Il degrado di Cerreto Laghi secondo un proprietario di appartamento in loco

Ci scrive un villeggiante e pubblichiamo. —– Domenica 9 luglio sono salito a Cerreto Laghi, dove possiedo un appartamento. Voglio segnalare la situazione di degrado in cui versa il paese, nonostante la presenza di parecchi turisti. Sia in paese che […]

Cani pastore liberi ed aggressivi al Passo Pradarena. Un escursionista se ne lamenta. La replica dell’ente Parco

“Vi chiedo quindi se per porre rimedio a questo dilagante arbitrio dei cani liberi ed incustoditi si debba prima aspettare una disgrazia. Certo è che se si va da qualsiasi altra parte (Trentino o Friuli ad esempio) tutto ciò non esiste, con buona pace alla promozione del Parco e alle attività ricettive ad esso connesse”

Sullo stato delle strade provinciali in montagna: una nota di Sergio Fiorini

Quattro domande sullo stato di degrado in cui versano le strade provinciali di montagna (ma non quelle di pianura!)

Cosa è arrivato realmente dalla Toscana a Poiatica?

“Dunque a quanto pare c’è chi ha fretta di chiudere, negando che ci sia mai stato, né ora né mai, alcun problema per l’ambiente e per la salute. Negando che sia stata una discutibile gestione da parte di Iren”.

Alberto e Gino, volontari del Gaom in partenza per l’Etiopia

“Partiremo in due, ma nel cuore avremo tutti voi che con il vostro aiuto, aiutate il Gaom in questo bellissimo cammino”

La “Piccola storia” di Dilva Attolini

Anna era arrivata nella sua città Reggio Emilia, poi aveva proseguito per la più lontana Bologna, affiancata e intravista dalla tangenziale. Era uscita a Interporto e per fortuna aveva ritrovato la campagna, e un piccolo paese con il campanile. Era […]

“C’è un solo Presidente, ciao Giovanni”

La montagna perde un grande uomo…

La lettera: “Bini, quante incongruenze”

“Un balletto fatto di retromarce su Poiatica. Prima prende le distanze da don Zanelli, poi presenta due esposti”. “Perchè i dati epidemiologici non sono stati richiesti prima?”

Il parco giochi di Casale si farà: al via l’esproprio

“Non è stata fatta l’assemblea di presentazione dell’opera nella frazione”. La lamentela della proprietà: “E dopo la presentazione delle firme sulle priorità di Casale il sindaco ha rifiutato di incontrarci”

Le chiamiamo badanti. Ma sanno dare qualcosa di grande. “Addio Halyna”

A soli 57 anni si è spenta Halyna Romanska. La lettera: “in lei il desiderio di sostenere la sua famiglia, ma anche tanto altruismo. E quella rete che si è creata per aiutarla nella malattia”

Il punto “Iat” di Castelnovo dovrà fare ancora tanta strada

Scrivono due turisti ringraziando l’alternativa informativa trovata altrove

“Se dipendesse da me…”: una nota di Dilva Attolini sul tema “punto nascita”

Considerazioni personali sul MIRE e altro

Yuri Torri (consigliere regionale SI) interviene sulle “ultime” relative al punto nascita del S. Anna

L’intervento dei neonatologi è “un tentativo di sgambetto”

Problemi di traffico a Castelnovo ne’ Monti (“…non ci posso credere!” direbbe Aldo)

Vicissitudini mattutine di un castelnovese diretto a Felina

Strada comunale Casina-Barazzone-Trinità in pessime condizioni

L’appello dell’associazione culturale insieme per Pianzo inascoltato dagli enti preposti

Ospedale S. Anna / “Cara Regione, spedisci questa benedetta richiesta di deroga al ministero!…”

Le considerazioni di cui la commissione nazionale nascite ha fin qui tenuto conto per realtà montane analoghe all’Appennino reggiano, in Regione Lombardia ed in Provincia di Trento: perchè per questi nostri territori non dovrebbe andare bene? Documento del gruppo di associazioni denominatosi “Insieme per l’Ospedale S. Anna”

Il pronto soccorso di Castelnovo e la sua immensa umanità

Una lettrice ci scrive ringraziando pubblicamente per il calore, le cure e l’attenzione ricevuta

“Non c’è da scherzare con la chiusura del punto nascite dell’Ospedale S. Anna di Castelnovo ne’ Monti”

“Mi sento di dire, ora più che mai, quanto sia indispensabile la nostra consapevolezza, la partecipazione, e la voglia di lottare uniti”

Lettera / “A proposito dell’ospedale S. Anna di Castelnovo ne’ Monti”

Scrive l’arch. Maria Cristina Costa: “Non posso non osservare che per una ragione o per l’altra i servizi pubblici della nostra (e non solo nostra) montagna vengono via via progressivamente ridotti”

Vicenda “punto nascite” del S. Anna / “Ci siamo trovati davanti al solito ‘politichese’”

Lettera di Maria Vittoria Grisanti (16 anni), di Castelnovo ne’ Monti, sulla giornata di martedì 7 febbraio a Bologna con la delegazione partita dall’Appennino a sostegno dell’ostetricia del “S. Anna”. Le “Cicogne” e il sindaco Enrico Bini domani, venerdì 10 febbraio, in tv a “Buongiorno Reggio”

Regione modello? “Non nella sanità o nel sociale dove sono stati tagliati tanti servizi essenziali”

“So che ora stiamo parlando del punto nascite ma tante sono le voci che asseriscono che questo è solo un inizio e la chiusura di tanti altri piccoli ospedali lo dimostra”. Scrive una lettrice

Le cicogne non mollano

“Signori ci siamo: dopo voci di corridoio, smentite, rimpalli di responsabilità e richieste di spiegazioni più volte disattese, il momento è arrivato. La parola ai fatti: a breve non si nascerà più al Sant’Anna di Castelnovo ne’ Monti?”. A che punto siamo con il punto nascita?

Il nostro ospedale e la Regione. Lettera di Robertino Ugolotti

La Regione investe 3,2 milioni di euro annui per attivare l’elisoccorso notturno, ma…

Quando e dove la sanità pubblica funziona

Dieci ore di visite e controlli nell’ospedale della montagna con lodevole attenzione al paziente

Prima il sisma, poi la neve e le promesse non mantenute

R-esistenza nei comuni terremotati. La cronaca da un’azienda agricola di montagna a Casette di Macereto. E le immagini del prima e del dopo. E se provassimo a sentirci una grande Comunità Montana?

Bettino, da riconsiderare: “Reggio lo ricordi”

“Mentre in Italia si ricordano leader italiani mandanti di stragi, tra cui Crispi e Togliatti, nulla è riconosciuto a Craxi. Fu l’unico che pagò errori di tutti, eppure il suo socialismo aveva combattutto il comunismo”. La lettera

Discarica di Poiatica / Iren ritenuta responsabile davanti al tribunale per i fatti del 23 novembre 2014

“Un odore acre e intenso proveniente dalla discarica di Poiatica copriva tutta la vallata, costringendoci in casa a causa del tanfo. Preoccupati dalla situazione, alcuni componenti del nostro gruppo giungono all’ingresso della discarica…”. Scrivono dal comitato carpinetano “Fermare la discarica”

Roberto Lugli spiega:”Perchè domenica voterò SI'”

“Non si può considerare il testo del referendum un atto di abiura nei confronti della Costituzione repubblicana del ’48 nata dalla Resistenza”

Una lettera aperta di Tommaso Manfreda assessore ai lavori pubblici di Casina

Per fare il punto sullo stato dei lavori e motivare le scelte compiute

“La strada del castello di Carpineti va in televisione, peccato sia molto problematico percorrerla”. AGGIORNAMENTO – La replica della Provincia e del sindaco di Carpineti

La Provincia: ai primi dicembre inizieranno due interventi per fronteggiare i movimenti franosi che dal 2014 in poi incombono sulla Sp 76

Powered by WordPress | Officina48