Sentieri partigiani 2011

In cammino fra la montagna e la bassa reggiana, lungo i sentieri dei combattenti per la libertà. Da oggi e fino all'11 settembre ritornano a Reggio i "Sentieri partigiani" di Istoreco, che accoglieranno oltre cento ospiti dalla Germania, dall'Austria e dalla Svizzera, arrivati per conoscere i luoghi della Resistenza. E le loro strade: i Sentieri Partigiani sono una serie di percorsi nella zona montana, ricostruiti e indicati con segnalazioni apposite seguendo le vecchie tratte percorse a piedi dai partigiani durante i venti mesi della Resistenza.

Il programma prevede ogni giorno testimonianze partigiane e camminate guidate sui luoghi che furono teatro di azioni partigiane, scontri e rappresaglie nazifasciste.
“Dopo l'8 settembre 1943 – spiegano i promotori di Istoreco – i primi partigiani andarono in montagna per organizzare la resistenza armata contro l'occupazione nazista e contro i fascisti della Repubblica di Saló. Tanti anni dopo andiamo in montagna noi, per camminare, per ascoltare le storie dei testimoni partigiani durante le pause e durante i momenti conviviali, per discutere di ieri e di oggi, per goderci i paesaggi dell'Appennino reggiano”.

Domani mattina, 9 settembre, infatti, due pullman porteranno il gruppo sul crinale, dove inizierà la camminata dal Castiglione sino a Novellano. Da segnalare, alle 17, l'arrivo a Cervarolo, luogo della terribile strage del 20 marzo 1944, dove alcuni civili parleranno dell'eccidio, seguirà un concerto di violino con Emanuele Reverberi e Paolo Simonazzi. Sarà un'anticipazione in musica del film che Nico Guidetti e Matthias Durchfeld di Istoreco stanno producendo in questi mesi sulla strage, sul recente processo e, appunto, su "Il violino di Cervarolo".

Sabato 10 si marcerà fra i territori di Busana e Ramiseto, fra testimonianze e visite, mentre domenica si torna in pianura e nella Bassa, fra Bagnolo e Correggio, per parlare della Resistenza in pianura assieme ai partigiani.

Il momento conclusivo sarà il “Pranzo della Brigata” a Correggio, domenica 11, in compagnia di alcune partigiane, di “Athos” Avio Pinotti e di “Willi” Giacomo Notari.

"Grazie alla collaborazione con la Comunità montana, con l'Unione dei comuni dell'alto Appennino e delle associazioni partigiane, i "Sentieri partigiani" di Istoreco, ideati nel 1993 per il 50° dell'8 settembre 1943, registranno anche nella 18° edizione una grande e convinta partecipazione".

Per informazioni: tel. 0522580890-39; mail: esteri@istoreco.re.it

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48