Home Cronaca L’Ostello dei Balocchi di Ligonchio in mostra a Verona

L’Ostello dei Balocchi di Ligonchio in mostra a Verona

50
0

Anche quest’anno - a partire da ieri e fino a domenica 8 novembre - l’Ostello-asineria dei Balocchi di Casalino di Ligonchio, gestito dalla Legambiente Reggio Emilia, ed Aria Aperta saranno presenti all’interno del Villaggio del bambino, uno dei saloni più visitati di Fieracavalli Verona, uno spazio interamente dedicato ai più piccoli, pensato per divertire e stimolare la fantasia.

“Si rinnova così il costante impegno – dichiara Stefano Regio, di Legambiente Ligonchio – per la promozione dell’Appennino reggiano attraverso forme di turismo innovativo e ecosostenibile con l’ausilio dell’asino, e quest’anno lo faremo da protagonisti durante lo svolgimento dell’edizione 2009 della Salone internazionale del cavallo alla Fiera cavalli Verona. In collaborazione con Aria Aperta, gestiremo tutte le attività di animazione che avranno come protagonista l’asino. Un team di esperti accompagnerà i più piccoli nel battesimo della sella e attraverso i primi approcci al sellaggio, alla nutrizione, alla pulizia e cura, darà l’opportunità alle migliaia di visitatori di conoscere questo animale”.

“Il Villaggio del bambino – continua Regio – ha da sempre rappresentato un vero e proprio 'fiore all’occhiello per Fiera cavalli e quest’anno è decisamente forte l’interesse delle istituzioni verso quest’area che si arricchisce della presenza del ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali che, in collaborazione con il Corpo forestale, propone un percorso di conoscenza del territorio attraverso la storia delle biodiversità equine”.

Il Villaggio permette di toccare con mano la routine della vita all’aria aperta, attraverso i laboratori didattici che, intervallati da momenti di animazione, insegnano ai bambini ad avvicinare gli animali da cortile, scoprire l’orto di una fattoria e i suoi prodotti. “Il successo che gli asini negli anni hanno saputo ritagliarsi all’interno di un contesto cosi prestigioso come quello del Salone internazionale del cavallo - precisa infine Regio - premia gli asini come portatori di un nuovo modo di vivere ed osservare la natura, forte del passo lento e ponderante di questo amico a quattro zampe. Ed importante sarà anche il nostro compito di diffondere l’ambiente incantato e le tradizioni delle nostre montagne all’enorme bacino di visitatori che, anche quest’anno, premieranno con la loro presenza l’impegno e la serietà dell’organizzazione di quella che negli anni è diventata certamente uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale”.