“Presenza discreta e determinata”

Veronica Vender

"Cara Veronica, essere qui questa sera e vedere la tua sedia vuota rende tutto molto difficile. Accettare la morte non è mai semplice, è un distacco terribile, ma quando colpisce giovani donne e madri si fatica a trovare il senso. Aspettando di vederti arrivare anche se in ritardo, se un senso vogliamo dare alla tua partenza, è sicuramente la forza con cui sei stata nella vita e il segno che hai lasciato con la tua presenza nella scuola".

Così inizia uno scritto che la dirigente scolastica Giuseppina Gentili, insieme ai componenti del Consiglio d'istituto del "G. Gregori" di Casina, dedica a Veronica Vender, prematuramente scomparsa,  componente del  Consiglio medesimo.

"In ogni occasione - prosegue la nota - hai cercato di dare il tuo contributo perché l’esperienza scolastica potesse essere per tutti i ragazzi un percorso positivo mirato a farli diventare persone in gamba, in grado di affrontare e superare le difficoltà della vita. Sei stata in questo istituto una presenza discreta ma determinata: chiedevi chiarezza ed eri pronta ad affrontare le situazioni per quello che erano, cercando sempre verità e sincerità come valori forti e fondanti della quotidianità. Volevi una scuola autorevole, seria, che facesse il proprio dovere ed eri pronta ad essere la prima a testimoniare questo impegno. Tutta la comunità scolastica ti ringrazia del tuo contributo. Grazie di essere stata una testimone autentica di impegno e coerenza per noi, per i nostri ragazzi e, certamente, anche per i tuoi figli e la tua famiglia. Ci mancherai... Ciao Veronica".

* * *

Correlati:

- Scomparsa Veronica Vender di Casina (8 luglio 2012)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Ciao Veronica, che bella e simpatica che eri e che sei… Un abbraccio di tutti noi ti accompagni nel cielo… Arrivederci (proteggici dall’alto)…

    (Roberto)

    Rispondi
  2. La tempesta è capace di disperdere i fiori ma non è in grado di danneggiare i semi (Kahlil Gibran).

    (Ida)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48