“Il violino di Cervarolo” in Germania

Mentre a Roma la Corte militare si occupa delle udienze per il giudizio di appello del processo di Verona sulla strage di Cervarolo, che si era concluso nel 2011 con sei ufficiali e sottufficiali tedeschi della Divisione Hermann Göring condannati all'ergastolo.

E proprio in questi giorni vola in Germania “Il violino di Cervarolo”, il film che racconta la strage nazista nella frazione di Villa Minozzo del marzo 1944. Vola in Germania per proiezioni pubbliche nei cinema delle sei città tedesche dove vivono a tutt’oggi indisturbati i militari ritenuti responsabili di quei massacri.

In questo periodo, segnato dalla triste decisione della procura di Stoccarda che ha archiviato “per mancanza di prove” il fascicolo riguardo il terribile eccidio di Sant’Anna di Stazzema, il borgo toscano dove persero la vita oltre 560 persone il 12 agosto 1944, c’è chi in Italia lavora per non cancellare la memoria.

"Il violino di Cervarolo" è stato presentato nella primavera scorsa, con numerose presentazioni ed incontri pubblici soprattutto nel territorio reggiano, dove ha ottenuto tanti consensi.

È un documentario di 75 minuti, realizzato da Nico Guidetti e Matthias Durchfeld con la collaborazione degli abitanti di Cervarolo, parenti delle vittime della strage, prodotto da PopCult Bologna, Mediavision Reggio Emilia e dall'istituto storico Istoreco Reggio Emilia.

I due autori – che per realizzarlo hanno seguito tutte le udienze al tribunale militare di Verona, affiancando i sopravvissuti ed i parenti delle vittime della strage di Cervarolo – ora lo portano in Germania, per sollecitare un dibattito pubblico nelle città dove risiedono gli imputati che non si sono mai presentati al processo, affidando la propria versione degli attroci fatti esclusivamente ai loro avvocati. Domenica 27 ottobre prenderà il via il tour di proiezioni nelle città di Amburgo, Osnabrück, Kiel, Monaco, Norimberga e Berlino.

Il violino del titolo apparteneva a Virgilio Rovali, musicista di Cervarolo, ragazzo negli anni della guerra, che poco prima di essere chiamato al militare affida alla madre il suo prezioso strumento. Oggi, quasi settant'anni dopo, Italo Rovali – figlio di Virgilio e presidente del comitato dei famigliari delle vittime della strage – indaga fra i ricordi suoi e di chi, allora bambino, vide tutto. E' la storia della ricerca dei responsabili di quell'eccidio ed è la storia incredibile del violino di suo padre, de „Il Violino di Cervarolo“.

Il dvd è in vendita presso Istoreco, Via Dante 11 a Reggio Emilia. Il trailer è consultabile su: http://www.youtube.com/watch?v=r3YppH_nWaE

(Adriano Arati)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48