Ore 4,00: scossa di terremoto avvertita a Castelnovo ne’ Monti

Un terremoto di magnitudo (Ml) 5.9 è avvenuto alle ore 04:03:52 italiane di stamane, 20 maggio ed è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Pianura padana emiliana alla profondità di 6,3 km, a Mirandola nella provincia di Modena.

I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.

La scossa è stata avvertita distintamente anche a Castelnovo ne' Monti dove, da chi scrive, è parsa di durata piuttosto lunga.

Al momento non ci pervengono segnalazioni, seguiranno eventuali aggiornamenti.

* * *
 
Aggiornamento ore 11,45 (dalla Provincia di Reggio Emilia)
 
La violenta scossa di terremoto che questa notte poco dopo le 4 ha colpito l’Emilia-Romagna con epicentro a Finale Emilia, nel modenese, e magnitudo 5,9 della scala Richter, ha provocato danni, ma nessun ferito, anche nel reggiano. Secondo la Protezione civile della Provincia di Reggio Emilia, che sta tuttora raccogliendo informazioni dai comuni, i danni più rilevanti si sono avuti nella Bassa in particolare in chiese ed edifici storici. Per quanto riguarda le scuole, sono ancora in corso le verifiche: al momento non si segnalano situazioni gravi, ma ogni decisione sull’eventuale chiusura nella giornata di domani sarà comunque presa nel corso del nuovo vertice che si terrà nel tardo pomeriggio in Prefettura, che sta coordinando le operazioni.
Da un primo, parziale quadro, il comune maggiormente colpito risulta quello di Reggiolo, con 3 chiese chiuse, Palazzo Sartoretti lesionato e la casa protetta parzialmente evacuata (i pazienti sono stati trasferiti in una parte della struttura agibile).  A Guastalla calcinacci caduti in una chiesa con calcinacci e lesioni evidenti nel Palazzo comunale, in particolare nella Sala del Consiglio.  Chiuse anche le chiese principali di Gualtieri e di S. Martino in Rio, che oggi doveva ospitare la funzione della cresima (si terrà in palestra). Aggravamento delle crepe già esistenti nella chiese di Santa Maria a Correggio e in quella di San Giorgio a Luzzara.  
Nessun danno particolare è stato al momento segnalato a Rio Saliceto, Rubiera e a Campagnola (a parte un edificio privato, dichiarato comunque non pericoloso).
Alle 11,30 di questa mattina l’Istituto nazionale di geofisica ha già registrato oltre 40 scosse di assestamento dopo quella principale delle 4, le più forti delle quali alle 5,03 (magnitudo 4.9 ) e alle 11.12 (4,2).
 
* * *
 
Aggiornamento ore 14,14 (dai Carabinieri di Reggio Emilia)
 
Si comunicano di seguito le notizie dei fatti più importanti verificatisi nella provincia di Reggio Emilia a seguito del terremoto avvenuto stanotte con epicentro tra i comuni di Finale Emilia (BO) e San Felice sul Panaro (MO):

· a Campagnola Emilia, via Don Minzoni, le abitazioni ubicate tra i civici 5 e l’11 presentano delle crepe;

· a Campagnola Emilia, a seguito della scossa tellurica, una persona anziana (classe 1936) mentre si apprestava ad uscire da casa è caduta a terra riportando la frattura del femore. La stessa è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Guastalla;

· a Reggiolo, loc. Santa Maria delle Grazie via Cantone n. 2, la chiesa presenta crepe importanti tanto da essere chiusa;

· a Reggiolo, una casa protetta per anziani presenta delle crepe in alcune stanze. A seguito di sopralluogo dei vigili del fuoco, la parte interessata dalle lesioni è stata dichiarata inagibile. I 15 (quindici) anziani sono stati trasferiti nella stessa struttura nella parte dichiarata agibile;

· a Reggiolo, a seguito di sopralluogo, i Vigili dei Fuoco hanno dichiarato inagibili le seguenti chiese:

· Chiesa “Santissima Maria Assunta” sita in via Veneto;

· Chiesa “Beata Vergine di Lourdes” sita in via Matteotti;

· Chiesa “Santa Maria Assunta” sita in loc. Brugneto.

· a Rolo, la chiesa madre presenta delle crepe tanto da essere stata chiusa;

· a Guastalla, via dei Gonzaga, a seguito del crollo di un camino e’ stata danneggiata un’autovettura in sosta.

· a Casina (RE), il ponte e la ex casa cantoniera, già danneggiati e sottoposti ad ordinanze restrittive, situati in quelle località la Canala e Cè Manarini, lungo la SS 63, presentavano ulteriori danneggiamenti.

In provincia i Carabinieri del comando Provinciale di Reggio Emilia coordinati dalla Prefettura di Reggio Emilia stanno proseguendo nelle attività di controllo e monitoraggio.

* * *
 
Correlati:
 
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

6 Commenti

  1. Stranamente io e la mia famiglia non l’abbiamo sentita. Dormivamo come sassi. Ieri pomeriggio però verso le 16 mi è parso di sentire sotto la seggiola un movimento strano. Può essere stato un “avvertimento” secondo voi?

    (Mariapia)

    Rispondi
  2. L’ho sentita anche io, appena alzata vi ho acceso per averne conferma! Non mi era mai successo di svegliarmi per una scossa di terremoto, penso sia stata abbastanza lunga.

    (Annalisa)

    Rispondi
  3. Anche a Marmoreto di Busana… e pure a me è sembrata molto lunga.

    (O. Coli)

    Rispondi
  4. E’ stato forte, ballava e cadeva tutto in casa. Io e mia moglie abitiamo al 2° piano ed eravamo svegli in quanto, il nostro cane ha iniziato ad agitarsi svegliandoci. 2/3 minuti dopo eravamo tutti sotto la parete portante.

    (Alessandro)

    Rispondi
  5. A Villa Minozzo l’ho sentito benissimo, ero in dormiveglia a quell’ora… anche se sono uno dei pochi, stamattina pochissimi mi hanno detto di averlo avvertito. E’ stata una delle scosse più lunghe che abbia mai sentito, 20 secondi buoni con il letto che andava su e giù! Poi ho iniziato a sentire gli uccelli cinguettare agitatissimi, quindi ho capito che non mi ero sognato la scossa!!!!! Non oso immaginare nell’epicentro come si siano sentiti!!!!!!

    (Mauro Pigozzi)

    Rispondi
  6. Solidarietà alle popolazioni di Ferrara e S. Agostino, le più colpite.

    (Simone P.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48