Home Cronaca E se fosse l’inquietante Tasso Lupo?

E se fosse l’inquietante Tasso Lupo?

114
5

Vani i tentativi di classificare l’animale. La fotografia ritrae l’essere così come è stato ritrovato, appoggiato su di un gabbione di rete e massi atto a contenere la caduta di materiale dal fianco della montagna. Sconcertante il fatto che la scoperta sia stata effettuata a poche centinaia di metri dall’abitato, in località Presa bassa.
Qualcuno ha azzardato si tratti di un grosso carnivoro, la conformazione delle mascelle e la dentatura lo hanno escluso. C’è chi ha ricondotto lo scheletro ad un uccello preistorico, simile ad uno pterodattilo con becco armato di denti.

Sono accorse in aiuto anche le leggende popolari, in paese si è sparsa la voce, lo scheletro apparterrebbe al leggendario “tasso-lupo” (meles lupus) un misto tra un mustelide, il tasso (meles meles) ed un canide, il lupo (canis lupus).

Il tasso lupo è una creatura schiva ma estremamente aggressiva, secondo la leggenda sarebbe nato dall’accoppiamento di un lupo maschio con un tasso femmina. Ereditando da quest’ultima le caratteristiche tipiche del mustelide, vive solitario, scava buche nel bosco per cercare riparo, ma non disdegna anfratti sassosi, e con la sua combattività scaccia ogni altro abitante da grotte e caverne prendendone possesso e ringhiando a chiunque si avvicini, una creatura che la notte si aggira per i boschi e ulula alla luna.

Frammenti di racconti narrano di Tassi Lupi visti allontanarsi all’alba da pollai con un pollo starnazzante stretto tra le robuste mandibole. Ha le dimensioni di un piccolo cane, con il pelo nero, folto e striato di bianco, una lunga coda arricciata.

Il mistero si infittisce, dopo il ritrovamento il reperto è inspiegabilmente scomparso. Rimane unicamente una fotografia a testimoniare la bizzarria.

5 COMMENTS

  1. Uno basta
    Pesce d’aprile e/o piacevole storia locale?

    (Commento firmato)

    —–

    @CDi pesci uno basta. Questo pezzo di Narval Smith, al pari degli altri già pubblicati e dei prossimi che si pubblicheranno, racconta fatti di cronaca e/o storielle di varia umanità. In questo caso la pubblicazione, avvenuta a cavallo del giorno “famigerato”, può aver appunto indotto a pensare ad un (altro) pesce; che invece non c’entra nulla.

    (red)#C

  2. TassoLupoMannaro
    Secondo me è un DuodogongoLodretto. Finalmente un’attrattiva turistica, se non capitava ero pronto a fare cerchi nel grano per chiamare i turisti. Mandate la foto ad Alberto Angela, “l’uomo che si fa capire anche dai non udenti”, di sicuro lui sa cos’è!! Ciao!!

    (Mattia Rontevroli)

  3. Il tasso-lupo è un cinghiale
    Se la foto dell’animale sconosciuto è stata scattata quest’anno posso dire che si tratta di uno scheletro di cinghiale che qualche buontempone tiene da parte per ritirarlo fuori ogni tanto.Infatti l’anno scorso uno scheletro molto simile era nello stesso posto esatto a primavera e poi era scomparso, non credo che ogni anno un cinghiale vada a morire sullo stesso gabbione del sentiero che va alla Presa bassa.

    (Benedetto Bigazzi)