Bollettino meteo

SITUAZIONE

Un campo di alta pressione di matrice sub-tropicale si va consolidando sul nostro territorio apportando generali condizioni di bel tempo invernale. Unica spina nel fianco è e sarà determinato dalle nebbie sempre piuttosto fitte e persistenti in tutto il catino padano e nelle principali conche vallive basso-pedemontane.
La situazione alto-pressoria potrebbe permanere fino a inizio prossima settimana.

TEMPO PREVISTO

OGGI 2 FEBBRAIO - GIOVEDI' 3 - VENERDI 4 FEBBRAIO

Cielo generalmente sereno in tutto il nostro territorio se si eccettuano occasionali sottili stratificazioni in possibile formazione nelle ore pomeridiane per il sollevamento di nebbie e foschie dalle aree vallive. Nottetempo ed al mattino estesa nebbia in tutta la pianura, specie a nord della via Emilia e nella conca di Aulla con visibilità ridotta a poche decine di metri: prestare attenzione. Laddove la nebbia o la foschia insista per più ore del giorno, si verificheranno condizioni favorevoli a temperature piuttosto basse anche nel pieno pomeriggio. Peggiora anche la qualità dell'aria nei centri storici cittadini e più in generale nei comparti ceramici. Buono l'indice qualitativo salendo le colline e il nostro crinale ove si verificheranno pomeriggi limpidi e ben assolati. Temperature minime ancora piuttosto basse e con diffuse gelate, massime in graduale aumento, più cospicuo da venerdì e soprattutto in montagna. Inversioni termiche in pianura ( più freddo in città che non sull'Appennino).

TENDENZA PER SABATO 5 E DOMENICA 6 FEBBRAIO 2011

Persistenza e ulteriore rafforzamento dell'alta pressione con cieli generalmente sereni o poco nuvolosi in collina e montagna; nebbioso ed inquinato in pianura e nelle conche vallive basso-pedemontane. Temperature decisamente più gradevoli tra le 11,30 e le 15,00 con valori che potranno raggiungere i 13/15°C in talune zone poste alle altitudini di 500/800 m. Zero termico in volata oltre i limiti del crinale. Inversioni termiche accentuate sul lungo Po padano e nelle cittadine a nord della Via Emilia. Ottime condizioni per praticare gli sport invernali presso le nostre stazioni sciistiche dell'Appennino Tosco-Emiliano.

NOTA: Oggi si festeggia la "Candelora". Un tempo i nostri vecchi vedevano questa giornata come simbolo di un ritorno o meno dell'inverno. Infatti i detti legati alla credenza popolare ci raccontano..... "Se per la Candelora nevica o gragnola dell'inverno sema fora, ma se piove, c'è sole o tira vento, dell'inverno semo dentro"... E, ancora... " Se il sole batte nella candelina, un altro inverno si avvicina". Nella Bassa padana poi si diceva della Candelora " Per santa Zeriola o c'ha nev o c'ha piova o c'ha nass una viola o c'ha tira la zigajola: tirer o non tirer quaranta dè l'an lan pol mancher" (Trad. Per la Candelora che nevichi o che piova o che nasca una viola o che soffi la zigaiola (bora), che la bora soffi o non soffi, sicuramente per 40 giorni all'anno questo vento freddo non può mancare).

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48