Home Cultura “Volti di pietra” di Vasco Montecchi

“Volti di pietra” di Vasco Montecchi

9
0

Il Comune di Baiso, assieme ai comuni di Scandiano e Gualtieri, intende onorare l'attività dello scultore di fama internazionale Vasco Montecchi con una mostra antologica dal titolo ”Volti di pietra” allestita presso i prestigiosi locali ristrutturati di Ca' Toschi.

Lo scultore, di origini baisane in quanto nato il 23 marzo 1938 a Castagneto di Baiso, dove ha vissuto i suoi primi 14 anni, è un artista che sa unire il segno di un'eleganza astratta ad un ricordo figurativo che aiuta a leggere le sculture, quasi sempre in marmi pregiati che sfidano il tempo anche se collocate all'aperto.

Sarà presentata la prima attività di Montecchi, i lavori figurativi dedicati ai montanari, ai pastori, alla gente di montagna e di campagna che lottava duramente per l'esistenza. C'è così la riscoperta dei materiali naturali, semplici ed insieme ricchi di sfumature e di possibilità espressive come la creta, il legno, la terracotta, l'arenaria, la traduzione in bronzo e le prime opere in marmo.

L'antologica mostrerà le sculture del periodo iniziale di Montecchi fino alle prime prove in marmo e sarà corredata da altra documentazione sulle prime mostre e le fotografie della giovinezza.

Dice l'assessore alla cultura Marzani: "Oltre all'antologica all'interno dei locali, dove sarà possibile visionare anche delle proiezioni sull'arte di Montecchi e alcuni suoi quadri, sarà posizionata una grande scultura totem all'aperto per segnalare la mostra e verrà realizzato un laboratorio didattico in collaborazione con le scuole medie dell'Istituto comprensivo di Baiso, dove il Maestro si confronterà coi nostri ragazzi facendo loro conoscere il mondo della scultura".

Quest'iniziativa culturale vuole dare il giusto merito alla grande carriera artistica di Montecchi, non con gli occhi dei posteri ma verso uno scultore che è ancora in piena attività.

La mostra verrà inaugurata domenica 1 luglio alle ore 11,45, alla presenza dello scultore e delle autorità e sarà visitabile sino al 30 settembre nei fine settimana con il seguente orario: sabato dalle ore 16,00 alle ore 19; domenica e festivi dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 19,00.