Escursione col dramma

Escursione col dramma al passo dello Stelvio. Accade al gruppo della parrocchia di Castelnovo ne' Monti che sta trascorrendo una settimana di ferie con 60 famiglie e 145 persone di diversi comuni reggiani e non. Questa mattina il gruppone si trasferiva a un'ora e mezzo di auto lungo gli insidiosi tornanti dello Stelvio a scendere verso il Trafoi. Qui al 28° tornante l'incidente. Un 75enne motociclista tedesco perdeva il controllo del mezzo che gli rovinava addosso. Il caso voleva che pochi secondi dopo provenisse, tra le fila dei parrocchiani, il dottor Ermanno Briglia, medico rianimatore dell'ospedale di Castelnovo ne' Monti, abituale nel viaggiare con l'attrezzatura del soccorso. Duravano circa trenta minuti le operazioni di rianimazione effettuate dal dottor Briglia, davanti al figlio dell'anziano, coadiuvato dalla moglie Francesca Grasselli, infermiera, William Goldoni, Roberto Munzittu, volontario della Croce Verde.

L'uomo giaceva in stato di coma da politrauma sin dall'inizio delle operazioni di rianimazione cardiopolmonare previa intubazione durate 35 minuti. Poi l'uomo, per i traumi, cessava di vivere. I soccorsi altoatesini giungevano solo dopo 1 ora e 20'. "Quello visto è un sistema d'emergenza-urgenza che è evidentemente deficitario - rileva il dottor Briglia - considerato anche il passaggio di così tante persone in un luogo così impervio. In Emilia godiamo di altre condizioni di tempestività". "Manca tra le persone la cultura del soccorso se si considera che alcuni automobilisti e ciclisti hanno inveito per il protrarsi delle operazioni di soccorso e il passaggio ostruito".

Più elegante il gesto del figlio del tedesco morto che, pur affranto dal dolore, ha ringraziato i soccorritori e ha chiesto l'indirizzo del dottor Briglia per risentirlo successivamente. "Mio padre - ha detto il figlio - è morto ma è stato soccorso e nulla è stato lasciato di intentato".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

7 Commenti

  1. Un plauso al bravo Dr. Briglia. L’eccellenza medico-sanitaria emiliana si è distinta anche oltre i confini regionali, peraltro in terra altoatesina che spesso denigra l’Italia non a statuto speciale…

    (Matteo)

    Rispondi
  2. Un grande esempio di professionalità e di solidarietà. Bravissimi.

    (Giorgio Campanini)

    Rispondi
  3. Fortunatamente siamo dei privilegiati dal punto di vista dell’assistenza medica, in particolare a Castelnovo ne’ Monti! Questo evento, anche se con un brutto epilogo, lo dimostra! Grazie!

    (Roberto)

    Rispondi
  4. Il nostro Ermanno, oltre che essere bravissimo, è predisposto a portare aiuto a tutti in modo molto professionale, ciao Dr., buone vacanze.

    (Eros)

    Rispondi
  5. Mi dispiace dissentire, ma due anni fa ho avuto bisogno per mio figlio di 9 anni proprio in Alto-Adige e la professionalità e la gentilezza che mi hanno riservato da noi se la scordano.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  6. Grandissimi Ermanno e Francesca!!!

    (Annat.)

    Rispondi
  7. Io e mia moglie, vittime di un gravissimo incidente stradale successo oltre tre anni fa, dobbiamo la vita alla tempestività e professionalità dei soccorsi in primis, dei vari staff medici poi. L’incidente è avvenuto nei pressi di Piacenza che non è provincia autonoma e non gode certo dei vantaggi economici delle province delle regioni a statuto speciale, ma in 20 minuti io ero in sala operatoria dopo essere stato intubato.

    (Fabio)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48