Gli alpinisti d’Appennino riposano a Payu (3600 mt) per favorire l’acclimatamento

Giornata tranquilla da passare con molti trekkers (anche italiani) che hanno raggiunto il campo di Payu.
All'orizzonte lo splendido spettacolo della Cattedrale del Baltoro.

Intanto Fabrizio continua a scrivere sul sito della spedizione www.gasherbrum2011.it.
Questo quanto scrive in data 23 giugno

Drinn!!
E' la sveglia che ci chiama.
A Jula, dove abbiamo passato la notte, non ci aspetta il tavolino di un bar per cappuccino e brioche, ma tanta strada da fare.
Come un regalo, in una sorta di paradiso montano.
Sam e Ruffo partono al volo, così come Mario ed Alberto.
Nicola ed Annalisa con un po' più di calma ( 😉
Ma sono io a non volermene andare, non si può lasciare così il questo angolo, senza nemmeno una parola..
Lascio sfilare Portatori e Sirdar, bidoni e galline.
Mi incammino lento in questa giornata immobile.
Immobile come le Montagne che ci proteggono.
Payu arriva da lontano.
Payu è punteggiato di cespugli di rose selvatiche, dirimpetto alla Cattedrale del Baltoro e del fronte del ghiacciaio.
Passeremo qui un giorno per meglio acclimatarci.
Passeremo qui due notti per fare lunghi sogni.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48