Resoconto interventi umanitari per i terremotati

Solidareità

(Castelnovo ne’ Monti, 6 giugno 2012) Come preannunciato si è svolta lunedì la riunione di coordinamento allestita dall’Amministrazione di Castelnovo Monti in ordine all’emergenza che ha colpito i comuni terremotati dell’Emilia. Hanno partecipato alla serata tutte le associazioni di volontariato e di categoria del territorio, la parrocchia di Castelnovo, realtà impegnate nel soccorso. In una sala consiliare molto affollata, si è discusso di come coordinare al meglio gli aiuti ai Comuni colpiti dal sisma, in un clima di viva partecipazione e che ha dimostrato ancora una volta la grande sensibilità del mondo del volontariato castelnovese. Nel corso dell’incontro si sono susseguiti i resoconti di quelle associazioni che hanno già attivato iniziative, come la Croce Verde di Castelnovo, già sui luoghi terremotati a poche ore dalla prima scossa del 20 maggio, in particolare a Mirandola dove attualmente il Presidente della pubblica assistenza castelnovese, Iacopo Fiorentini, coordina il locale campo sfollati, o come la Parrocchia e l’Oratorio di Castelnovo che hanno attuato una raccolta di generi alimentari e di prima necessità che ha dato ottimi risultati. O ancora come la Protezione Civile- gruppo Ana di Castelnovo che fin dai primi giorni ha visto numerosi volontari avvicendarsi nelle zone colpite. Su proposta del Sindaco Gianluca Marconi è stata condivisa la necessità di porre già da ora una forte attenzione sulla fase che seguirà l’emergenza immediata, quella in cui si dovrà passare a ricostruire, ed è stata avanzata la proposta di “adottare” un Comune tra quelli colpiti, sostenendo progetti concordati insieme per aiutarlo a ripartire. Ciò non vuol dire che non proseguano le raccolte di generi di prima necessità, che su indicazione e coordinamento della Protezione Civile, ed in stretto rapporto con i campi sfollati, provvederà prima a stoccare quanto raccolto, nella sede dell’ex Consorzio Agrario di piazzale Matteotti, per poi passare alle consegne dirette ai Campi. La Croce Verde continuerà le operazioni di coordinamento nella zona di Mirandola, mentre numerosi nuovi volontari, soprattutto giovani, si sono resi disponibili ad andare a lavorare nelle zone colpite, e lo faranno attraverso la Protezione Civile. Sarà anche avviata sin da ora una raccolta di fondi per finanziare i primi progetti di ricostruzione: negli esercizi e negozi di Castelnovo saranno messi a disposizione dei “salvadanai” dove chi lo vorrà potrà lasciare un contributo, e resteranno per alcuni mesi. I fondi raccolti saranno poi uniti a quelli messi a disposizione dalle varie associazioni per la concretizzazione dei progetti. E’ stato infine attivato un coordinamento per la gestione dell’emergenza terremoto, che sarà coordinato dal Sindaco e di cui faranno parte anche i Capigruppo consiliari e gli esponenti indicati dalle varie Associazioni.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48