Home Cultura Volontariato: una mostra rivolta ai giovani

Volontariato: una mostra rivolta ai giovani

1
0

Si chiama “Quando torni?” il un progetto promosso dal Centro di servizio per il volontariato di Reggio Emilia “Dar Voce”. “Quando torni?” interpreta il volontariato come soggetto sociale capace di favorire il dialogo tra diversità e intessere legami all’interno della comunità locale. Legami sempre più rari in tempi di frammentazione e isolamento nelle relazioni. A maggior ragione per i giovani, facilitati ad accedere a moltissime opportunità senza bisogno di cercare l’altro.
La mostra si terrà presso l’ostello della Gioventù di Via Guasco a Reggio Emilia nelle mattine del 25 e 26 Febbraio; del 3- 4 e 5 marzo e dell’ 11 e 12 marzo e coinvolgerà i seguenti Istituti: Liceo Classico – Scientifico “Ariosto – Spallanzani”; Istituto Scaruffi; Istituto Don Z. Jodi.
“Il nostro progetto – spiega Federica Severini, responsabile del settore “Progetto giovani e volontariato” di Dar Voce - è stato condiviso da referenti di organizzazioni, insegnanti, operatori di servizi, con l’obiettivo di favorire nei giovani un interesse verso il mondo del volontariato e verso i problemi di cui si occupa”.
La mostra si snoda in tre momenti: la prima fase è di preparazione degli studenti ed è gestita da volontari e insegnanti formati a svolgere questo compito, con l’obiettivo di aiutare i giovani ad esprimere le loro idee e convinzioni rispetto al mondo del volontariato.
“La seconda fase – continua la Severini – consiste nella visita della mostra: le classi saranno suddivise in piccoli gruppi e si troveranno a fare un vero e proprio percorso all’interno del mondo del volontariato (attraverso un simbolico viaggio in treno), valorizzando le loro esperienze, suscitando interrogativi ed emozioni, evidenziando le loro potenzialità attraverso la realizzazione di piccole esperienze di volontariato”. Infine, si approda al momento conclusivo ovvero all’elaborazione che ha il compito di aiutare i giovani visitatori a riflettere sul percorso svolto, comparando le idee formulate prima della visita con quelle nate in seguito. La mostra si colloca tra altri due progetti significativi di collaborazione tra scuola e volontariato, ideati da “Dar Voce”: “Mondi Lontanissimi” che, attivo da 6 anni, organizza per studenti degli ultimi anni delle scuole medie superiori esperienze di tirocinio all’interno di associazioni di volontariato e Liber@zioni, un servizio che orienta i giovani al volontariato attraverso l’attivazione di spazi di ascolto dentro le scuole e dentro alcuni servizi pubblici e li accompagna durante l’inserimento nelle associazioni.

Per maggiori informazioni tel. 0522-791979.

Articolo precedente“Life is a miracle”, una mostra per carpire i segreti di Kusturica
Articolo successivoBollettino meteo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.