I pallini di piombo fanno male all’ambiente. Oltre a chi li riceve

La Lega per l'Abolizione della Caccia (Lac) ha vinto il ricorso al Tar contro la Provincia di Reggio Emilia

Il Tar ha dato ragione alla Lac. L'uso di munizionamento al piombo per uccidere gli ungulati è nocivo alla salute dell'uomo e la Provincia di reggio Emilia doveva seguire le raccomandazioni dell'Ispra massimo organo scientifico in materia.

La Provincia poteva tranquillamente porsi il problema molto prima di perdere il ricorso al Tar e spendere soldi pubblici per difendere un atto che si poneva in contrasto con il parere scientifico dell’Ispra. Nel giudizio si sono costituiti anche i cacciatori (Federcaccia).

Il piombo è un elemento nocivo anche alla salute pubblica, come scritto e ribadito dall'Ispra, organismo scientifico dello Stato, e lo è tanto di più quando le spoglie, dei  poveri animali uccisi per divertimento, vengono utilizzate per essere cucinate e servite, anche gratuitamente, ai consumatori in palese violazione dei Regolamenti Ce.

La Lac attraverso il proprio ufficio legale, e se del caso attraverso un'interrogazione al Parlamento Europeo, chiederà alla Provincia di Reggio Emilia di sapere cosa la Provincia ha posto in essere - prima di questa sentenza  - per vigilare sull'ottemperanza al divieto di utilizzo di munizionamento al piombo per la caccia agli ungulati.

Sembrerebbe, da quanto riferito da alcune fonti, che a fronte dell'atto di sospensiva del Tar ottenuta dalla Lac prima di questa sentenza, non vi sarebbero state adeguate azioni di vigilanza venatoria per evitare che carni di poveri animali uccisi col piombo finissero cucinate e servite anche gratuitamente, in violazione alla normativa Ce".

E la salute pubblica come è stata tutelata?

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Quanti allarmismi… la crisi… l’effetto serra… il buco dell’ozono… gli ogm… gli inceneritori… le discariche… Ma basta! Non se ne può più! Tutti sono qui a spaventarci per ogni cosa! Non si può fumare che fa male, non si può bere che fa male… Ora non si può neanche più mangiare una lepre in salmì?! Senza temere che i pallini di piombo ci facciano male?! Poi un giorno arriva il terremoto come in questi giorni e pallini o non pallini di piombo fa lo stesso. Ormai tra fobie, divieti e tasse francamente è un paese che non mi piace più.

    (Floriano Nizzi)

    Rispondi
  2. Leggendo questo articolo viene subito da chiedersi: chi caccia gli ungulati con i pallini? Sapete cosa sono gli ungulati? Sapete quanti grammi di piombo spara un selecontrollore in un anno per prelevare i suoi due o tre caprioli? Perchè si fa riferimento solo agli ungulati? Sapete quanti grammi di piombo spara un cacciatore di fauna stanziale? Possiamo decidere che la caccia è scomoda, ma non rifugiamoci dietro patetici discorsi e motivazioni periscientifiche… per favore…

    (Fabio Marchesi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48