Home Cultura “Al chiaro di luna”, si suona

“Al chiaro di luna”, si suona

57
0

La 24.esima edizione de “Al chiaro di luna” 2012, si articolerà in una doppia inaugurazione: infatti il 18 luglio sono previsti due concerti d’apertura, uno al Parco Canevari di Busana e l’altro nello storico borgo di Cadonega in centro a Viano capoluogo. La felice scelta dell’Amministrazione comunale di Viano ci porterà a riscoprire un borgo caratteristico in fase di totale recupero edilizio grazie alla presenza del soprano mantovano Daniela Zerbinati accompagnata dall’arpista Davide Burani. A Busana, invece, avremo la possibilità di ascoltare una serata immersi nel bosco e gustare le intramontabili melodie francesi di Edit Piaf, affidate alla voce di Valentina Vanini ed accompagnata da tre strumentisti. Il 20 luglio, dopo quasi vent’anni, il Comune di Casina ha scelto nuovamente la frazione di Cortogno, celebre centro attivissimo della val Tassobbio. Presso la Casa Tromellini si esibiranno i cinque musicisti del noto Cammerton Brass Quintett.

Il 21 luglio ci si sposterà nel Comune di Ramiseto per ascoltare, nella chiesa di Nigone, un concerto che mette a confronto l’estetica barocca con quella romantica, affidate ad un trio composto da violino, violoncello e cembalo (nella 1.a parte) e violino, violoncello ed harmonium (2.a parte). I protagonisti sono Cesare Carretta, Matteo Malagoli e Marco Fracassi.

Dopo alcuni giorni di pausa si passerà a Vetto d’Enza, nello storico Borgo del castello, dietro alla chiesa parrocchiale dove, da tempo, è in corso un recupero storico urbanistico significativo. Il giorno successivo, 27 luglio, vi sarà un concerto nella chiesa di Ciano d’Enza, edificio utilizzato per la prima volta nella Stagione “Al Chiaro di luna”. Il Centro Civico di Collagna, la Ca’ Vecchia di Cinquecerri e la Corte dei Manenti di Nismozza sono tre luoghi ampiamenti consolidatisi nella medesima Stagione. Per il 2° anno, il 3 agosto, si terrà un concerto presso la chiesa di Acquabona (Collagna) dotata di particolare acustica. Presso la storica Corte dei Papi a Casanova di Ligonchio, il 5 agosto, si terrà un particolare concerto-evento affidato a giovani percussionisti reggiani legati all’Istituto Musicale “Achille Peri” che, coordinati da Simone Beneventi, proporranno un omaggio a John Cage, ne Centenario della nascita. Il 6 agosto si potrà ascoltare il trio flauto, clarinetto e pianoforte offerto da Giovanni amReggini, Giovanni Picciati ed Armando Saielli presso la Corte di Cagnola di Castelnovo Monti, residenza privata, gentilmente concessa per la prima volta nel territorio di Castelnovo Monti. Due giorni dopo, 8 agosto, il famoso soprano brasiliano Susie Georgiadis si esibirà presso la frazione Serra di Sotto di Levizzano (Baiso). Il 9 agosto ci si trasferirà in Comune di Toano per ascoltare un concerto presso la chiesa di Cerrè Marabino ed affidato ai flautisti Giovanni Mareggini e il catalano Anton Serra con Davide Burani all’arpa.

Come vi è una doppia inaugurazione si avrà anche una doppia conclusione il giorno 10 agosto: presso la bellissima chiesa di Gova (Villa Minozzo) si terrà una meditazione musicale intitolata “Nel nome della madre” con letture e musiche affidate a Sandra Gigli con flauto, violoncello ed harmonium; nella stessa sera, tutt’altra estetica si avrà presso il Teatrino di Cereggio (Ramiseto) dove Giacomo Baldelli, Andrea Medici ed Andrea Gualtieri offriranno uno spettacolo dedicato a Lucio Dalla ed intitolato “Caro amico ti scrivo…”.

Luoghi particolari e significativi

La ricerca di luoghi particolarmente significativi sotto il profilo storico, architettonico, urbanistico e naturalistico è sempre stata la prima prerogativa dei fondatori della stagione. Naturalmente nel corso degli anni si è cercato di ampliare questo obiettivo caratterizzando quei luoghi di elevato interesse storico e culturale, senza però venire a meno degli originari propositi.

Ecco allora che Viano-Cadonega (18 luglio), Cortogno di Casina (20 luglio), la Corte dei Papi di Casanova di Ligonchio (5 agosto), la Corte di Cagnola (Castelnovo Monti), 6 agosto, la Corte dei Manenti di Nismozza (2 agosto), la Ca’ Vecchia di Cinquecerri (29 luglio), il Borgo Castello di Vetto centro (26 luglio) e Levizzano di Baiso (8 agosto) si classificano fra i luoghi più significativi sotto ogni profilo analitico.

A questi luoghi vanno poi aggiunte le numerose chiese storiche presenti nel territorio ed utilizzate quest’anno: Nigone di Ramiseto (21 luglio), Ciano d’Enza (27 luglio), Cerrè Marabino di Toano (9 agosto), Gova di Villa Minozzo (10 agosto).

La rassegna è stata organizzata da Comunità montana, in collaborazione con Istituto musicale Peri Merulo, Associazione Cantieri d'Arte, i comuni del territorio montano, ed è sponsorizzata da Unicredit.