In val Dolo montagna incantata

Obiettivo la “rigenerazione territoriale”, mettendo al centro l’uomo assieme alle opere. Cento anni fa il Consorzio di bonifica iniziava ad operare in Appennino ora si affaccia al nuovo millennio proponendo una speciale e specifica manutenzione di un luogo che è parte della storia del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale. Come? In sinergia con gli altri enti.

“Ecco il singolare progetto che proponiamo con tre grandi chiavi di lettura– spiega Marino Zani presidente del Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale –. Partendo dalla memoria (con interviste a personaggi) del luogo, il nostro intento è quello di ‘manutenerlo’ vivo attorno al tema dell’acqua e in collaborazione con gli enti. Riteniamo che sia un progetto ‘tipo’ replicabile, in tempi anche di ristrettezze economiche, in altri ‘cantieri’ d’Appennino”.

Questo lo spirito di “In Val Dolo la montagna è inCantata”, la prima tappa di Camminare nel paesaggio della comunità, un progetto ideato dal Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale, in collaborazione con gli attori sociali delle comunità di Civago e dell’alta Val Dolo, della pro loco di Civago e della Cooperativa “Alti Monti”. E’ stato presentato ieri mattina a Civago alla presenza degli studenti dell’Istituto comprensivo di Villa Minozzo.

“L’iniziativa – spiega Angela Tincani, progettista – si terrà dal 28 luglio al 5 agosto e proporrà un vasto programma di apprendimento e riconoscimento di un territorio ricco quanto affascinante, nella sua cultura e nella sua morfologia, servito dalla Bonifica fin dagli anni ’50 del XX secolo. Dopo la presentazione di sabato 28 luglio a Civago, alle 17, in piazza Umberto Monti, si susseguiranno diverse 'letture del territorio' con immagini, visite guidate e un’ampia documentazione che ‘salirà direttamente dalla sede del Consorzio di bonifica”.

“Ma il cuore del progetto – prosegue la Tincani - saranno le nuove strategie per la vitalità del comprensorio: se ne parlerà venerdì 3 agosto con la tavola rotonda ‘Civago 1954… 2013: proposizioni per un futuro sostenibile’ e, prima ancora (lunedì 30 luglio), se ne offre un esempio con l’avviamento di un primo “cantiere scuola” promosso dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale con  obiettivo di sistemare un percorso stradale a valenza storica in ambito forestale ed  un rio di acque superficiali  secondo le modalità di artigiani muratori e piciarìn della montagna”.

Perché Civago e la Val Dolo per questo primo esempio? Perché fu qui che, negli anni postbellici, che la Bonifica Parmigiana- Moglia lavorò per promuovere il più grande invaso dell’Appennino, la diga di Gazzano. Tra gli anni ’50 e ’60  la bonificazione Tresinaro Secchia curò inoltre la nascita dei primi acquedotti rurali. Le piccole bonifiche poi, riunitesi nel Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, continuarono a rendere quei luoghi sempre più accessibili, sostenendo nell’intera montagna i nuovi bisogni delle comunità locali: insieme agli acquedotti, le strade, le chiese, gli asili d’infanzia.

“Un’esplorazione geostorica – afferma lo storico Antonio Canovi – che vuole coinvolgere soprattutto i giovani e raccontare il territorio della Val Dolo con le azioni di un Consorzio che ha lavorato e continua ad agire nel rispetto di questi luoghi. Non è casuale che l’archivio storico del nostro Consorzio, tra immagini, documenti e letture, dimostri quanto la Bonifica sia stata necessaria per una manutenzione regolare e premurosa dei territori della Val Dolo e riteniamo che eventi di respiro culturale come questo siano ottimi veicoli di conoscenza dei luoghi intorno a noi”.

* * * 

Programma

Sabato 28 luglio

ore 17.00,  Piazza Umberto Monti a Civago

Presentazione del progetto Camminare nel paesaggio della comunità

Inaugurazione dei due spazi riallestiti nell’ambito del Laboratorio geostorico di comunità: la scuola di Civago e il Mulino sul Dolo:

Scuola di Civago

Civago che cambia:

immagini tratte dal sito www.Civago.it. Nel locale, allestito come centro permanente di documentazione storico-ambientale, verranno esposti documenti provenienti dall’Archivio storico del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale relativi alla costruzione in loco degli acquedotti rurali e alla realizzazione di altre opere a carattere pubblico, tra gli anni ’50 e ’60.

Mulino sul Dolo

Montagne d’acqua:

mostra fotografica a cura dell’Associazione Amanzio Fiorini.

Le radici nell’aria: nel locale delle macine verranno installate le opere realizzate dai bambini della scuola d’infanzia di Case Bagatti nell’ambito dell’omonimo progetto didattico.

ore 18,30 Mulino sul Dolo

Case che non sono Case: letture musicate e immagini con Emanuele Ferrari, Lorenzo Munari, James Bragazzi.

Rinfresco prodotti locali

Ore 21 Mulino sul Dolo

proiezione Al Cusna: una produzione “Ethnos” con la partecipazione straordinaria di Mara Redeghieri

Domenica 29 luglio

Mangnalonga - evento organizzato e promosso dalla Pro loco di Civago.

Lunedì 30 luglio

Apertura/gestione di un cantiere scuola promosso dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale con  obiettivo di sistemare un percorso stradale a valenza storica in ambito forestale ed  un rio di acque superficiali . In questo ambito  si prevede l’incontro con artigiani muratori e picchiarini della montagna  (adesioni su prenotazione).

Martedì 31 luglio

ore 9,30: Piazza Umberto Monti, Civago

I corsari dell’Alpe:

camminata geostorica tra Civago e Gazzano con illustrazione sul percorso della Torre dell’Amorotto, del centro di Gazzano e della diga sul Dolo, la visita guidata della Mostra permanente dei Presepi- ritorno *possibilità di pranzo su prenotazione con la Pro Loco di Gazzano. Accompagnano gli storici Carlo Baja Guarienti e Antonio Canovi.

ore 17,30: Scuola di Civago

All’ora del vespro:

i Beni culturali ecclesiastici dell’alta Val Dolo  illustrazione a cura della storica dell’arte dott.ssa Elisa Bellesia in collaborazione con la parrocchia di Civago

Mercoledì 1 agosto

ore 17: Mulino sul Dolo

La gente pensa e canta: seminario di documentazione della espressività  popolare con interventi parlati e musicati.

In collaborazione con  “Il Cantastorie” e Associazione del Maggio

Giovedì 2 agosto

Scuola di Civago

I nostri Beni Comuni: dagli usi civici alle cooperative di paese: incontro con gli abitanti sulla storia e la gestione collettiva degli usi civici – Presentazione della cooperativa Alti Monti Partecipa Maurizio Davolio, responsabile di Turismo Responsabile e Carlo Possa responsabile delle cooperative sociali Legacoop.

Segue la proiezione di Pik e Pala, a cura di Carlo Malvolti e Benedetto Valdesalici.

In collaborazione con Comitato provinciale Acqua Bene Comune  e  Legacoop Reggio Emilia.

Venerdì 3 agosto

ore 17: Scuola di Civago

Tavola rotonda: Civago, 1954 …2013: come si cambia nel paesaggio della comunità. Storie, testimonianze e buone proposizioni per un futuro sostenibile

ore 21: piazza Umberto Monti - Serata musicale 

Sabato 4 agosto

ore 10: Mulino sul Dolo - Ludoteca                                    

ore 16: Mulino sul Dolo

Poeti leggono poeti: si comincia con Graziano Gigli e Antonietta Romiti… Per terminare con una proposta a sorpresa ispirata a Ralfo Monti

ore 21: Mulino sul Dolo - Serata  con  musica country a cura della Proloco

Domenica 5 agosto

ore 9,30: Piazza Umberto Monti

Di qua e di là dell’Alpe: camminata geostorica al Passo delle Forbici risalita dal monte Giovarello, ritorno dalla Segheria dell’Abetina Reale (possibilità di pranzo). Accompagnano gli storici Carlo Baja Guarienti e Antonio Canovi.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48