Thelonious Monk: il pianista più rivoluzionario della storia del jazz

Thelonious Monk è stato il pianista più rivoluzionario della storia del jazz. Il suo modo di suonare, considerato da molti critici privo di tecnica e di logica, ha reso la sua musica unica ed emozionante. Ma è soprattutto il silenzio l’elemento che contraddistingue la vita e la musica di Thelonious Monk. A più di vent’anni di Thelonious Monk va in scena al Teatro Bismantova di Castelnovo ne' Monti un omaggio al pianista più rivoluzionario e innovatore della storia del jazz.

Unendo la letteratura alla musica, il suono al silenzio, prende vita tra accordi dissonanti e musiche inusuali il racconto della vita del pianista e dell’America degli anni cinquanta, scossa dai conflitti razziali e dal maccartismo. Stefano Benni, accompagnato da Umberto Petrin, uno tra i massimi esecutori di Monk, ricorda e racconta la vita del pianista attraverso un reading di citazioni, letture tratte dalla biografia di Monk scritta da Laurent De Wilde e poesie di Allen Ginsberg.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48