Home Cronaca All’Atelier delle acque e delle energie il parterre delle grandi occasioni

All’Atelier delle acque e delle energie il parterre delle grandi occasioni

5
1

C’era il parterre delle grandi occasioni al taglio del nastro per la “apertura del cantiere” dell’ATELIER DELLE ACQUE E DELLE ENERGIE nella Centrale ENEL di Ligonchio.

E’ un segno dell’interesse che l’iniziativa del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano ha riscosso, ma anche, e soprattutto, delle “energie” che tanti enti pubblici e tanti privati cittadini hanno profuso per arrivare al risultato di oggi.

A tutti costoro, individuati per nome e cognome, sono stati rivolti i ringraziamenti del presidente Fausto Giovanelli: in primo luogo a Reggio Children e alla sua presidente Carla Rinaldi, all’ENEL rappresentato dall’ingegner Amelio Brunelli, responsabile della Unità di Business di Bologna, al Comune di Ligonchio ed agli artigiani locali che hanno lavorato alla realizzazione delle strutture, alle tre province: di Massa, rappresentata dal presidente Osvaldo Angeli, di Parma, rappresentata dal vicepresidente Pier Luigi Ferrari, e di Reggio Emilia, rappresentata dal vicepresidente Pier Saccardi, ai sindaci dei comuni del Parco presenti in prima fila.

Ma c’erano anche ospiti importanti a cominciare da Iva Zanicchi, europarlamentare di Vaglie di Ligonchio, che ha garantito il proprio interesse e la collaborazione per continuare il lavoro appena intrapreso, per continuare con i consiglieri regionali Marco Barbieri, Fabio Filippi e Laura Salsi, il vicesindaco di Reggio Emilia, Liana Barbati, il presidente della Camera di Commercio Enrico Bini e tantissimi rappresentanti della politica, della pubblica amministrazione, della produzione, della scuola.

Padrone di casa il sindaco di Ligonchio, Giorgio Pregheffi, che ha aperto gli interventi ricordando anche il ruolo importante svolto dal suo recente predecessore, Ilio Franchi, nella fase ideativa e di avviamento del progetto che risale d’altronde a poco più di un anno fa.

Carla Rinaldi ha spiegato il senso del progetto che rientra appieno nello spirito e nella mission di Reggio Children che ha messo a disposizione il proprio know how per realizzarlo e che continuerà per un completamento che non sarà brevissimo e per una corretta gestione.

Amelio Brunelli ha messo in rilievo come quello col Comune di Ligonchio sia da molti anni un “rapporto esemplare” che ha permesso di fare della Centrale e di tante altre strutture dell’ENEL sul territorio un centro di aggregazione di interessi culturali e scientifici di grande rilievo: l’ATELIER, sorto da una felice intuizione del Parco nazionale, è un po’ il coronamento e l'esaltazione di quanto avviato in questi anni.

C’è stato spazio anche per la lettura di un messaggio, niente affatto formale, del ministro Stefania Prestigiacomo, che, scusando la sua assenza, ha lodato l’iniziativa inserendola nel più ampio discorso della funzione dei parchi e dell'attività del Ministero dell’Ambiente.

A conclusione il taglio del nastro, effettuato da tre dei molti bambini che erano da tempo attivamente impegnati nel mettere alla prova le macchine dell’acqua già funzionanti, e la benedizione del parroco.

Nei prossimi giorni fino al 16 di agosto sarà possibile visitare questa prima parte attiva dell’ATELIER; in seguito e fino al 31 ottobre bisognerà prenotare le visite dei gruppi chiamando la Coop. IL GINEPRO ai numeri 0522 812549 oppure 328 1003455 (mail [email protected]).

* * *

Guarda la fotogallery

1 COMMENT


  1. A questo indirizzo @Lhttp://www.flickr.com/photos/parcoappennino/collections/72157621822451507@=www.flickr.com#L è possibile vedere le gallerie fotografiche che documentano l’avanzamento dei lavori per la realizzazione dell’atelier, fino all’inaugurazione di martedì.

    (Claudia Vago)