Home Società Diffusione e Consumo delle sostanze stupefacenti in Italia

Diffusione e Consumo delle sostanze stupefacenti in Italia

8
0

Da un articolo, redatto da Ambra Lanzi, presente nella nuova sezione del sito internet di Risky-Re riguardante la Cocaina e le Sostanze Stupefacenti (http://risky-re-coca.splinder.com) emergono dati allarmanti, sia sulla crescita delle sostanze consumate, sia sulle fasce di età maggiormente colpite, come indica l’articolo stesso:

“L´indagine IPSAD ( Italian Population Survey on Alcool and Drugs) attivata nel 2003 dal C.N.R. - Sezione di Epidemiologia dell’Istituto di Fisiologia Clinica - relativa al consumo di alcol, tabacco e sostanze psicotrope legali e illegali nella popolazione generale residente in Italia, di età compresa fra i 15 e i 54 anni, ha rilevato che la diffusione delle sostanze stupefacenti e psicotrope, in questi ultimi anni, ha progressivamente assunto connotati di crescente complessità dovuti all’aumento del numero di consumatori, alla comparsa di nuove sostanze e all’ampliarsi delle loro modalità d’uso.
Confrontando questi dati con quelli rilevati nel 2001, dunque a distanza di soli due anni, si è assistito a un incremento nel consumo "almeno una volta nella vita" di tutte le sostanze esaminate (cannabinoidi, cocaina, oppiacei, amfetamine, ecstasy, allucinogeni e solventi), dove la cannabis risulta quella maggiormente diffusa (il 10,4% del campione in esame riferisce di averne fatto uso negli ultimi 12 mesi e ha subito un incremento del 5% tra il 2001 e il 2003).
Sono allarmanti i dati relativi al consumo di cocaina, che risulta essere, subito dopo la cannabis, la seconda sostanza più utilizzata dal campione: il 5,4 % dei soggetti del campione di ricerca riferiva di averne fatto uso almeno una volta nella vita, mentre l'1,5% ne ha fatto uso negli ultimi 12 mesi. Ciò che rende il quadro maggiormente preoccupante sono le modalità d’uso di questa sostanza da parte dei giovanissimi: la fascia d’età più esposta al consumo è infatti quella compresa tra i 15 e i 24 anni.”

Così, sulla scia delle informazioni che ogni giorno ci troviamo a dover rileggere sul drammatico mondo delle sostanze stupefacenti, vi invito a Cliccare Qui per Commentare l’Articolo direttamente sul sito da cui è stato tratto, per dare contributi importanti e animare riflessioni e quella interattività necessaria a individuare gli strumenti che possano realmente fornirci speranze di vittoria nella lotta alla droga, sia come prevenzione che come trattamento delle casistiche già cadute in tale forma di disagio.