Il Comitato “No canile” di Canova di Ramiseto si rivolge alla Regione

"Ieri, martedì 27 marzo, rappresentanti del Comitato hanno portato in Regione il problema canile, che sta assalendo da diverso tempo la popolazione di Canova. Sono stati ascoltati da Franco Ferretti, in rappresentanza di Sinistra ecologia libertà reggiana, e dal consigliere regionale sempre di Sel-Idee verdi Gian Guido Naldi, il quale si è impegnato a presentare un’interrogazione scritta alla giunta regionale su elementi di criticità da parte degli abitanti di Canova verso il progetto canile presentato dal comune di Ramiseto e Comunità montana".

"Sono state ribadite -scrive Giorgio Tegani in rappresentanza del gruppo di cittadini contrario alla realizzazione - le motivazioni fondamentali del no, cioè la distruzione di un sito di alto valore paesaggistico e ambientale, naturalmente vocato all’agricoltura. Un notevole disagio alle persone residenti e l’elevato costo della struttura. E’ stato fatto presente che anche per animalisti il canile a Pianelli è una scelta insensata".

Oltre al consigliere regionale Naldi, informa sempre il Comitato, si è resa disponibile la presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini ad ascoltare direttamente le nostre ragioni e a portarle al confronto con Comune e Comunità montana. Il comitato intende proseguire il confronto con le forze politiche e istituzionali che si renderanno disponibili.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. C’è chi si suicida per mancanza di lavoro e SEL trova il tempo per il canile di Canova quasi fosse la Tav… Mah!!

    (ellebi)

    Rispondi
  2. … trova il tempo per rispondere alle richieste di un gruppo di cittadini (sarebbe preciso dovere di chi viene eletto). Tra l’altro, accettando questa logica, non si dovrebbe neppure iniziare a costruire un canile… Mah!! Per quanto riguarda le politiche del lavoro e i drammi sociali che si vivono nel nostro paese in questo momento la linea di Sel è molto netta e portata avanti con le azioni necessarie dove possibile.

    (Yuri Torri)

    Rispondi
    • Non vedo problemi per installare un canile in aperta campagna. Non darebbe fastidio a nessuno. Darebbe un po’ di lavoro per un certo tempo. Penso che sia il luogo ideale per dare un tetto in un ambiente naturale al migliore amico del cane. Mi auguro che venga realizzato per dare un po’ di vita a Canova.

      (Paolo)

      Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48