si vendano alcoolici a minorenni, cosa purtroppo diffusa sia in altre feste che nei normali sabato sera. Sicuramente la responsabilità è dei genitori ma vi è anche una legge che stabilisce che è reato dare alcoolici a minori come ho visto abbondantemente e regolarmente nei vari stand.

    (Alex)

    NOTA DELLA REDAZIONE: in presenza di reati… si può tranquillamente denunciare agli organi competenti. E’ segno di senso civico.

    Rispondi
  17. Come al solito i castelnovesi non fanno altro che lamentarsi, personalmente tutta quella gente a Castelnovo io l’ho vista soltanto in occasione di questo tipo di eventi, quindi ben vengano! Per una volta che il nostro paese si rende protagonista di una bella serata e di una quantità di gente così numerosa, evitiamo di lagnare e pensiamo ai miglioramenti che si possono applicare l’anno prossimo!

    (D.M.)

    Rispondi
  18. Mi hanno riferito che è stata una bellissima serata (io non ero presente) dove tutti si sono divertiti, anche i non giovanissimi, Castelnovo pieno come non si vede quasi mai, gente da fuori che visita il paese e rimane ben impressionata, possibilità di occupazione anche se occasionale per molti giovani. Bilancio più che positivo, ci stanno anche le critiche (sono sempre le stesse da quasi 30 anni, rumore e sporcizia), anzi io proporrei di farne almeno una ad in inizio estate. Bravi gli organizzatori!

    (Simonetta Zobbi)

    Rispondi
  19. Ci sono anche castelnovesi che non si lamentano. Sicuramente qualche dettaglio è migliorabile (es. quello dei bagni chimici tutti gli anni salta fuori, ma sistematicamente non si mettono), ma nel complesso la serata è riuscita considerando anche la difficoltà nell’organizzare un evento di tale portata in Appennino. Mia figlia di 4 anni mi chiede tutte le sere se andiamo alla Notte rosa, ed io a spiegarle che è finita!

    (Denis)

    Rispondi
  20. Se il paese si riempie solo in occasione della Notte rosa allora è l’inizio del declino. In altre parole, a parte la serata in questione, niente attrae i visitatori ed è un peccato. Chi di dovere si dia da fare.

    (Serb)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48