“La nave che diventò una roccia” un libro scritto dai bambini del Mater Dei di Castelnovo ne’ Monti che sarà presentato il 18/11 alle 10 all’Oratorio

La Pietra di Bismantova ha origini antichissime e affonda le sue radici nel mare.

Si staglia maestosa e magnifica all’orizzonte del nostro territorio e rappresenta il più forte simbolo identitario di esso. Che cosa accadrebbe se chiedessimo ad un gruppo di bambini di quattro anni di rendere la Pietra di Bismantova protagonista di una storia?

È quello che si sono domandate le insegnanti della seconda sezione della scuola dell’infanzia paritaria parrocchiale “Mater Dei” di Castelnovo ne’ Monti quando, nell’ambito di un progetto didattico svolto durante l’anno scolastico 2016-2017, hanno mostrato ai bambini l’immagine dell’opera “La Pietra e il mare” del prof. Ermanio Beretti e hanno chiesto loro di esprimere le proprie idee e pensieri al fine di creare un racconto.

Il risultato è stato sorprendente.

I bambini si sono imbarcati con entusiasmo sulla nave-pietra raffigurata nell’immagine ed hanno intrapreso un meraviglioso viaggio della fantasia che li ha condotti a scoprire le origini geologiche della Pietra di Bismantova.

Dalle loro parole e disegni è nato un racconto naif e poetico che parla di mare, pirati, tesori, magia e mistero. Un racconto che è diventato un libro. Un libro scritto da bambini per altri bambini.

Un lavoro corale dove ognuno dei nostri piccoli protagonisti ha messo un pezzettino di sé che acquista un senso ed un significato solo se unito al pezzettino messo da ciascuno dei suoi compagni.

Un racconto che con semplici parole rivela una curiosità relativa al nostro territorio forse non a tutti nota: la Pietra di Bismantova ha avuto origine dal mare e custodisce incastonati dentro di sé sotto forma di fossili tesori quali conchiglie, denti di pesce, molluschi…

Ma come è nato questo libro?

Tutto ha inizio una sera di novembre del 2016 quando le insegnanti della seconda sezione della scuola dell’infanzia “Mater Dei” Rossella Versi, Monica Romei e Sara Zafferri presentano ai genitori il sorprendente lavoro svolto dai bambini.

Quella sera stessa Sara Soligo, una delle mamme rappresentanti di sezione, lancia l’idea: “Questo racconto merita di essere pubblicato in un libro!”. Ed il progetto “La nave che diventò una roccia” prende subito forma.

Lo scopo dell’iniziativa è molteplice: valorizzare e fare conoscere il lavoro svolto dai bambini e dalle loro insegnanti, valorizzare il progetto educativo e didattico della scuola dell’Infanzia “Mater Dei” e sostenere economicamente la scuola stessa.

Il progetto prevede, infatti, la pubblicazione del racconto dei bambini reperendo la somma necessaria a sostenere il costo di stampa attraverso una raccolta fondi e prevede, altresì, la successiva offerta al pubblico della pubblicazione stessa con destinazione del  ricavato alla scuola dell’infanzia “Mater Dei”.

L’idea di Sara viene condivisa con l’altra mamma rappresentante di sezione, Paola Martinelli, e quindi con tutti gli altri genitori, nonchè con la scuola, raccogliendo l’adesione e la partecipazione di tutti.  Il progetto si sviluppa nel corso di tutto il successivo anno e viene portato avanti, in collaborazione con la scuola, dai genitori dei bambini della seconda sezione attraverso le sue rappresentanti Sara e Paola. I testi e la grafica della pubblicazione vengono, invece, interamente curati dall’insegnante Rossella Versi che ha seguito il progetto didattico e rielaborato il materiale creato dai bambini.

Dopo tanto lavoro tutto è finalmente pronto ed il libro “La nave che diventò una roccia” verrà presentato al pubblico  sabato 18 novembre prossimo ore 10 presso il salone dell’oratorio “Don Bosco” di Castelnovo ne’ Monti.

Il programma della mattinata prevede il saluto di Don Evangelista Margini, presidente del “Mater Dei”, gli interventi di Emanuele Ferrari, Fausto Giovanelli e Rossella Versi, rispettivamente assessore alla scuola del Comune di Castelnovo ne’ Monti, presidente del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano e insegnante curatrice del libro,  un laboratorio di lettura per i bambini a cura di Pina Irace ed un piccolo rinfresco a seguire.

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie al contributo del Parco nazionale, del Comune di Castelnovo ne’ Monti e di molti generosi sponsor privati: Latteria sociale di Carnola, Latteria sociale Casale di Bismantova, Onoranze funebri Mammi, cacciatori della montagna, Progetti ambientali integrati s.a.s., Cartolibreria Angela di Ferrari Raffaella, “La moda in forma” di Palleschi Graziella, Elena Arduini (Allianz), Prampolini s.r.l., Roberto Zannini, Vittorio Ruffini & C. s.n.c., Bagnoli net s.r.l., Ottica Tondelli di Tondelli Maria e Ferrari Romeo s.n.c. di Ferrari Romeo & C..

Prezioso è stato anche il contributo di Pina Irace, autrice della prefazione, e di Ermanio Beretti, autore dell’acquerello su tela che ha ispirato i bambini, che hanno collaborato al progetto in forma del tutto gratuita.

Per informazioni su dove reperire il libro è possibile telefonare a Sara (3473216102) o Paola (3925688995) oppure scrivere a: lanavechediventounaroccia@gmail.com.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Complimenti alla creatività delle insegnanti coinvolte, alla sensibilità e intraprendenza delle mamme, per questa bella iniziativa che esalta il potere educativo della Scuola dell’Infanzia! I bambini sono il nostro futuro e bisogna investire su di loro.
    Complimenti alla Direzione della Scuola che so essere aperta anche a nuovi ed interessanti Progetti!!! Un team di donne di alta qualità!!

    Simona

    (Simona)

    Rispondi

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48