Castelnovo / Una bella giornata con la Croce Verde

E’ stato un vero successo quello raccolto nella giornata di ieri dalla Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti: il convegno organizzato al teatro Bismantova dal titolo “Il trapianto e il sangue cordonale” ha infatti raccolto decine di adesioni alternando nell’arco dell’intera giornata momenti di grande dibattito scientifico ad altri particolarmente intensi dal punto di vista emotivo.

Sul parterre tutte le autorità del paese: a cominciare dalla senatrice Leana Pignedoli, alla presidente della Provincia Sonia Masini, al sindaco di Castelnovo ne’ Monti Gian Luca Marconi, all’assessore provinciale alla sanità Marco Fantini. Poi tanti medici, alcuni provenienti da fuori provincia, infermieri, volontari, ma anche tanti semplici cittadini e giovani interessati ad un tema così importante e insieme delicato come quello della donazione di organi.

A fare gli onori di casa è stata Maria Luisa Muzzini, responsabile del distretto Asl di Castelnovo ne’ Monti, che ha condotto sapientemente il convegno e presentato uno ad uno i tanti relatori che dal primo mattino fino al tardo pomeriggio si sono succeduti sul palco del teatro: Leonardo Pomponio del Centro riferimenti trapianti dell’Emilia-Romagna, Laura Favilli del Centro provinciale donazione di organi e tessuti che opera presso l’ospedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia, Sergio Alboni della centrale operativa 118, Lorenzo Spaggiari dell’Institute european of oncology, i medici ospedalieri Cristina Incerti, Mara Battistini, Stefania Catellani, Francesco Merli e l’immancabile Ermanno Briglia dell’ospedale castelnovese. Presenti anche Gianfranco Bonacini dell’Aido e Giovanna Indorato, medico specialista in ginecologia e rappresentante dell’Adisco. Nel pomeriggio, invece, è toccato a Simone Della Torre e Federico Ghio approfondire alcune tematiche legate al trasporto degli organi vitali. Tanti i contributi, dunque, per illustrare al meglio un settore forse ancora poco conosciuto, ma di vitale importanza per salvare numerose vite anche fra la popolazione della nostra montagna.

A confermarlo l’esperienza di Armando Federico Ceccati (già conosciuto per avere di recente presentato il suo libro Il trattore e la carriola) e di Stefania Corti, volontaria in Croce Verde, entrambi presenti quali “trapiantati” (rispettivamente cuore e rene). A rendere ancor più impregnante di significato questo momento che ha commosso l’intera platea è stata la presenza di Enrico Lusuardi, padre del giovane che, deceduto prematuramente, ha consentito di salvare la vita a Ceccati. Immancabile, durante questi momenti, anche il ricordo al compianto Loris Orlandi, volontario della Croce Verde, che il presidente Jacopo Fiorentini ha voluto ricordare con un lungo applauso.

Altro momento particolarmente importante quello della presentazione del progetto “Un auto per Fè”, grazie al quale la Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti, ha potuto acquistare la vettura altamente specializzata per il trasporto di organi. Di grande sensibilità anche il gesto del supermercato Conad di Felina e della Banca di Cavola e Sassuolo, che per avviare il progetto hanno donato importanti somme di denaro. Per lo stesso motivo, sul piazza Martiri della Libertà, è poi stata ufficialmente inaugurata la nuova automedica, che è stata anche benedetta da don Benedetto Usai. Al termine della cerimonia l’immancabile corteo delle autoambulanze per le vie del paese.

* * *

Guarda le immagini della giornata (g.c. dallo Studio Jack & Joe)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

17 Commenti


  1. Giornata meravigliosa e convegno interessantissimo e ben giostrato, peccato che quasi tutto il personale sanitario dell’ospedale S. Anna non abbia partecipato, magari non scorgendo nel trasporto organi della Croce Verde un’occasione di crescita anche per loro. Così come molte scuole superiori di Castelnovo, dalle quali un giorno probabilmente potrebbe uscire la prossima classe medica. Un’occasione unica per tutti, un’occasione persa per molti.

    (S.S.)

    Rispondi

  2. Giornata fantastica… Persone fantastiche e sopratutto amici speciali… E’ un onore fare parte di un gruppo come il nostro… Beh, cosa aggiungere… Grazie ragazzi!!!!

    (A.R.)

    Rispondi
  3. Scuole…
    Condivisto perfettamente quanto scritto nel commento sopra…!! Giornata interessantissima, bellissima, organizzata in maniera bellissima. Io mi domando solo come sia possibile che con tutte le attività extra-scolastiche che vengono svolte a scuola (esempio la settimana Teatrolab… che si sta svolgento ora… ma so che ce ne sono tantissime altre…) non ci sia stata la promozione e la partecipzione da parte delle 4° e delle 5° ad indirizzo scientifico in modo da dare ragazzi qualche nozione in più in un settore some questo. Preside… rifletta, rifletta… ha perso l’ennesima buona occasione…
    Saluti..!!

    (Commento firmato)

    Rispondi

  4. Giornata bellissima, di un’intensità incredibile. Peccato veramente per chi non ha partecipato. La soddisfazione è stata tantissima, vedere realizzato un sogno per noi, un convegno medico-scientifico a Castelnovo ne’ Monti organizzato dalla Croce Verde con relatori di calibro mondiale.
    Ringrazio di cuore davvero tutti, in particolar modo il gruppo “Amici di Fè” che con una presentazione da far venire i brividi ci ha regalato veramente un segno di grande grande maturità e dimostrazione di quanto bene volevano al nostro amico Fè.
    Grazie Armando, grazie Stefania, grazie Enrico, grazie Loris, grazie Fè, grazie a Busnago soccorso (Simo e Fede), grazie ai volontari impeccabili dall’inizio alla fine – lo spirito di gruppo è stato veramente unico -, grazie a Lorenzo Spaggiari, grazie ai relatori e alla moderatrice, grazie a Sacca, grazie a chi ci ha sostenuto prima e chi ci sosterrà ora… Insomma, grazie a tutti quelli che anche solo con il cuore erano lì con noi.
    Noi abbiamo provato a sensibilizzare e continueremo a farlo… Voi tutti ragionate su cosa vuol dire donare…

    (Iacopo Fiorentini, Pa Croce Verde Castelnovo ne’ Monti)

    Rispondi
  5. Crescita
    Personalmente, senza nulla togliere ai volontari e al trasporto di organi e alle attività che svolgono, preferirei crescere professionalmente all’interno del posto dove lavoro.

    (Roberto Zappaterra)

    Rispondi
  6. Trapianto e sangue cordonale
    Sono volontario della Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti, pertanto condivido pienamente il commento del Sig/ra. S.S. Ritengo che dato lo spessore dei partecipanti e del tema trattato non sia stato pienamente capito dalla popolazione (forse si pensava si trattasse di una festa). Comunque non bisogna demordere ma continuare su questa strada di sensibilizzazione. La Croce Verde sono sicuro farà la sua parte.

    (Attilio Giovani)

    Rispondi
  7. Crescita professionale
    Caro Roberto, un altro commento fuori luogo, considerato che il posto dove lavori, purtroppo, è proprio uno di quelli in cui è importante conoscere il tema della donazione degli organi. Tra l’altro non è che la tua crescita professionale, nel partecipare al congresso, sarebbe derivata dai servizi della Croce Verde (come hai scritto) ma da ciò che è stato spiegato da professionisti del settore dei trapianti d’organo. Ma ormai sei prevedibile nelle tue contestazioni, non stupisci più. Appena ne trovo uno, ti segnalo volentieri un congresso di guida sicura, così rimani nell’ambito del tuo posto di lavoro. Va bene?

    (Silvia)

    Rispondi
  8. Crescita
    Penso proprio, caro Roberto, che tu possa crescere dove preferisci… Ma quando non si ha nulla da dire sarebbe sempre meglio tacere!!!!! Soprattutto dopo giornate come questa, che penso meritino ben altri commenti, che difficilmente può fare chi non partecipa!!!!!!!!! Grazie a tutti per la stupenda giornata!!!!!!!

    (Andrea Zini)

    Rispondi

  9. Gentile Zappaterra, speriamo che basti il suo posto di lavoro a farla crescere. Credo comunque sia riduttivo precludersi l’ascolto di relatori che sinceramente hanno dimostrato di avere un bel po’ da insegnare. Peccato fare lo struzzo in questi casi, l’iformazione soprattutto a livello medico-sanitario dovrebbe arrivare anche da queste cose… Ma forse mancava il gettone. Tolgo comunque ogni polemica futura, il mio intervento finisce qui con un grande grande grande hip hip hurra a chi vede al di là del proprio naso… Fiorentini docet.

    (S.S.)

    Rispondi
  10. Come padre sto zitto, come cittadino mi meraviglio
    Vince il positivo. Vince cioè chi ha filo per tessere e NON TEME DI SPENDERSI, abbandonando tra l’altro le speculazioni di tipo politico o simili. C’è di meglio, ma anche di peggio. Sono I LUCCICONI AGLI OCCHI DELLE PERSONE PRESENTI a dimostrarlo. Che ne dice, signora PRESIDE? BRAVI RAGAZZI, continuate su questa strada. SIAMO CON VOI. BRAVI…

    (Giorgio Fiorentini)

    Rispondi
  11. Ribadisco…
    Avevo inviato un commento ieri mattina che però non è pervenuto alla eedazione e quindi non è stato pubblicato; forse ora risulta un po’ ripetitivo comunque lo scrivo ugualmente. Come volontaria della Croce Verde, ma in primis come mamma, mi associo a tutti quelli che hanno espresso il rammarico di non avere visto la partecipazione a questo meraviglioso convegno delle classi delle scuole superiori (soprattutto quarta e quinta – se non sbaglio ha partecipato solo una classe dell’Istituto Motti). E’ stata un’altra grande occasione persa per i nostri ragazzi, per il loro futuro, per la loro crescita soprattutto umana… Peccato…

    (Simona Tagliati)

    Rispondi
  12. Non ho capito
    Scusi, sig. Zappaterra, confesso la mia ottusità ma non ho capito che “ci azzecca” il suo commento con l’articolo soprattutto dopo la splendida ed importantissima giornata e dopo tanto impegno da parte dei volontari, e vorrei ripetere VOLONTARI, della Croce Verde. Tanti ma tanti complimenti a Jacopo e ai suoi amici/collaboratori.
    Cordiali saluti.

    (E. Fiorini)

    Rispondi
  13. Crescita
    Credo che sia doveroso ed evidente riconoscere gli enormi passi avanti compiuti dalla Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti in questi anni. Complimenti davvero al lavoro svolto dal presidente e dai consiglieri dell’associazione, splendide le idee, le iniziative, l’impegno e il lavoro di tutti i volontari. Sono una dipendende del S. Anna e non ho partecipato al convegno non perchè non lo ritenevo importante, non perchè non “volevo crescere”, ma perchè oltre ai turni ho una famiglia e altre cose da fare. E’ sicuramente stata una perdita per me, ma a mio parere la perdita più grossa è stata per la popolazione “profana” di Castelnovo ne’ Monti che, fuori dall’ambiente e da tutto ciò che può essere il volontariato, la donazione, la sofferenza altrui non ha partecipato e che, spesso, preferisce rivolgere le sue attenzioni all’associazione solo con “chiacchiere da bar”, senza rendersi conto realmente di quello che questi ragazzi stanno facendo mettendoci tutta l’anima. Essendo dipendente dell’ospedale sono a stretto contatto tutti i giorni con il volontariato, con la sofferenza e l’ansia che spesso l’accompagna… La crescita è costante, i temi spesso diversi come le persone incontrate. L’umanità, il voler crescere, il sapersi adeguare alle situazioni e sapervi far fronte non dipendono sicuramente da uno stipendio o dal voler impegnare il proprio tempo libero dedicandolo ad altri; fa parte di ognuno di noi, come la facilità di giudizio sugli altri come se la loro idea non valesse nulla. La crescita è proprio questa, l’accettare le critiche, il parere altrui, il confrontarsi con una realtà che può non essere come noi, e solo noi, la vediamo. Per chi, come me, crede e ama il lavoro che fa è difficile accettare che sia indicata solo perchè non ho partecipato al convegno e che mi venga risposto che mi si avviserà della data di guida sicura… Crede veramente che il mio lavoro e il mio impegno sia solo questo? Crede veramente che la mia crescita sia solo per la guida? Non pensa che, forse, anche il solo mio sapermi rapportare con la sofferenza altrui non mi permetta di crescere ogni giorno?
    Non firmerò questo mio commento, mi pare che si sia già giudicato il commento da un nome, ma volevo esprimere comunque il mio parere.
    Grazie ancora e complimenti a Jacopo, ai consiglieri e a tutti i volontari… Continuate così.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  14. .. e credo sia meglio finirla qui
    Credo che sia inutile ogni commento a ciò che è stato scritto al mio indirizzo. Probabilmente comincerò a tacere ma non perchè me lo consiglia il sig. Zini o qualcun altro, ma perchè di ciò che si scrive viene capito solo ciò che fa comodo capire e questo io lo definisco “avere dei confini mentali”.
    E’ stato un piacere.

    (Roberto Zappaterra)

    Rispondi

  15. Condivido pienamente con il signor Zappaterra. La professionalità credo sia la prima cosa, “i dettagli” come si sa sono l’ultima cosa; qua si stà facendo il contrario.
    Cordiali saluti a tutti, buon proseguimento di discussioni (inutili).

    (Commento firmato)

    —–

    @CLe discussioni “inutili” la coinvolgono, gentile lettore/trice. Lasciamo che le persone possano esprimersi.

    (red)#C

    Rispondi
  16. Commento firmato – “Crescita”
    Carissima, il riferimento al corso di guida sicura era riferito sarcasticamente a Zappaterra e non a tutti gli autisti del Pronto soccorso, ovviamente. Era sarcastico, ripeto. Le critiche si accettano, da anni, tutti i giorni, ma quelle gratuite danno fastidio. Per Zappaterra avrebbe potuto scrivere “personalmente, senza nulla togliere ai relatori, alla dirigenza del mio ospedale e agli organizzatori, preferirei crescere professionalmente all’interno del posto dove lavoro”. Invece la scelta di citare proprio l’attività di trasporto organi della Croce Verde, che tra l’altro era il corollario del convegno, ma di certo non il focus, non è casuale. E la certezza me la da il sapere che il commento ha avuto le stesse reazioni anche da chi con la Croce Verde non ha nulla a che fare. Mi spiace molto che ci siano stati questi scampi di pensiero un po’ aspri… Certi commenti andrebbero ignorati, perchè si commentano benissimo da soli, ma cercate di capire anche chi da mesi perde tempo ed energie per il volontariato (persone come te che hanno famiglia, lavoro e cose da fare in un bel sabato primaverile di sole) e si vede sempre “stuzzicato” nei soliti modi, ormai noiosi; la pazienza scappa. Le critiche si sono sempre accettate e sempre si accetteranno. E, per carità, anche le opinioni diverse. E stai certa che conosciamo e condividiamo la sofferenza che affrontate ogni giorno, stando accanto agli ammalati. Questo non era in discussione. Grazie per il tuo commento.

    (Silvia)

    Rispondi

  17. Cara Silvia, credo di non essere stata capita nemmeno io, personalmente credo che la risposta di Zappaterra fosse indirizzata al primo commento di S.S., come la mia d’altra parte. I dipendenti del S. Anna sono stati indicati come persone incapaci di scorgere un occasione per crescere… visto che si giudicano le parole, che sono quelle che pungono, la mia risposta era indirizzata a quell’indirizzo. Proprio perchè dipendente conosco bene l’impegno che sta dietro a tutte queste iniziative della Croce Verde ed ho avuto diverse occasioni per parlarne personalmente anche coi diretti interessati. Di fare loro i miei complimenti, di ascoltare le loro iniziative e di notare il loro impegno giornaliero.
    Per quello che riguarda il resto, per lavoro e dalla vita stessa ho ricevuto l’insegnamento che si deve andare oltre al giudizio personale e capire le reali motivazioni di un comportamento e di una frase; un discorso fatto a quattr’occhi rende sicuramente tutto più facile ma leggendo un testo spesso lo si interpreta a seconda del proprio stato d’animo, o almeno questo è quello che credo. Non si può essere simpatici a tutti, non ci stanno simpatici tutti e questo è normale, ma credo si possa capire, ascoltare, crescere interiormente anche lasciando parlare chi proprio ci sta su… D’altra parte il nostro lavoro e quello dei volontari stessi non richiede anche questo?

    (Commento firmato)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48