“C’è la neve, ho bisogno, prendo la multa”

Neve a Castelnovo ne' Monti (Foto Redacon)

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

La casa di abitazione è a Castelnovo ne' Monti in via Dante, 9. Quando nevica facciamo spalare il viale di accesso al garage per poter uscire con la macchina, quando non se ne può fare a  meno. Stamattina alle 7 mia figlia è uscita dal garage per andare a scuola, ma, giunta alla strada, ha trovato il passaggio ostruito dalla neve che un troppo solerte guidatore di spazzaneve ha sparso davanti a tutte le uscite di via Dante, senza alcuno scopo apparente se non quello di creare fastidi. Va beh, si spala e  si va. Alle 10 chi scrive aveva un appuntamento medico. La macchina di tipo meno sportivo non riesce ad immettersi su via Dante e bisogna fare una spalata ben più faticosa perchè la neve è in blocchi induriti e pesanti e, per un anziano, la fatica è notevole. Arrivati finalmente in via Franceschini, non v’è alcuna possibilità di sosta, passaggio strettissimo per le macchine, neve in grossi mucchi, macchine ancora sotto la neve, macchine parcheggiate malamente. Un far west. Sono scesa faticosamente dalla macchina - ho un’importante invalidità - e, mentre mio marito andava a cercare un parcheggio, io raggiungo il luogo dove dovevo andare. Intanto mio marito, arrivato all’altezza della posta, ha visto che all’inizio di piazzale Matteotti c’era un posto libero per la macchina, si è slacciato la cintura e… Ha trovato il capo vigile col suo aiuto che - contestandogli il mancato uso della cintura - gli ha inflitto una multa di euro 76 e la decurtazione di 5 punti dalla patente. La legge è la legge, a volte rigida, a volte elastica, a volte ignorata e  a volte violata, per cui il reo deve pagare. Però se - a distanza ormai di giorni dalla gran nevicata - via Franceschini fosse stata agibile noi avremmo parcheggiato, come tante altre volte, senza girare in tondo per "cadere su  una multa". E i vigili avrebbero potuto essere in giro, non a fare gli avvoltoi - come si dice abitualmente in paese - ma a vedere le difficoltà di chi, avendo delle necessità, è bloccato dalle varie incurie. Per spennare gli utenti e rimpinguare le casse del comune verrà un tempo migliore, ora cerchiamo di accorgerci di chi ha bisogno di muoversi e non c’è neppure un posto per sostare. O la cosa più importante per la nostra  Amministrazione è far cassa, sempre e comunque, con dei solerti vigili che vedono e guardano solo quel che gli pare???????????

(Paola Agostini Lavagnini)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

9 Commenti

  1. …Forse i solerti vigili con una pala in mano sarebbe serviti sicuramente di più.
    Ho già provato sulla mia pelle che nel nostro comune c’è da parte dei vigili un inutile e stucchevole abuso di potere in specialmodo nei giorni in cui sarebbe intelligente aiutare piuttosto che punire.
    Non se la prenda….non c’è niente da fare….
    S.S.

    Rispondi
  2. I VIGILI o i CARABINIERI o i POLIZIOTTI fanno il loro dovere e se suo marito era senza cinture hanno fatto bene a sanzionarlo a meno che non sia esente dall’indossare le cinture per motivi di salute ; il codice della strada dice che vanno allacciate punto e basta.
    Per quanto riguarda la spalata ognuno davanti a casa sua dovrebbe prendere PALA alla mano e spalare il proprio accesso privato e non aspettare la manna dal cielo. I VIGILI non sono pagati per fare gli SPALATORI ma tutelare insieme alle altre FORZE DI POLIZIA i cittadini.

    (B.B.)

    Rispondi
  3. Già… peccato abbiano un modo tutto loro di valutare chi deve essere sanzionato e chi no… Ma si sa, in Italia la legge è uguale solo per chi non ha le conoscenze giuste.

    (S.S.)

    Rispondi
  4. E’ evidente che B:B:-Brigitte Bardot?????-nella foga di dare la sua arrogante rispostina si è dimenticato di chiedersi se aveva capito. Ebbene no, quindi gli rispiego che la spalata, davanti agli ingressi di casa mia, viene fatta fare da una cooperativa e mai mi sognerei di chiamare i vigili, preposti ad altri servizi che non sono solo una sanzionatura. E mi riferivo ad una via impraticabile dove, per muoversi, c’era bisogno di aiuto. A questo punto lei mi potrebbe rispondere, secondo la sua logica, che, avendo un’importante invalidità, dovevo starmene in casa! Questa del resto è la filosofia imperante. Lascerei perdere Carabinieri e Poliziotti – che non ho nominato – ai quali va tutto il mio rispetto, la mia considerazione e la mia riconoscenza. Ai vigili, che in Castelnovo sono veramente poco amati, NO! Ammesso che stavolta abbia recepito il senso del mio scritto ribadisco che la multa che sembra averla fatta gioire è già stata pagata!!!!!

    (Paola Agostini)

    Rispondi
  5. Io abito a Genova ma nato a Castelnovo 55 anni fa, esistevano già allora certe discriminazioni nei confronti delle periferie. Tante strade delle varie frazioni venivano spalate mai o in ritardo rispetto al centro, mi sembra non sia cambiato nulla si consoli. Sabato 18/02/2012 ero a Castelnovo e come sempre notavo che davanti a certe abitazioni avevano non solo tolto la neve ma anche spazzato per terra. Ho capito che i vigili non devono spalare ma se lo facessoro una sola volta come gesto sarebbe apprezzato da tutti.

    (Danilo Martinelli)

    Rispondi
  6. Abito alla Croce (frazione di Castelnovo Monti) e rimuovere dal cancello di casa la neve portata dagli spazzaneve è la prassi. Ciò può accadere anche diverse volte al giorno. Basterebbe che gli SPAZZANEVE, che svolgono attività retribuita, facessero un minimo di attenzione in coincidenza degli accessi privati ed invece se ne fregano e ti lasciano il regalino davanti a casa.

    DC

    Rispondi
  7. sono d accordo con la signora in questi casi estremi avrebbero fatto meglio,a spalare la neve.specialmente la vigilessa dai capelli rossi,ma non e detto che non se po fa;,ricordiamocii sempre che sono nostri dipendenti, un po, di buon senso, non guasta mai.

    (Onelio)

    Rispondi
  8. Circa un anno fa anch’io sono stata vittima, a mio avviso, di un sopruso da parte dei vigili di Castelnovo Monti per un’auto adibita al trasporto di disabili parcheggiata nelle vicinanze del Pronto soccorso. Ho fatto ricorso al Giudice di Pace più per una questione di principio che per la multa in sé.
    La multa mi è stata cancellata e in quell’occasione il Giudice di Pace pregò la rappresentante del Comandante dei Vigili di prestare più attenzione nel compilare notifiche di multe perché negli ultimi mesi, casi come il mio erano stati diversi.
    Concordo quindi con Lei che sarebbero stati più utili a spalare la neve.
    Paola

    Rispondi
  9. Mi risulta che gli agenti della Polizia municipale, in una giornata dell’ultima abbondante nevicata (precisamente sabato), si sono recati a Felina per aiutare un’anziana signora rimasta bloccata in casa.
    Armati di pala e non di blocchetto per le multe hanno liberato l’accesso all’abitazione della stessa, permettendole di ricevere medicinali salvavita. Credo che la maggior parte dei cittadini non conoscendo tutte le loro attività li giudichi sommariamente in modo negativo. Le sanzioni non piacciono, basterebbe prestare un po’ più attenzione per evitarle.

    (L.G.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48